TG cinofilo, Bari: vigili con gli smartphone per filmare i padroni che non raccolgono le deiezioni canine, e arrivano le multe

Appena vedono un cane al guinzaglio, la polizia municipale inizia il “pedinamento” con la videocamera del proprio smartphone in funzione “rec”: ecco come operano gli agenti.

Diciamolo pure chiaramente: chi porta a spasso il proprio cane e non raccoglie i suoi bisognini è un incivile che non rispetta la cosa pubblica in primis, ma anche le altre persone, che spesso si ritrovano a dover camminare su strade sporche. Quindi, ben venga l’iniziativa promossa dal comune di Bari: i vigili, con il proprio blocchetto delle multe e smartphone, stanno facendo fioccare multe a quelle persone colte in flagrante mentre non raccolgono le deieizioni del loro cagnolino. La passeggiata delle persone viene filmata interamente, così che non possano contestare nulla.

E le sanzioni non sono mica da ridere: 300 euro. Il video diventa fondamentale perchè praticamente sempre le persone non ammettono che sia stato il loro pet a “farla. Rispetto agli altri anni, il 2017 però ha visto la costituzione di una squadra specializzata proprio a stanare i padroni sporcaccioni. A richiedere questo tipo di intervento è stato lo stesso sindaco di Bari Antonio Decaro: “Da lunedì 30 gennaio parte una campagna ad hoc contro le deizioni canine lasciate sull’asfalto. Tutti i padroni incivili saranno multati”. E Il comandante della polizia municipale, Nicola Marzulli, lo ha preso alla lettera: “La devono smettere di insozzare le strade e di farci odiare gli animali – ha detto il comandante – dobbiamo scovarli uno a uno e debellare il fenomeno delle deiezioni canine”.
Pensate che solo nel primo giorno di servizio, dalle 14 alle 16, le multe sono state una decina, con conseguente stangata nei confronti dei padroni, che sicuramente la prossima volta faranno più attenzione a comportarsi da incivili.