TG cinofilo, Calizzano: legati e abbandonati nei boschi, due cani cercano cure

0
58

cani calizzano

Sono stati legati con delle corde a un albero e abbandonati nei boschi di Calizzano: sono stati ritrovati così due cagnoni (uno è un pitbull), che grazie ai loro lamenti hanno attirato l’attenzione di una residente della località Durante.

Ha dato l’allarme e non ci ha pensato su un secondo: ha telefonato al 118 e poi ha dato da mangiare e bere ai due poveri animaletti. Tuttavia l’Asl non è intervenuta.

Così i due cani hanno passato la notte di domenica nel bosco, ma gli animalisti della zona hanno cominciato a tempestare di telefonate il Comune. Solo nella giornata di martedì si è sbloccata la situazione: il vigile del paese, su ordine del sindaco, è andato a liberare gli animali, che si sono dimostrati docili e in cerca di coccole invece che arrabbiati e aggressivi.

Queste le dichiarazioni del sindaco di Calizzano Pierangelo Olivieri: “Siamo venuti a conoscenza di questa situazione soltanto martedì e siamo intervenuti. Chiederò spiegazioni del mancato intervento dell’Asl. Ora verificheremo se gli animali hanno il microchip in modo da risalire ai proprietari e procederemo con le conseguenti denunce per abbandono. E’ vero che Calizzano non è convenzionata con un canile. Abbiamo però uno spazio comunale, che in passato ha ospitato già cani per lungo tempo, ora l’area è vuota e accoglieremo qui i due animali”.

Ma di chi sono i cani, chi ha compiuto questo orribile gesto? I padroni sarebbero una coppia sfrattata la settimana scorsa.