[VIDEO] Ecco come lavora l’associazione di Davide Acito, che salva ogni anno centinaia di cani dalla pentola di Yulin

0
592

Si chiama Action Project Animal l’associazione di volontari capitanata da Davide Acito, che opera a Yulin per salvare i cani dal Festival della carne.

La voce si sta espandendo, e non possiamo che esserne contenti: giusto l’altra sera sul TG5 è andato in onda un servizio dedicato ad Action Project Animal, ovvero l’associazione di Davide Acito, che ogni anno parte per la Yulin, in Cina, per salvare quanti più cani possibili dalla pentola di chi vuole mangiarli.

Un po’ di numeri per spiegare l’importanza dell’opera di Davide e dei volontari: più di 1000 cagnolini salvati in cinque missioni. Un contesto incredibilmente difficile quello di Yulin: ogni anno lì, 10mila cani vengono rapiti dalle loro case per essere venduti al mercato, torturati, uccisi e infine mangiati.

Ecco le parole di Davide, riportate nel video servizio del TG5: “La nostra intenzione all’inizio era quella di salvare queste povere anime. E ce l’abbiamo fatta. Oggi noi siamo una vera e propria realtà. Grazie anche alla cooperazione con altre realtà internazionali riusciamo a fare molta pressione e, soprattutto, a salvare moltissimi cani“.

Grazie al loro grande impegno, in Cina è nata un’oasi dove questi cagnolini possono riprendersi salute, libertà e affetto. Pronti per essere adottati. Continua Davide: “Con Elisabetta Franchi, due anni fa, è nato il nostro primo progetto: siamo riusciti a costruire Island Dog Village, un centro che contiene circa 100 cani. Si tratta di un vero e proprio centro di recupero dove portiamo i cani salvati dal Festival. Qui riusciamo a ripristinare la loro salute fisica e psichica”.