Volpino di Pomerania (Spitz tedesco): carattere, salute, prezzo e allevamenti

1303

Il Volpino di Pomerania (detto anche Spitz tedesco) è uno dei cani più famosi del pianeta, e anche uno dei più piccoli in assoluto.

Lo Spitz tedesco è conosciuto ai più come Volpino di Pomerania o, in ottica più internazionale, come Pomeranian. Ci troviamo di fronte ad una vera e propria star nella famiglia cinofila: si tratta infatti di uno dei cani più famosi e apprezzati al mondo.

Potremmo definirlo un “best seller”, dal momento che questo Volpino ha fatto breccia nel cuore di tantissime persone un po’ ovunque ed è addirittura diventato uno dei cani preferiti delle celebrity di Hollywood! Proprio per il fatto che le star adorano portarselo in giro in ogni occasione e spesso addirittura sfoggiarlo sul red carpet, il Pomeranian si è guadagnato anche il titolo di perfetto “cane da borsetta”.

Ma andiamo con ordine e proviamo a ripercorre la storia di questo batuffolo irresistibile e in costate ascesa.

Volpino di Pomerania: le origini, in bilico tra Germania ed Inghilterra 

Partiamo dalle sue origini e dal nome: in un certo senso possiamo definire entrambe più incerte del previsto. Intanto è evidente che il nome della razza fa riferimento alla Pomerania: si tratta di una regione europea situata in Germania.

È probabile che abbiate sentito parlare della Pomerania col suo vecchio nome, dal momento che ai tempi della nascita di questa razza questa zona era nota come Antica Prussia. Ma dove ci troviamo esattamente? Oggi questo fazzoletto di terra si trova quasi al confine con la Polonia.

Il suo discendente più accreditato sarebbe il Cane della Torbiera, piuttosto diffuso in Europa, Asia ed Africa. Era tuttavia un cane di razza media, di conseguenza possiamo ragionevolmente sostenere che l’antenato di questo batuffolo di pelo fosse più grande ti quanto potessimo aspettarci.

Tra l’altro si trattava di una razza anche piuttosto robusta e presenta, utilizzata regolarmente come guardiana di greggi o più in generale come cane da guardia. Come vedremo, pur non a vendo mantenuto la stazza dei propri avi, anche lo spitz tedesco ha delle – in parte, insospettabili – doti di guardiano, essendo sempre molto vigile.

Dal 1800 in poi, questo volpino teutonico si diffuse anche in ambiente più raffinato e colto, facendo definitivamente il suo ingresso a corte, nei salotti buoni della nobiltà ma anche nella case degli artisti più in voga. Alcuni dei suoi estimatori illustri? Personaggi di sangue blue come Giuseppina di Francia o Re Giorgio III di Inghilterra, oppure artisti del calibro di Michelangelo o Mozart!

Ma è ad un’altra personalità nobiliare che potrebbe essere da attribuire la definitiva “riduzione di taglia” dello Spitz. Tra i fan della razza, infatti, c’era anche la Regina Vittoria, che voleva renderla più graziosa e minuta. Cosa accade allora? Si concordò un incrocio con il più compatto Volpino Italiano: in tal modo il risultato dell’incrocio non superava quasi mai i 5 Kg di peso, a differenza dei circa 14 Kg della razza pregressa.

Da questa storia in bilico sull’asse Inghilterra/Germania, nacque così il Volpino di PomeraniaSpitz tedesco. Entrambe le Nazioni hanno rivendicato la paternità della razza, ma – come si evince dal nome stesso – a spuntarla sono stati i tedeschi.

Aspetto fisico/estetico del Volpino di Pomerania: una nuvola

Andiamo ora ad analizzare quelle che sono le caratteristiche fisiche del Volpino di Pomerania. Partiamo da qualche dato sulle sue dimensioni. L’altezza la garrese raramente supera i 25 cm, mentre il peso oscilla dai 3 ai 5 Kg. È un cane piccolo ma ben proporzionato e a suo modo anche tonico e muscoloso.

Le orecchie di quest Spitz tedesco sono piccole e appuntite, sempre erette e abbastanza distanziate. Gli occhi invece sono scuri e piccolini, con una forma leggermente allungata. La coda è girata sul dorso e di lunghezza media. Il collo è piuttosto prominente, lungo e largo oltre che ricoperto da una voluminosa massa di pelo, come una piccola criniera.

Il pelo è forse la caratteristica più iconica del Volpino di Pomerania. Una mantello soffice e quasi “cotonato” lo fa sembrare una specie di piccola nuvoletta: è morbido e altrettanto lucido, quasi sempre monocolore (in genere nelle tonalità del bianco, nero, marrone, ma anche dell’arancio, del fulvo, del crema o del grigio).

Carattere del Volpino di Pomerania: intelligente, attento ma anche un po’ snob… 

Lo Spitz Tedesco o Volpino di Pomerania è un cane da compagnia ideale. È vispo e dotato di una sana curiosità e di una intelligenza acuta. Tuttavia si comporta in maniera così entusiasta quasi solo con il padrone: con gli estranei è spesso diffidente e scontroso, tende ad innervosirsi facilmente e ad abbaiare anche in maniera ossessiva.

Sembra dunque che stia a suo agio tra le mura domestiche oppure proprio nella borsetta dei padroni, al riparo da sguardi indiscreti (se non quelli dei paparazzi!) e dal contatto obbligato con altri esseri umani oppure con altri amici a quattro zampe. Insomma, si tratta di un cane fedele e leale ma anche un po’ snob.

Tuttavia questa sua indole sempre “sull’attenti” lo rende un cane adatto a fare da guardia, magari anche solo a dare l’allarme in caso di pericolo. Del resto da un lato è molto protettivo nei confronti dei suoi padroni, dall’altro è molto rapido dell’apprendimento: un cane davvero molto dotato, nel complesso. Non stupisce infatti il suo successo a livello planetario, che lo fa finire direttamente tra le prime 15 razze registrare per numero di vendite!

Va detto però che, tornando al suo caratterino comunque non “facile”, non è particolarmente adatto ad una vita in famiglia con bambini: diciamo che quantomeno non è l’ideale. Infatti è un cane anche molto possessivo, di conseguenza spesso ad entrare il competizione con in “cuccioli di umano” per accattivarsi i padroni. Ovviamente, si tratta di indicazioni di carattere generale, perché un Volpino ben addestrato può indubbiamente convivere in armonia con grandi e piccini sotto lo stesso tetto.

Volpino di Pomerania: salute

Il Volpino di Pomerania è un cane tutto sommato abbastanza facile da addestrare, tuttavia servono almeno due accortezze nel gestirlo: la prima legata alla sua dieta, la seconda alla cura del suo manto.

In merito all’alimentazione non ci sono particolari restrizioni, ma vi basta sapere che questo piccolino ha la tendenza ad ingrassare, dunque optate per una dieta più equilibrata possibile e soprattutto fate in modo di non fare impigrire il vostro “cane da borsetta”, abituandolo anche a fare delle passeggiate tonificanti (che spesso vanno a migliorare anche l’umore di questo cane spesso un po’ scorbutico col prossimo).

Inoltre, monitorate anche l’igiene orale del vostro Volpino, dal momento che questa razza tende a soffrire di alitosi e – data la dentatura minuta – tende a dover fare lottare contro il tartaro.

Per quanto riguarda il pelo invece, lo Spitz richiede delle cure abbastanza costanti: assicuratevi di spazzolare bene il suo mantello, che in effetti è così bello che merita un trattamento estetico adeguato. Non badate a spese sulla toelettatura, insomma!

Volpino di Pomerania (Spitz tedesco): allevamenti e prezzi

Si tratta di un razza famosa e gettonata, di conseguenza non dovrebbe essere problematico trovare l’esemplare che cercata in po’ in tutta Italia. Tenete solo sempre a mente quanto sia fondamentale rivolgersi ad allevamenti certificati, a maggior ragione in relazione ad una razza così richiesta, che – proprio come le borsette nella quali spesso finisce per accoccolarsi – rischia di essere… tarocco! A livello di prezzi invece si oscilla dai 500 ai 1000 euro.

Il Volpino di Pomerania è sicuramente uno dei cani più piccoli del mondo: vuoi scoprire quali sono le razze mignon più famose del pianeta insieme a lui? Eccole!

CONDIVIDI