Shiba Inu: carattere, salute, prezzo e allevamenti

Cane da compagnia fedele e leale, lo Shiba Inu è il quattro zampe più famoso del Giappone.

Lo Shiba Inu è attualmente uno dei cani più riconoscibili e celebri al mondo, complice anche e soprattutto il successo del film Hachiko – Il tuo migliore amico (titolo originale Hachi: A Dog’s Tale).

La pellicola, diretta dal regista Lasse Hallström e con la star Richard Gere nel cast, ha come protagonista proprio un esemplare di questa razza: entrato nelle sale cinematografiche nel 2009, Hachiko è diventato in breve tempo un cult per gli amanti dei cani. Ma al di là della “fama hollywoodiana”, la storia dello Shiba Inu comincia decisamente molto prima e affonda le radici nella gloriosa tradizione del Giappone Imperiale.

Shiba Inu: origini

Come si evince dal nome, infatti, stiamo parlando di un cane orientale. Nella fattispecie si tratta di uno dei più antichi cani di origini nipponica, sebbene alcuni sostengano che prima ancora di sbarcare nella terra del Sol Levante, lo Shiba Inu fosse già presente in Cina.

Del resto è difficile avere informazione accurate sulla questione, dal momento che parliamo di una razza davvero antica: pensate che il suo arrivo in Giappone potrebbe risalire ad una data che oscilla tra il 600 e il 300 a.C.!

Ad ogni modo il nome non lascia dubbi sulla sua provenienza orientale… ma cosa significa? Pare che derivi da un antico dialetto nipponico è si possa tradurre con l’espressione “piccolo cane” (c’è che azzarda l’interpretazione forse più libera di “cane da cespugli”). Tuttavia, per quanto non si tratti certamente di un colosso, lo Shiba Inu non è propriamente uno “scricciolo”.

La sua prestanza fisica, poi, ne rivela doti insospettabili. Infatti, questa razza diffusa originariamente nelle zone montuose del Giappone centrale, è stata sovente utilizzata anche come cane da caccia: da un lato di piccoli roditori e uccelli, dall’altra anche di bestie più grandi come cervi, daini e addirittura gli orsi. Diciamo che lo Shiba Inu è un concentrato di muscoli e, verrebbe da dire, ha un temperamento da Samurai!

Ad ogni modo, oggi è soprattutto un cane da compagnia, tranquillo e fedele. Oltre che ovviamente a vantare il titolo di cane più celebre del Giappone, attualmente. Insieme a lui però ci sono anche altre razze che dalla terra nipponica iniziano ad affacciarsi alla ribalta internazionale: Kai, Kiushu, Hokkaido e Shikoku sono le taglie medie, mentre il più grande è l’Akita Inu.

Lo Shiba Inu in particolare è stato “storicizzato” come razza dal lavoro del medico veterinario Dottor Saito, che ha decifrato, accorpato e semplificato le caratteristiche di esemplari diversi avvistati sulle catene montuose del centro del Giappone.

Per dirvi un’idea dell’importanza e del rispetto che riservano in patria a questa razza vi basti sapere che dal 1936 il Giappone ha riconosciuto allo Shiba Inu il titolo di “monumento Nazionale”!

Tuttavia persino questa razza così longeva è stata a rischio estinzione: la Seconda Guerra Mondiale infatti aveva letteralmente decimato decimato gli esemplari di Shiba Inu, che hanno conosciuto una “ripresa” solo intorno al 1948 grazie all’ottimo lavoro della “NIPPO” (Associazione per la conservazione del cane giapponese).

Da allora la razza ha iniziato a diffondersi un po’ ovunque nel mondo: dapprima negli Stati Uniti, poi anche in Inghilterra e in Australia, per arrivare poi anche nella Vecchia Europa e nel blocco Sovietico. In Italia, Spagna e Francia la razza non è ancora particolarmente gettonata, sebbene stia iniziando a scalare posizioni nelle classifiche di gradimento degli appassionati.

Shiba Inu: caratteristiche principali

Andiamo allora a scoprire quelle che sono le caratteristiche principali di questa specie di “volpe nipponica” dalla storia secolare, a partire dal suo aspetto fisico. Come accennavo, al netto della sua piccola taglia, lo Shiba Inu può comunque vantare un’ottima corporatura, tonica e scattante.

Si tratta in larga misura di un residuo dei suoi trascorsi come “cacciatore”. Un esemplare maschio arriva a raggiungere circa i 45 cm al garrese, mentre il peso oscilla tra i 10 e i 13 Kg. Per le femmine bisogna limare un po’ questi valori, al ribasso, ma non di troppo (dovrebbe raggiungere massimo i 12 Kg di peso). Rientra quindi tra i cani di taglia media.

Sempre in virtù delle attività dei suoi antenati cacciatori, lo Shiba Inu ha una mascella abbastanza possente, adatta ad azzannare la selvaggina. Gli occhi  sono sono scuri e di forma leggermente affusolata, mentre le orecchie formano un triangolo dalla punta leggermente smussata.

La coda ha una attaccatura alta e grossa. La caratteristica più peculiare di questa razza è però forse il musetto, di forma allungata e appuntita, che ricorda un po’ quello di una volpe.

E per quanto riguarda il mantello? Iniziamo dall’aspetto cromatico: i colori più diffusi sono rosso, nero-focato, sesamo, sesamo-nero, sesamo-rosso. Pur essendo molto rari esistono anche degli esemplari totalmente bianchi.

Il bianco tuttavia deve essere assolutamente presente, sebbene in quantità minore: per essere “ammessa” la razza deve infatti avere il cosiddetto “Urajiro”, ovvero un mantello che prevede delle striature biancastre sui lati del muso e delle guance, sotto la mascella e il collo e in alcuni punti del torace e del ventre, oltre che nella parte inferiore delle zampe.

Shiba Inu: carattere

Passiamo ora all’analisi delle sue caratteristiche psicologiche: il suo carattere, la sua indole. In un certo senso possiamo dire che lo Shiba Inu è un cane dal temperamento felino. Si tratta infatti di una razza molto indipendente e fiera. Lo Shiba è anche molto vigile nel monitorare le dinamiche attorno a lui e spesso diffidente nei confronti delle persone che non conosce.

Inoltre è piuttosto testardo e intraprendente, ma soprattutto non ama essere sottomesso: insomma, per instaurare un rapporto con lui dovrete basarlo su una reciproca fiducia e rispetto. In questo senso rischia di mettere a dura prova la vostra pazienza, ma se saprete aspettare sarete sicuramente ricompensati da un compagno leale e sempre presente.

Tuttavia non dovete pensare che non sappia stare in compagnia, anzi è esattamente il contrario. Innanzitutto non ha problemi a convivere con altri cani o addirittura con gatti. Con i suoi padroni e la sua famiglia, poi, è un cane molto fedele e affettuoso. Lo Shiba Inu sa essere anche molto simpatico ed ha un buon rapporto coi bambini.

Siamo tuttavia lontani dall’idea di “toy dog”, cane giocattolo: proprio per le caratteristiche di cui abbiamo appena accennato, questa razza dimostra sempre una forte personalità e mantiene i propri spazi e la propria individualità.

Pensate che i giapponesi definiscono lo Shiba Inu come “un grande cane in una piccola scatola”: un razza “complessa” dunque, che porta con sé un bagaglio di emozioni e di capacità molto diverse tra loro.

Lo Shiba Inu ha comunque bisogno di sfogare tutta la sua energia e vivacità, magari in lunghe passeggiate. Inoltre per quanto non si tratti di una razza particolarmente “piagnucolona” tende ad intristirsi se lasciata troppo da sola, o meglio a chiudersi, palesando un distacco nei confronti della famiglia.

Shiba Inu: salute e cure 

Lo Shiba Inu è un cane piuttosto robusto e poco incline ad ammalarsi, come testimonia una storia secolare. Per quanto riguarda la sua dieta non ci sono particolari indicazioni da seguire: è una cane che non tende all’obesità, dunque vi basterà bilanciare la sua alimentazione e ricordarvi che questa razza ha bisogno di fare un po’ di moto ogni giorno.

In generale si tratta di un cane assolutamente adatto alla vita d’appartamento. Non c’è da spendere molto in toelettatura poiché il pelo dello Shiba è abbastanza facile da tenere pulito.

Shiba Inu: prezzo e allevamenti

Dove comprare uno Shiba Inu? La razza è diffusa in tutto il mondo, a partire dall’America. In Europa è più facile trovarli nei Paesi Scandinavi e nella zona mitteleuropea soprattutto in Belgio, Germania e Olanda.

Sul Mediterraneo la faccenda si complica un po’ nella misura in cui la razza non è ancora presente in Italia, Francia e Spagna, per quanto non sia un’impresa impossibile procurarsi un esemplare anche da queste parti e gli Shiba inizino a vedersi sempre di più anche da queste parti.

Quanto può arrivare a costare qualche “volpe samurai”?  Non essendo ancora troppo presente sul nostro territorio, lo Shiba ha un prezzo abbastanza elevato: per un cucciolo la cifra può oscillare dagli 800 ai 1400 euro. Tenete conto che si tratta di un razza molto affidabile, robusta e longeva.

Cosa aspettate ad andarne a vedere qualcuno dal vivo? Magari potreste trovare il vostro Hachiko e , soprattutto, il vostro migliore amico. Lo Shiba Inu fa parte dei cani di tipo spitz asiatici, perciò potrebbero interessarti anche: