Schnauzer medio: carattere, salute, prezzo e allevamenti

0
2577

Nel nostro approfondimento andiamo ad analizzare la versione media dello Schnauzer, una delle razze più apprezzate dagli italiani.

Lo Schnauzer è uno dei cani in assoluto più apprezzati nel nostro Paese. Lo testimonia un gran numero di allevamenti sparsi sul territorio, ma non solo. Si tratta di una razza che ormai è diventata una vera e propria icona.

Questo cane di origine tedesca, elegante e pittoresco, sembra davvero esser riuscito a fare breccia nel cuore di moltissimi concittadini. Lo avrai visto di sicuro almeno una volta e se per caso il nome non dovessi dirvi nulla così com’è, forse potrebbe tornare utile andare a capire come si traduce dal tedesco all’italiano. Infatti l’etimologia del nome di questa razza va immediatamente a connotarla a livello estetico: in lingua tedesca “Schnauzer” è l’unione di due termini che vogliono dire “baffo” e “muso”.

Lo Schnauzer sembra in effetti portare qualcosa di molto simile ad un paio di baffi! Volendo possiamo dire che sembra abbia proprio una barba folta. Questa sua peculiarità inconfondibile gli conferisce un’aria da un lato un po’ buffa ma dall’altro anche piuttosto signorile.

In questo articolo proveremo ad analizzare al meglio anche tutte le altre peculiarità di questa razza tanto amata, oltre che a fornire una quadro generale del carattere dello Schnauzer. Nella fattispecie di occuperemo dello Schnauzer medio. A questo punto diventa fondamentale fare ordine tra le taglie di questa razza, dal momento che sono tre e spesso si rischia di fare confusione. Ovviamente parliamo di una distinzione legata alla grandezza dell’esemplare in questione.

Esistono 3 tipi di Schnazuer: quello nano, quello medio (oggetto della nostra trattazione) e quello gigante. I nomi che si utilizzano in lingua originale sono Schnauzer senza alcuna dicitura aggiuntiva per il medio, Riesenschnauzer per il gigante e Zwergschnauzer per il nano.

Concentriamoci ora su quello di taglia M partendo, come sempre, dalle sue origini o meglio dalla sua carta di identità.

Schnauzer medio: origini e caratteristiche fisiche

Si tratta di una razza imparentata con pinscher, molossoidi e bovari svizzeri, dai quali differisce giusto in relazione ala taglia. Lo Schnauzer ha inizialmente intrapreso la “carriera militare” come cane da caccia, affiancando colleghi come il Terrier.

Negli anni però la sua indole lo ha portato ad essere utilizzato più come cane da guardia e/o da difesa, piuttosto che come segugio. In seguito si è affermato anche come semplice cane da compagnia, sebbene sempre molto attivo e pimpante, adatto insomma ad una vita “sull’attenti”.

Parliamo ovviamente di un cane di taglia media. Le geometrie della sua corporatura sono piuttosto interessanti: si tratta infatti di cane compatto e robusto, dalla forma vagamente quadrata. Diciamo che è un cane molto “squadrato” e questo gli conferisce un aspetto molto particolare.

Sembra meno sinuoso di altri amici a quattro zampe eppure riesce comunque ad avere un aspetto molto elegante, oltre che ad ispirare simpatia. La sia altezza al garrese varia dai 45 ai 50 cm per quanto riguarda gli esemplari di sesso maschile, mentre si abbassa non di molto per le femmine. Il tronco quadrangolare conferisce al cane un’andatura molto “ritmica” e cadenzata.

Le orecchie hanno una forma a V e non sono troppo lunghe, sono inoltre sempre alte e dritte. Lo stop è piuttosto marcato, così come il tartufo, che è nero e ben evidente. Gli occhi sono scuri e leggermente ovali. La coda è attaccata alta e quasi sempre tende verso l’alto.

La testa è molto massiccia e presenta la caratteristica forma allungata: immaginate un parallelepipede di pelo! Il mantello è spesso nero ma sono ammesse anche tonalità miste “sale e pepe”. È la consistenza del pelo ad essere caratteristiche: molto forte e spessa, con un sottopelo altrettanto ruvido e quasi “lanoso”.

E poi, ovviamente, come non citare la sua barba e le sue folte sopracciglia! Secondi molti italiani lo Schnauzer medio ricorderebbe l’esimio Maestro Beppe Vessicchio, celebre direttore d’orchestra nostrano!

Schnauzer medio: carattere

Lo Schnauzer medio è un cane piuttosto equilibrato, nel complesso. Se la versione piccola è utilizzata per lo più come cane da compagnia e quella gigante come esemplare da difesa, la taglia Medium è soprattutto da guardia. Si tratta di una razza molto intelligente, capace di adattarsi in diverse situazioni, dunque facilmente addestrabile.

Tende ad essere diffidente con gli estranei, ma senza esagerare: non abbaia in maniera eccessiva né si incattivisce, tutt’al più resta un po’ sulle sue. Possiamo tra l’altro affermare che è un cane assolutamente adatto ai bambini: in generale lo Schnauzer è leale e fidato coi padroni.

Data la sua versatilità riesce ad adattarsi senza grossi patemi alla vita d’appartamento, tuttavia è sicuramente consigliabile una casa con giardino.

Schnauzer medio: salute

È un cane che ha bisogno di molte cure? “Ni”. Lo Schnauzer è indubbiamente una razza sana e tonica, tuttavia bisogna sicuramente prestare attenzione alla sua alimentazione poiché ha la tendenza ad ingrassare rischiando di incappare in problemi di obesità e colesterolo (che possono sfociare nell’iperlipidemia e quindi in problemi cardiovascolari).

In questo senso, attenzione anche al pancreas, spesso soggetto a pancreatite (soprattutto se il cane mangia tanti grassi!) ma anche alla parvovirosi (una infiammazione che può provocare diarrea e vomito).

Come prevenire queste patologie? Date a vostro amico peloso sempre del cibo di qualità: i soldi che spendete in più per la sua alimentazione… li risparmierete in veterinario! Detto ciò una visita di controllo non fa mai male.

Schnauzer medio: prezzo e allevamenti

Lo Schnauzer (medio e non solo) è un “best seller” nel nostro Paese. Si tratta di una razza molto apprezzata e diffusa, di conseguenza dovrebbe essere facile trovare l’esemplare che fa per voi. Gli allevamenti infatti sono all’incirca una trentina, per di più sparsi un po’ lungo l’intero arco della Penisola.

Facciamo riferimento – nel complesso – alle 3 taglie, ma praticamente ovunque dovreste trovare la tipologia “medium”. Basandoci sulle liste ufficiali e certificate dell’ENCI riportiamo che la regione con il maggior numero di allevamenti di Schnauzer medio è la Lombardia (con ben 7 strutture sparse sul territorio).

Segue a ruota il Piemonte con 7 allevamenti. Sul gradino più basso del podio troviamo Marche e Sicilia, entrambe con un tris di strutture adibite.

Quanto può arrivare a costare il nostro cane baffuto? Il prezzo dello Schnauzer medio si aggira intorno ai 1000 euro. Essendoci un buon numero di allevamenti potreste comunque trovare un margine di trattativa. Controllate sempre il pedigree dell’esemplare che avete intenzione di acquistare e ragionate anche sull’utilizzo che volete farne.

Per il resto godetevi la vita con questo amico adatto a tutte le occasioni, fedele ma non invadente, vivace senza essere esuberante. E, ovviamente, con dei baffi e delle sopracciglia da far invidia!

Lo Schnauzer medio fa parte dei cani di tipo Pinscher e Schnauzer, perciò potrebbero interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here