Tg cinofilo, Caltanissetta: trovato morto un pitbull sfigurato, chiuso in un sacco

Il pitbull, trovato dentro una busta di plastica, potrebbe essere stato suo malgrado protagonista di qualche combattimento tra cani.

Non è da escludere che possa essere rimasto vittima di un combattimento clandestino tra cani, il pitbull ritrovato senza vita negli scorsi giorni alla periferia di Caltanissetta. Secondo quanto riportato da Blog Sicilia, il cane era stato chiuso in una busta di plastica e riportava delle ferite gravi nella parte superiore del suo corpo, come se fosse stato sfregiato da numerosi morsi di cani. Il WWF Sicilia Centrale propende per l’ipotesi dei combattimenti clandestini non solo per la razza e le condizioni in cui è stato ritrovato il cane purtroppo morto, ma anche perché, nella zona, in passato sono stati segnalati proprio episodi di questo tipo di combattimenti tra cani. Una condizione molto grave che aveva spinto questa associazione a rivolgere un appello sia al Questore che al Prefetto, in concomitanza con il ritrovamento avvenuto lo scorso ottobre, di un altro cane gettato nell’immondizia.

Il WWF parla ora di una emergenza vera e propria e segnala nuovamente questo problema non solo alla comunità, ma anche a chi di competenza, segnalando come zone di interesse per le attività di combattimento tra cani Caltanissetta ed i paesi della provincia. Come spiega il presidente di WWF Sicilia Centrale Ennio Bonfanti: “Questi combattimenti sono sempre più criptati e per questo richiederebbero maggiore attenzione investigativa con il fine di potere individuare i ring utilizzati come gli allevamenti abusivi”. Secondo Ennio Bonfanti, i cani vittime di questo raccapricciante giro di scommesse sarebbero tenuti molto ben nascosti, tuttavia in precise zone del territorio ci sarebbero comportamenti definiti “preoccupanti” che meriterebbero specifiche verifiche e monitoraggi da chi di competenza.