Salute del cane: alcuni consigli per mantenerla

Salute del cane: come mantenerla nel tempo?

Nell’ultimo trentennio la vita media dei nostri cani si è decisamente allungata perché si è diffusa sempre più la cultura dell’animale domestico quale membro della famiglia che, in quanto tale, va curato e rispettato e, di conseguenza, è cresciuta l’attenzione per la salute del cane.

Ci sono alcuni importanti accorgimenti che, se osservati, possono contribuire a garantire una buona salute del cane, preservandolo il più a lungo possibile e quindi aumentando la sua aspettativa di vita.

VISITA PERIODICA DAL VETERINARIO: è bene che il cane, anche quando giovane e apparentemente sano, sia sottoposto ad un controllo veterinario almeno una volta all’anno, magari facendolo coincidere con il richiamo della vaccinazione.

Il medico infatti, attraverso un’accurata visita generale, potrebbe cogliere alcuni possibili segnali o sintomi di malattia che al padrone possono sfuggire e, visto che anche per i cani come per noi esseri umani, la prevenzione è un importante strumento di cura, un check-up periodico può contribuire, a volte in maniera determinante, a garantire la salute del nostro cane.

VACCINAZIONI E PROFILASSI: sono molte le malattie che il cane può contrarre, trasmissibili per via aerea, con la saliva o per inoculazione, da cui oggi è possibile proteggerlo con l’adeguata vaccinazione o profilassi.

Per questo ogni anno viene ripetuto al cane il richiamo del vaccino contro alcune gravi malattie, quali la leptospirosi (trasmessa dai topi), il cimurro (virale), la parvovirosi (detta anche gastroenterite trasmissibile) e l’epatite infettiva (anch’essa virale, non collegabile all’epatite umana).

Oltre a ciò occorre però anche effettuare la profilassi contro alcune patologie che il cane può contrarre attraverso il morso di insetti, come la leishmaniosi, trasmessa dalla puntura dei flebotomi o pappataci, simili alle zanzare, che provoca una sintomatologia dermatologica e colpisce vari organi interni.

Per prevenirla è importante preservare la salute del cane con gli appositi antiparassitari (spot-on, collarini, ecc) e dal 2012 anche con uno specifico vaccino.

Un’altra importante malattia trasmessa dagli insetti, in particolare dalla zanzara tigre, è la filariosi, che porta a gravi conseguenze cardiopolmonari. Anche in questo caso è fondamentale eseguire la profilassi antiparassitaria, anche mediante la somministrazione dell’apposito farmaco in compresse appetibili da assumere mensilmente, previo test specifico eseguito dal veterinario verso marzo-aprile con prelievo di sangue, per accertare che il cane non sia venuto a contatto con la malattia.

Salute del cane

Salute del cane: lo stile di vita conta

Oltre ai necessari controlli e cure veterinari, per garantire una buona salute del cane è altrettanto importante fare in modo che segua uno stile di vita corretto e sano; a questo scopo occorre prestare attenzione ad:

ALIMENTAZIONE: che si scelga una dieta naturale o industriale è sempre bene prima chiedere consiglio al veterinario sulla tipologia, ma anche sulle quantità e sui tempi di somministrazione.

È fondamentale infatti che il cane segua un’alimentazione equilibrata in base alla sua età, alla sua razza e al tipo di vita che svolge. Assolutamente da prevenire ed evitare il sovrappeso, in aumento anche tra la popolazione canina, spesso causa di patologie gravi quali il diabete.

ATTIVITÀ FISICA: fare moto è un consiglio che spesso viene dato a noi umani per mantenerci in forma, ma che è altrettanto valido anche per preservare la salute del cane. Con le dovute differenze di razza e di taglia è bene garantire al vostro quattrozampe un’adeguata attività, necessaria ad un buon equilibrio fisico e mentale.