Savona, sindaco vieta ai cani il centro storico: è polemica

0
100

Decisione che scatenerà inevitabilmente polemiche quella del sindaco di Savona.

Da oggi nel centro storico di Savona i cani non potranno più fare i bisogni nelle vie centrali della città. Nei portici di via Paleocapa, nella piazza del monumento ai Caduti e per corso Italia i cani saranno i benvenuti, ma solo se non si “lasceranno andare”.

Ecco le motivazioni di Ilaria Caprioglio, sindaco della città ligure: “Sono stata spinta dallo stato in cui versano le strade, dove i pilastri del portici, i muri dei negozi e la pavimentazione sono anneriti dalle minzioni dei cani“.

Ovviamente si sono già accese le polemiche, dal momento che di fatto in questo modo il centro storico viene precluso ai quattro zampe. Ecco le parole di Gianni Buzzi, presidente dell’Enpa provinciale: “Siamo terrorizzati dal contenuto di questa ordinanza. Così facendo gli animali, e indirettamente i loro padroni, vengono esclusi da parte del centro cittadino”.

Per i consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle l’ordinanza non può essere accettata: “Appare illegittima, poiché viola indirettamente la libertà di circolazione dei cittadini con i cani“. La sindaca risponde così: “Nessuna esclusione dei cani dalla città, sarà sufficiente, al momento del bisogno, trascinarlo rapidamente giù dal marciapiede“.

In molti però hanno dubbi sulla sicurezza: in via Paleocapa infatti, accanto al marciapiede, passano i bus. Senza contare il fatto che la “manovra” suggerita dalla sindaca potrebbe essere tutto fuorchè di semplice realizzazione (alcune tracce di urina potrebbero rimanere a terra e causare la multa).

Cosa dire? La questione è complessa, e come sempre bisogna ragionare in maniera lucida: noi amiamo i nostri cagnolini, ma ci sono persone che purtroppo non raccolgono le loro deiezioni. A Savona accade che una buona fetta di popolazione si lamenta a gran voce dei padroni dei cani che non raccolgono, ma ci sono moltissimi che invece lo fanno.

I cani a Savona sono 6.400, non pochi, e quest’ordinanza rischia di colpire indistintamente i padroni attenti ed educati da quelli incivili. Gli animalisti intanto hanno messo in atto un’azione di protesta che sta anche girando sui social: #boicottiamo lo shopping natalizio nei negozi del centro. Tuttavia Caprioglio ha dichiarato: “Abbiamo ascoltato doverosamente le continue lamentele di commercianti, esasperati per le condizioni delle strade“.

Potrebbe interessarti anche https://www.razzedicani.net/deiezioni-canine-non-raccolte-le-possibili-sanzioni/