Russian Toy: carattere, allevamenti e prezzo

0
617

Il Russian Toy è un cane recente, ed è un quattro zampe simbolo della Grande Madre Russia. Ecco le sue caratteristiche.

Oggi parliamo di un cane figlio della Grande Madre Patria Russia. Si tratta infatti una razza nata, anzi creata ad hoc, proprio in terra sovietica. Avete intuito bene: il Russian Toy è un cane creato in laboratorio. C’è chi dice quasi “per caso”, sebbene in realtà questa razza sia frutto di un buon numero di incroci, piuttosto certosino, avvenuto dopo gli Anni Cinquanta.

Il tutto nasce da una fascinazione per una razza inglese: il Toy Terrier. Questo “soldatino” britannico era molto apprezzato in Russia, tant’è che si era diffuso negli sterminati ex territori dello Zar.

Non sarebbe lecito dire che i russi abbiano voluto “copiare” la versione britannica del Toy. La vicenda infatti è un po’ più intricata. Praticamente, come accennavamo, all’inizio del Novecento il Toy Terrier inizia ad avere una buona diffusione in Russia. In particolare, questa razza che oggi potremmo definire quasi “da borsetta”, attecchì nelle classi più abbienti.

Insomma, divenne uno degli animaletti preferiti dai ricchi russi. Da un lato si trattava di un socievole cane da compagnia, dall’altro anche di un simpatico cane “ornamentale”, da sfoggiare abbinato ad un vestito d’antan. Tuttavia a cavallo tra gli anni venti e gli anni Cinquanta del secolo qualcosa è andato storto nella catena di allevamento di questa razza, che piano piano ha iniziato a diradarsi, riducendo drasticamente il numero di esemplari in vendita e in circolazione.

La razza, in seguito, ha rischiato addirittura l’estinzione! Ma l’alta borghesia sovietica non poteva certo restare senza la propria razza da appartamento preferita. Allora, diciamo sul finire degli Anni 50, un team di ginecologi si mise al lavoro per trovare una soluzione. Non ci è dato sapere se l’obiettivo reale degli studiosi fosse semplicemente rimpolpare la popolazione dei Terrier o creare una razza completamente diversa dalla matrice inglese, tuttavia oggi possiamo affermare che approdarono ad una sorta di via di mezzo.

Una razza che mutuava alcune caratteristiche dal Toy terrier inglese ma tuttavia poteva definirsi decisamente nuova e “altra”. In questo nostra monografia proveremo ad elencare quelle che sono le caratteristiche principali del Toy Russo, sia dal punto di vista fisico che per quanto riguarda l’indole della razza.

Iniziamo col dire che il Russian Toy ha – sin quasi dalle prime battute – subìto una “biforcazione”. Si è andata a distinguere una versione a pelo lungo e a pelo corto, che differiscono davvero unicamente per la lunghezza del manto (che vedremo più nel dettaglio a breve).

Russian Toy: caratteristiche fisiche e aspetto

Rientra nei cani di piccola taglia, compatto e a suo modo elegante. La caratteristica che più spicca all’occhio ad un primo sguardo è però legate alle orecchie: piuttosto grandi rispetto alla corporatura di questa razza, che per certi versi sembra un po’ un “pipistrello chic”. Le orecchie infatti, pur essendo grandi, non risultano affatto sgradevoli, anzi: sono diventate il marchio di fabbrica del Russian Toy, in grado da un alto di differenziarlo dal “cugino” inglese dall’altro di caratterizzarlo in generale.

A livello di peso siamo sui 3 Kg circa. Un mignon quindi, tuttavia ben proporzionato e muscoloso. Gli arti sono abbastanza oblunghi in proporzione e si fanno notare le unghie scure (nere oppure del colore del manto). Come abbiamo premesso: la testa non è affatto grande o sproporzionata, sono giusto le orecchie a spiccare.

Il muso invece è abbastanza stretto e a punta: su di esso si staglia un tartufo piccino, di colore scuro. Anche gli occhietti sono scuri, questi sì un pelo sporgenti: vitrei e “a palla”. La coda spesso viene tagliata, altrimenti ha tendenzialmente una forma a falce.

Andiamo ora ad analizzare le due tipologie di mantello, a pelo lungo oppure corto. I nomi tecnici delle due tipologie sono: Longhaired Russian Toy Terrier (lungo) e Smooth haired Toy Terrier (corto). Precisiamo che la prima versione è quella a pelo corto. Come è nata poi la controparte “long”? Sembrerebbe – anche in quest’occasione – quasi per caso.

Siamo nel 1958 a Mosca quando nasce un Russian Toy dal pelo allungato in alcuni punti: questa versione in qualche modo sembra poter incontrare il gusto del pubblico, di conseguenza viene “incoraggiata” attraverso una serie di incroci con esemplari dal pelo lungo. Il nuovo look in effetti piacerà molto ai cinofili russi e non solo.

Russian Toy: carattere

Si tratta di un cane da compagnia dunque per sua natura piuttosto socievole e fedele. Non risulta quasi mai aggressivo o scontroso, anzi è disponibile e curioso. Si lega molto al proprio padrone, figura verso la quale nutra la più totale fiducia e devozione.

Non fatevi ingannare dalle dimensioni: come spesso accadete ad essere più “fifoni” sono i colossi pelosi mentre i cani di piccola taglia come lui sono piuttosto coraggiosi e non si tirano indietro davanti alle sfide.

Russian Toy: prezzo e allevamenti

Questa razza in Italia è piuttosto conosciuta e diffusa, sebbene non si tratta di uno dei “top player” a livello cinofilo nel Bel Paese. Gli allevamenti comunque non mancano, in diversi punti “strategici” della Penisola. Ma di che numero stiamo parlando? Secondo i dati ufficiali si parla di circa una quarantina di allevamenti di Russian Toy da Nord e Sud dello Stivale.

Va detto che queste statistiche fanno riferimento al periodo intorno al 2011 e nel mentre si è registrato anche un calo delle vendite e dunque dei punti vendita del Russian Toy in Italia. Tuttavia diciamo che non dovreste far fatica a trovare un esemplare con cui diventare amici! Ce ne sono due vicino a Roma; poi a Caserta e Reggio Emilia. E ancora a Brescia e Ancona.

Ma che cifra dovreste sborsare per il “peluche della nobiltà russa”: diciamo né troppo né troppo poco. Il costo di un Russin Toy infatti si attesta intorno ad una cifra che oscilla tra i 500 e gli 800 euro. Il prezzo può variare ovviamente da regione a regione, oppure se tentate l’acquisto online. Ad ogni modo il cane è longevo e non necessita di troppe cure, di conseguenza potrebbe essere un acquisto azzeccato se siete alla ricerca di un “toy dog” dal grande cuore!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here