Dog sitter e pet sitter: cosa sono, dove trovarli e come diventarne uno

0
169
Scegliere il dog sitter

Il Dog sitter, anche chiamato Pet sitter, è una figura molto importanti che si prenderà cura del nostro amico a quattro zampe

Il dog sitter è una figura professionale relativamente recente: fino a poco più di un decennio fa praticamente non esisteva nemmeno; poi con l’aumento progressivo del numero dei cani presenti nelle nostre famiglie è nata questa nuova professione per rispondere alle esigenze di accudimento dei pet anche in caso di assenza del proprietario. Di fatto, il pet sitter che viene chiamato comunemente dog sitter, si prende cura del animale quando i loro padroni sono al lavoro, impegnati o in vacanza.

Molti padroni infatti sono impegnati per la maggior parte della giornata fuori casa o per lavoro o per i vari impegni della vita quotidiana, ma questi non vogliono rinunciare alla gioia di avere accanto a sé un adorabile cane.

Questo però non deve andare a scapito del quattrozampe che ha le sue necessità e non può rimanere in casa da solo tutto il giorno per cinque giorni a settimana, ma necessita del contatto umano, come pure di fare movimento e attività fisica, di socializzare con i propri simili e di conoscere il mondo esterno.

E allora, come conciliare le esigenze del nostro cane con i ritmi spesso frenetici della nostra vita? Il dog sitter può essere la soluzione al problema, ma ovviamente ogni padrone vuole essere sicuro di lasciare il proprio pet in mani sicure. Come scegliere il giusto dog sitter per il cane?

Dog sitter: scegliere quello giusto

  • Un metodo valido può essere quello di chiedere al proprio veterinario, che spesso dispone di nominativi di persone che svolgono questo servizio: è importante a questo proposito assicurarsi che siano persone conosciute, su cui il veterinario possa dare qualche referenza e non soltanto passate in studio a lasciare qualche volantino da appendere;
  • Il passaparola è sempre efficace: sicuramente il vostro cane avrà fatto amicizia con altri quattrozampe della zona e, di conseguenza, voi avrete conosciuto i loro padroni. È probabile che qualcuno di loro abbia già avuto bisogno di un servizio di dog sitting; chiedete a loro: potrebbero avere la persona adatta a voi e fornirvi i dettagli della loro esperienza;
  • Vista la crescente richiesta di dog sitting, negli ultimi anni sono nati alcuni siti dedicati, allo scopo di far incontrare la domanda con l’offerta: alcuni hanno sede all’estero, ma offrono servizi anche in Italia (come dogbuddy.it e holidog.it), ma recentemente ne è stato creato anche uno tutto italiano (petme.it). Questi portali funzionano come un motore di ricerca: basta iscriversi, inserire la città (a volte anche il quartiere di residenza), le date in cui avete bisogno di un Pet sitter e avviare la ricerca. Vi comparirà un elenco di potenziali professionisti di cui potrete leggere le schede personali con i loro dati e recapiti e le loro precedenti esperienze. A questo punto basterà contattare direttamente quello che più vi piace, eventualmente incontrarlo per conoscerlo di persona, accordarsi sull’incarico ed effettuare la prenotazione on line. Così sarà più facile scegliere il dog sitter più adatto.

E in quanto ai costi per un Pet sitter?

Quanto ai costi, generalmente sui siti è già indicata la tariffa per ogni pet sitter, di solito comprensiva delle commissioni che andranno al sito e le spese di assicurazione. Tutti questi portali infatti includono nel servizio una copertura assicurativa che include eventuali spese veterinarie (nel caso il vostro pet avesse bisogno di cure mediche in vostra assenza) ed eventuali danni causati dal vostro quattrozampe a cose o persone.

Scegliere il dog sitter

Dog sitter: come scegliere il più adatto per il vostro cane?

Una volta trovati i contatti, come fare per essere sicuri di scegliere il dog sitter più adatto per il proprio pet? Anzitutto dipende dal tipo di servizio di cui avete bisogno: le esigenze cambiano se cercate una persona che porti il cane al parco a fare una passeggiata durante il giorno mentre voi siete fuori casa, oppure se avete necessità di qualcuno a cui affidare il vostro quattrozampe per qualche giorno perché il lavoro vi costringe ad andare fuori città.

In questo caso le possibili soluzioni sono due: o il dog sitter terrà il vostro cane trasferendosi temporaneamente a casa vostra oppure porterà il cane a casa propria; in questa seconda evenienza è importante andare prima a vedere di persona il luogo in cui soggiornerà il vostro Fido, per assicurarsi che sia idoneo e accogliente e non si limiti ad un recinto o ad una gabbia.

È consigliabile fare una prova, magari di un giorno, per vedere come si trova il cane in quell’ambiente e con quella persona. A questo fine è importante spiegare bene al dog sitter qual è il carattere del vostro cane, le sue abitudini, se ha delle necessità particolari (come ad esempio se deve assumere farmaci), o se ha dei problemi di gestione. Solo essendo esaustivi e del tutto sinceri sarete sicuri che la persona scelta sia in grado di soddisfare completamente le esigenze del vostro cane.

Se dovete lasciare il vostro quattrozampe per più giorni, premuratevi di cercare il dog sitter con un sufficiente anticipo, in modo da avere il tempo necessario per incontrarlo e prendere tutti gli accordi del caso in anticipo, così da poter scegliere con calma e serenità.