Tg cinofilo, Perugia: bocconi avvelenati ai cani per punire chi non raccoglie gli escrementi

Il triste fenomeno dei bocconi avvelenati sta colpendo anche l’Umbria: i dettagli di quanto sta succedendo a Perugia.

In questi mesi molti cani sono rimasti vittime dei bocconi avvelenati lasciati per strada da qualche cittadino, specialmente in risposta a chi non raccoglie gli escrementi del proprio pet. Ecco le parole di Emanuela Mori, consigliere Pd di Perugia: “Purtroppo ancora una volta si attaccano gli animali, vittime innocenti della cattiveria umana“.Ecco cosa si sono trovati i residenti della cittadina umbra davanti agli occhi: un cartello che minaccia di seminare bocconi avvelenati.

Ecco cosa sta succedendo al parco di Sant’Angelo a Perugia, sulla porta d’ingresso: una cittadina ha segnalato il tutto allo Sportello a 4 zampe della Provincia di Perugia, in questo modo sono intervenuti i vigili urbani. Il consigliere aggiunge: “Premettendo che è una questione di rispetto e civiltà lasciare pulito il parco dagli escrementi dei propri cani, condanno profondamente queste azioni punitive da parte di chi non solo non ama gli animali, ma anzi trova il modo di diffondere la paura minacciando bocconi avvelenati che uccidono i nostri amici a 4 zampe tra atroci sofferenze”.