Parvovirosi nel cane: cos’è, sintomi, cause e cura

0
478

Cos’è la parvovirosi nel cane? Si tratta di una patologia con sintomi assolutamente da non trascurare. Cause e cure nel nostro articolo.

Il parvovirus è appunto un virus molto piccolo, responsabile della parvovirosi canina. In verità si può trovare anche in altri animali, come gatti e conigli ad esempio, e provoca quella che è a tutti gli effetti una patologia aggressiva e che va a colpire in particolare cuccioli e cani adulti non vaccinati.

La parvovirosi nel cane si trasmette tramite contatto oro-fecale: come avviene? Semplice: quando le feci dei cuccioli vengono pulite dalla madre, uno di essi – contagiato – la passerà a tutta la cucciolata e quindi alla madre stessa. Se dovessimo toccare cani di persone sconosciute dunque, sempre meglio disinfettarsi le mani o mettersi i guanti.

Per evitare che ciò accada è necessario, prima di toccare i cuccioli, indossare guanti monouso: così non li infetterete, se avete toccato un cane già contagiato. Adesso andiamo a vedere i sintomi della parvovirosi canina, partendo da una premessa: essi potrebbero presentarsi non prima di 10 giorni da quando il cane è stato effettivamente contagiato.

Parvovirosi nel cane: sintomi

I soggetti che sono maggiormente esposti ad essere contagiati dal virus sono i cuccioli di poche settimane, fino a 6 mesi, quando il primo ciclo di vaccinazioni sarà completato. Come detto però non è escluso che venga colpito un cane adulto, se non vaccinato. E sarà proprio quest’ultimo a portare il virus dal momento che l’espulsione tramite feci avviene già giorni prima rispetto al manifestarsi dei sintomi.

Ma quali sono effettivamente i sintomi della parvovirosi nel cane?

  • vomito
  • diarrea
  • febbre
  • dolori addominali
  • spossatezza
  • muco e sangue nelle feci
  • inappetenza
  • letargia
  • tachicardia

I sintomi si manifestano di solito dopo una decina di giorni, massimo due settimane, di incubazione. Non si tratta di una patologia mortale, tuttavia è estremamente pericolosa: oltre ad abbassare drasticamente le difese immunitarie, sono davvero molte le infezioni secondarie e, queste si, possono portare alla morte.

Il virus va a colpire gli organi del cane: i reni, il fegato e il cuore vanno progressivamente a perdere il loro abituale buon funzionamento. Nei casi più gravi si bloccano totalmente.

Parvovirosi nel cane: cura

Ma come curare la parvovirosi nel cane? Ovviamente dovete rivolgervi al vostro veterinario, ma in ogni caso ci sarà bisogno di una terapia antibiotica, insieme a gastroprotettori e antiemetici. Nel caso in cui vomito e diarrea continuino, l’alimentazione del vostro cane dovrà essere disciplinata dal veterinario stesso.

Con una buona terapia le percentuali che il quattro zampe riesca a a superare la crisi sono buone, ma questa malattia resta davvero ostica da debellare, e spesso può portare alla morte, in special modo per i cuccioli, non ancora provvisti degli anticorpi necessari per superare i primi giorni di vita in caso di contagio.

In ogni caso, sempre meglio prevenire con il vaccino che curare: parlate con il vostro veterinario di fiducia, lasciatevi consigliare da lui come comportarvi. Il vaccino contro la parvovirosi nel cane è obbligatorio, esattamente come quello contro l’epatite infettiva, il cimurro o la leptospirosi.