Sverminazione cani (cuccioli e adulti): cos’è, come si fa, quando farla, ogni quanto e costo

0
2735

La sverminazione dei cani è una prassi sanitaria assolutamente obbligatoria e necessaria: andiamo a scoprire perchè.

Nel nostro articolo andiamo a vedere quando effettuare la sverminazione dei cani (cuccioli e adulti), partendo però prima da una serie di premesse.

Nei primi giorni di vita i cuccioli ricevono gli anticorpi grazie al latte della mamma, ma con il tempo – e conseguentemente all’interruzione dell’allattamento – i piccoli necessitano di essere vaccinati.

Seguire il giusto iter medico è davvero fondamentale, quindi non appena il nostro cucciolo compie le 6-8 settimane di vita bisogna vaccinarlo. Oltre ai classici vaccini che ogni veterinario fa, c’è un altro inter obbligatorio da eseguire, ovvero la sverminazione dei cuccioli di cane.

Nel nostro focus andiamo a vedere di cosa si tratta, come si fa, ogni quanto si deve fare e i costi di una prassi medica divenuta ormai obbligatoria.

Sverminazione cuccioli cane: cos’è

Non appena i cuccioli iniziano a respirare, hanno già al loro interno dei vermetti detti ascaridi, dalla forma lunga e cilindrica. Si diffondono nel suo intestino già da quando è un feto appunto, trasmessi dalla madre, ma a dire il vero possono anche giungere al cucciolo attraverso il latte materno. Sverminare i cani è perciò una prassi medica fondamentale e da attuare in tempi rapidi.

La sverminazione dei cuccioli di cane è una pratica semplice, e va fatta perchè altrimenti i vermi vanno a causare problematiche al quattro zampe molto ostiche poi da risolvere. Perciò per evitare patologie meglio sverminare il cucciolo, anche per non far incappare te stesso e la tua famiglia in situazioni spiacevoli.

Sverminazione cuccioli cane: quando va fatta

Una prima sverminazione va eseguita entro 20 giorni dalla nascita del cucciolo. E’ importante sottolineare come anche la madre ne abbia bisogno, perchè altrimenti potrebbe infettare il piccolino durante l’allattamento.

Dopo averla eseguita è necessario che venga fatta un’altra sverminazione dopo 25 giorni dalla prima: in questo modo il problema dei parassiti intestinali verrà definitivamente risolto. Per avere una sicurezza totale sarà ancor meglio far analizzare le feci del cucciolo ad un veterinario una volta passati due mesi dalla seconda.

In base al responso si vedrà se sarà necessario un prodotto sverminante più adatto da somministrargli. Sarà sempre il veterinario a stabilire con certezza se e quando il cucciolo andrà nuovamente sverminato.

Tuttavia consigliabile verso i due mesi raccogliere anche dei campioni di feci e portarle dal proprio veterinario di fiducia il quale le analizzerà per valutare se la sverminazione abbia fatto effetto del tutto. Se dalle analisi, il risultato ottenuto sarà positivo, allora in questo caso sarà necessario prescrivergli un prodotto sverminante più adatto.

Quel che è certo è che tutti i cani sono aggrediti da questi parassiti: possono essere colpite sia le razze di piccola taglia, i quattro zampe medi, quelli grossi e giganti. I sintomi più riscontrabili per quanto riguarda i vermi nel cane sono la diarrea, vomito, pelo opaco, prurito anale, inappetenza, dimagrimento e insorgenza di allergie.

Sverminazione cuccioli cane: ogni quanto farla

Il consiglio è quella di farla almeno due volte l’anno, ma chiaramente sarà il vostro veterinario di fiducia a stabilire questo. Infatti ogni cane ha un quadro clinico differente. Detto questo, sicuramente il vostro esperto vi darà ulteriori consigli su come affrontare il problema e soprattutto su come prevenire la ricomparsa dei vermi.

Ad esempio è utile sapere che è bene lavare la ciotola dell’acqua e del cibo in maniera regolare, cuocere bene la carne prima di aggiungerla al suo pasto, non permettere al cane di mangiare le carcasse e in generale assicurare che il quattro zampe viva in un’ambiente igienico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here