Orecchie del cane: come pulirle e curarle

0
300

Mantenere pulite le orecchie del nostro cane è molto importante, sia per il suo udito che per la sua salute in generale.

Le orecchie del cane rappresentano una delle parti più importanti del quattro zampe: il loro stato di salute influisce in senso stretto sull’udito del pet, che è sicuramente il senso più importante per i nostri amici pelosi (quando le orecchie sono sporche infatti viene ostacolato il passaggio dell’aria).

Non solo: l’igiene delle orecchie è fondamentale anche perchè lo sporco può provocare delle infezioni e quindi delle malattie. Nel nostro focus andremo a fornire tutta una serie di consigli per pulire le orecchie del cane, per evitare che sviluppi patologie gravi come ad esempio la sordità.

Partiamo da una premessa: le orecchie dovrebbero essere pulite almeno una volta ogni due settimane, e più questa cosa diventerà sistematica più diverrà facile, perchè in primis abituerete il vostro cane alla pulizia. Per i cani con le orecchie lunghe è comunque consigliabile pulirle anche tutte le settimane.

Prima però di iniziare a pulirle, è bene verificare lo stato di salute delle orecchie: se il cane si ritrae, scuote la testa oppure se le gratta, significa che qualcosa non va. Potrebbe esserci una qualche infezione, come l’otite. Quindi il consiglio è quello di effettuare un controllo preliminare dal veterinario per capire se ci sono problemi di questo tipo.

Se il colore delle orecchie del cane è sul rosa pallido allora sta bene: infatti arrossamenti, irritazioni, perdite di sangue ecc. sono situazioni che ci fanno dire che il cane non è in salute da questo punto di vista. Un altro fattore da tenere in considerazione è il cattivo odore: se c’è, allora bisogna fare attenzione perchè orecchie sane non emanano odori maleodoranti.

Perciò se vi trovate di fronte ad una situazione anomala (come quelle citate), rivolgetevi subito al vostro veterinario.

Come pulire le orecchie del cane: parte esterna e interna

Se invece le orecchie del cane sono ok, potete procedere con la pulizia. Partiamo da quella esterna, che non è molto difficile da realizzare: usando un panno umido bagnato in acqua tiepida e shampoo, basta strofinare in maniera delicata.

Una volta terminato questo massaggio, asciugatele con un asciugamano: non lasciate residui di prodotto perchè potrebbe irritare la zona. La parte esterna delle orecchie è pulita, ora dovete passare a quella interna. E qui aumentano le difficoltà.

Infatti la zona interna è molto più delicata: per pulirla al meglio serve una garza da avvolgere prima su un vostro dito e poi da introdurre piano piano dentro l’orecchio senza però arrivare al fondo (perchè l’acqua, depositandosi, potrebbe divenire terreno fertile per batteri di varia specie). Andrà così a pulire la zona interna e a rimuovere il cerume.

Per quanto concerne i prodotti, in commercio ne esistono diversi per aiutare a dissolvere il cerume accumulato. Vi consigliamo caldamente però di non utilizzare nulla senza aver prima chiesto parere al vostro veterinario: solo lui saprà indicarvi se e quali acquistare.