Malattie comportamentali nel cane anziano: ecco i disturbi più frequenti

0
2328

Il cane anziano può contrarre alcuni disturbi comportamentali che in alcuni casi sfociano in vere e proprie malattie.

Il cane può invecchiare bene oppure male: nel primo caso avremo un quattro zampe senza problemi per quanto riguarda il suo comportamento (al massimo acquisterà una certa lentezza nelle sue reazioni. Nel secondo caso invece il cane anziano manifesta disturbi cognitivi e alterazioni dell’umore e emozioni.

Così ci troviamo di fronte ad una fase involutiva che deve essere gestita con molta attenzione, anche perchè può sfociare addirittura in depressione. Il nostro pet infatti è agitato perchè non riesce a rispondere a quegli stimoli che prima non erano affatto un problema. Le attività del cagnolino si riducono, in poche parole sta regredendo all’età infantile, e magari non controlla nemmeno più l’espulsione di feci e urina (eliminazione inappropriata).

In sostanza perde il controllo di sè. Possono esserci anche dei fattori esterni scatenanti che possono condurre a questa depressione, come ad esempio un’ansia da separazione non curata, oppure alcuni disturbi legati ad alcune sindromi (come quella da privazione sensoriale oppure da ipersensibilità-iperattività).

Un aspetto da non sottovalutare potrebbe anche essere il cambiamento del rapporto con il proprietario, perchè può accadere che egli, senza cattiveria, si distacchi dal suo quattro zampe (perchè ad esempio manifesta odori più sgradevoli, oppure perchè in casa è arrivato un bambino e le vostre attenzioni sono rivolte maggiormente a lui). State vicino al vostro cane, non lasciatelo solo o in disparte perchè lui ne soffrirà.

Potrebbe succedere che il vostro cane anziano manifesti questi problemi comportamentali anche per via di alcuni farmaci che gli avete somministrato (soprattutto cortisonici o neurolettici), oppure perchè fisicamente di alcune patologie, e ciò lo porta ad avere problemi di depressione (questo succede soprattutto ai cani da lavoro quando gli viene bloccata ogni tipo di attività agonistica).

Bisogna tenere in considerazione anche alcuni fattori interni che potrebbero poi portare a malattie comportamentali del cane anziano. Tra questi ad esempio le malattie ormonali come l’ipotiroidismo, ma anche tumori cerebrali e insufficienze renali e epatiche.

Malattie comportamentali nel cane anziano: sintomi

Malattie comportamentali nel cane anziano: sintomi

Ma quali sono i sintomi principali quando il cane anziano contrae queste patologie di tipo comportamentale? Innanzitutto possiamo riscontrare alterazioni cognitive, dell’appetito e del sonno.

Si tratta di sintomi presenti anche in altre patologie di tipo neurologico ma anche in quelle ormonali (come il già citato ipotiroidismo e il morbo di Cushing). Non solo: sono riscontrabili anche nelle malattie virali.

Se l’articolo ti è piaciuto potrebbe interessarti anche: