Raffreddore nel cane: sintomi, cura e rimedi naturali

Raffreddore nel cane, non trascurare i sintomi: ecco quali sono cure e terapie per il raffreddore del tuo migliore amico.

Nel nostro focus sulle malattie respiratorie avevamo parlato anche di quelle patologie più comuni e facilmente curabili che colpiscono il nostro quattrozampe: il raffreddore nel cane fa proprio parte di queste.

Si tratta di una malattia stagionale oppure dovuta a frequenti sbalzi di temperatura, che se non trascurata può guarire in pochi giorni. Attenzione però a non sottovalutarla: infatti questo disturbo fa a colpire una delle parti più sensibili del nostro pet, e cioè il naso.

Quindi il raffreddore nel cane, a differenza di quello umano, deve essere curato tempestivamente senza magari far passare dei giorni. Come può avvenire lo sviluppo di questo problema? Semplice: o può essere di tipo virale oppure troppa esposizione a temperature fredde e/o escursioni termiche continue.

Perchè è necessario intervenire subito con la cura apposita? Perchè c’è il rischio che un semplice raffreddore diventi una bronchite oppure una tracheite. Come si suol dire, sempre meglio prevenire che curare: ma come? Ad esempio non esporre il cane a temperature rigide, perciò quando lo si porta fuori a fare i propri bisogni, coprirlo con appositi cappottini o impermeabili se piove; non sottoporlo ad intensa attività fisica, ma lasciarlo tranquillo e a riposo;

Raffreddore nel cane: sintomi

I sintomi del raffreddore nel cane non sono molto differenti rispetto alla patologia che colpisce l’uomo, con una notevole differenze: il fatto che il cane non possa utilizzare il suo naso diventa insopportabile per lui. Le manifestazioni più evidenti sono:

Soprattutto noteremo un cambiamento di atteggiamento da parte del nostro cagnolino: infatti si andrà a rifugiare in un angolino o comunque non sarà vivace come sempre.

Raffreddore del cane: cura e rimedi naturali

Innanzitutto, appena notiamo che potremmo trovarci di fronte ad un raffreddore nel cane, andiamo subito dal nostro veterinario: lui saprà indicarci quali sono state le cause e l’entità del problema. Probabilmente serviranno delle medicine, che è bene nascondere nel cibo.

A volte basterà solo un po’ di riposo, molta acqua (visto che le perdite di liquidi ci saranno) e alcuni rimedi naturali come propoli e miele (anche qui meglio sentire il parere dell’esperto).