TG Cinofilo, 500 euro per chi adotta un cane 

L’iniziativa prevede l’erogazione di un bonus fiscale o una somma in denaro fino a 500 euro.

Non stiamo parlando solo di tasse da pagare in Italia, e sono molti i comuni che hanno deciso di adottare il provvedimento per l’erogazione di un buono fiscale per chi adotta un animale domestico. I criteri dell’erogazione del bonus cane sono perlopiù gli stessi per ogni comune che ha adottato l’iniziativa; sono da verificare invece, gli importi e le modalità di come i comuni  effettuano l’erogazione della detrazione fiscale o di una eventuale somma in denaro a chi adotta o possiede un animale domestico. I comuni che hanno aderito all’iniziativa sono molteplici, è notevole l’impegno di Vitorchiano, comune del Viterbese, che da la possibilità di scelta tra i randagi da adottare, erogando un contributo di 500 euro in denaro a chi adotta un amico a quattro zampe.

Detrazioni fiscali nella dichiarazione dei redditi

L’iniziativa per l’erogazione di un bonus fiscale o comunque di un incentivo da parte dei comuni  italiani per chi adotta un animale domestico è iniziata a causa dell’emergenza di animali randagi che in molti comuni è diventata una vera e propria piaga sociale ed anche economica. Infatti, secondo quanto emerso dai conti pubblici comunali, sono cospicui i costi per gestire i canili, oltre ai costi per il recupero e sostentamento dei cani randagi che costretti a vivere in strada spesso creano non pochi problemi anche per la loro continua e veloce riproduzione. Al fine di porre fine a  questa emergenza infatti, in molti comuni hanno già deciso di elargire il bonus cane. Alcuni comuni optano per la detrazione fiscale in un bonus da scalare al pagamento della tari, la tassa sui rifiuti, mentre altri erogano un contributo in maniera più generica come il denaro.

Cani randagi adottati

Per il bonus cane, a chi volesse sapere se il suo comune ha adottato il provvedimento di convenzione e volesse fare richiesta, il quale viene concesso per la maggioranza a chi ha deciso di prendersene cura di un cane randagio, basta recarsi presso un ufficio caf di zona, o direttamente al comune di residenza, così da verificare se il consiglio comunale abbia previsto l’erogazione del bonus cane, avere informazioni sulle tempistiche, i requisiti che servono e le modalità di pagamento.