Tracheite nel cane: sintomi e cure di una patologia molto diffusa

La tracheite nel cane è un’infiammazione della trachea che può avere cause di varia natura.

Avevamo parlato tempo fa di quanto siano da non sottovalutare le malattie respiratorie nel cane: tra queste oggi prendiamo in considerazione la tracheite.

Si tratta di un’infiammazione appunto della trachea che può presentarsi per diversi motivi: può essere che il cane che tira al guinzaglio arrivi a dare una pressione tale alla trachea da far sopraggiungere la patologia, oppure che essa sia causata da parassiti, corpi estranei, allergie o influenza non curata.

Da tenere in considerazione anche la possibilità che questa malattia derivi dalla cosiddetta “tosse dei canili”, di origine virale. Ad ogni modo, l’apparato respiratorio del pet risulta irritato e con sintomi che si presentano uguali per tutte le razze. Quali sono quelli più frequenti?

Tracheite nel cane: sintomi

I sintomi della tracheite sono:

  • tosse persistente e stizzosa, come se il cane avesse qualcosa in gola
  • conati di vomito

La frequenza della tosse può variare a seconda del grado di gravità dell’infiammazione. Nei casi più gravi la tracheite nel cane può nascondere problemi molto più gravi, come ad esempio disturbi cardiaci, patologie polmonari o addirittura il cancro.

Ma non drammatizziamo: è necessario che sia il vostro veterinario di fiducia a stabilire i motivi di questo problema (può anche semplicemente essere che il vostro cagnolino si sia preso un colpo di freddo!). L’esperto effettuerà una diagnosi, constatati i sintomi. A quel punto verrà indicata la cura più indicata.

Tracheite nel cane: cura

La scelta della cura che verrà somministrata dal vostro veterinario dipende essenzialmente dalla causa che ha scatenato la tracheite: se il problema è da ricercare per via della presenza di batteri o parassiti, questi verranno debellati attraverso antibiotici e/o antiparassitari.

Se invece siamo nei casi più gravi (patologie polmonari, lesioni interne o cancro), allora il veterinario sarà costretto a darvi dei farmaci un po’ più pesanti. In entrambi i casi la tracheite potrà risolversi in pochi giorni, in alcuni casi bisognerà pazientare un po’ di più (anche tre settimane).