Levriero Irlandese: carattere, altezza, salute, allevamento e prezzo

Il levriero irlandese è conosciuto come il colosso delle specie canine, ma la sua grande stazza nasconde un’indole dolce e affettuosa.

In quanto all’altezza, nessun cane può permettersi di superare il levriero irlandese: con i suoi 80 centimetri alla spalla è infatti il vero gigante del mondo canino.

Il levriero irlandese moderno è una razza relativamente recente, ma quello antico ha una storia molto affascinante, ed è cantato nei poemi epici dell’Irlanda antica con il nome di “cu”: alcuni dei più grandi eroi irlandesi come Cu Chulainn hanno preso questo appellativo proprio perché per loro era un grande onore potersi dire degni dell’affetto di un levriero irlandese.

La variante moderna è stata creata dal capitano scozzere George Augustus Graham, che tentò di salvaguardare dall’estinzione la razza – di cui verso la metà dell’Ottocento rimanevano ormai solo pochi esemplari – con l’incrocio di esemplari di deerhound, alano tedesco e borzoi russo.

Con la sua mole, la sua forza e la velocità, il levriero irlandese era in grado di tenere testa a un lupo nei tempi passati: e probabilmente oggi ne sarebbe ancora capace senza particolari difficoltà.

Sono molte le curiosità legate al levriero irlandese, un cane che seppe attirare l’attenzione anche di Giulio Cesare durante le sue battaglie contro i celti. Si tratta di una razza simbolo stesso dell’Irlanda e secondo gli ultimi studi vivono sull’Isola di Smeraldo almeno dal 7.000 avanti Cristo.

Nei racconti e nei resoconti storici d’Irlanda il compare molto spesso, con il nome di “cu”. Gli antichi irlandesi li usavano prima di tutto come cacciatori, ma anche come guardiani. L’eroe nazionale d’Irlanda, Cuchulainn, deriva il suo nome dall’aver ucciso il feroce mastino di Culain e di essersi offerto come suo rimpiazzo. Durante gli anni del dominio inglese, i levrieri irlandesi divennero molto popolari tra i nobili, e soltanto i più ricchi e i più potenti potevano averne uno.

Un poema di William Robert Spencer narra una famosa leggenda su Gelert, il levriero irlandese donato nel 1210 da Re Giovanni Senzaterra a Llewellyn, un principe del Galles che ne fu di fatto il dominatore per 50 anni. Gelert e Llewellyn divennero presto inseparabili, e un giorno lo lasciò a guardia di suo figlio in fasce mentre lui andava a caccia.

Al ritorno trovò solo Gelert, con le fauci coperte di sangue: preso dal furore Llewellyn lo uccise, ma un vagito gli fece scoprire che suo figlio si era salvato ed era illeso, mentre il sangue era di un lupo che aveva cercato di sbranare il piccolo. Llewellyn, non appena si rese conto del tragico terrore, si disperò e fece costruire una sontuosa tomba per Gelert, che ancora si può vedere a Beddgelert. Per il resto della sua vita, pare che Llewellyn non abbia mai più sorriso.

Levriero irlandese: carattere

Il levriero irlandese è un cane amabile e tranquillo, gentile e amorevole, ma  è in assoluto uno dei cani più “individualisti”, nel senso che ogni esemplare ha il suo carattere e la sua personalità. Malgrado la stazza, non bisogna temere che devasti una casa, perché si tratta di un cane quasi sempre molto controllato, introverso e riservato, tranquillo di natura e capace di sviluppare un legame straordinariamente solido con la propria famiglia.

Gli unici problemi sono quando è separato dai suoi “umani” per troppo tempo: in questo caso tende a diventare insofferente. Il motto storico utilizzato per descrivere i levrieri irlandesi nel loro paese d’origine è “gentile se accarezzato, fiero se provocato”. Il levriero irlandese può essere addestrato con facilità e risponde bene a un padrone fermo ma gentile.

levriero irlandese

A dispetto della sua mole veramente impressionante, il levriero irlandese può vivere in appartamento, e si adatta anche bene a stare sotto lo stesso tetto dei suoi padroni: inevitabile il bisogno di spazio anche interno, però, perché altrimenti ogni suo movimento rischia di essere un serio pericolo per il mobilio di casa.

È fondamentale che il levriero irlandese venga portato a passeggio piuttosto di frequente. Hanno un profilo energetico medio, quindi con l’esercizio appropriato possono abbandonare la loro natura “rurale” per la vita urbana e suburbana. Durante la crescita, vista la stazza, ha bisogno di un’alimentazione curata, anche se una volta adulto non richiede più cibo di un cane di stazza minore ma più grosso di corporatura.

Come tutti i levrieri, nascono soprattutto come cani da caccia e questa rimane la loro indole principale: hanno eccellenti capacità nella corsa e non avendo un temperamento particolarmente territoriale non si prestano a essere cani da guardia, puntando più a difendere le persone che le loro proprietà, e sono anche piuttosto amichevoli verso gli estranei.

Sono comunque eccellenti cani da compagnia, che devono essere educati e addestrati fin da cuccioli affinché la loro stazza non risulti davvero devastante. Pur non essendo dei cani da obedience sono molto portati a capire come comportarsi all’interno della vita sociale e familiare. Amano molto il contatto fisico e sono eccellenti cani da compagnia, oltre – come tutti i levrieri – cani da show.

Levriero irlandese: salute, patologie e aspettativa di vita

Quanto vive un Levriero Irlandese? l’aspettativa di vita di un levriero irlandese è bassa come per tutte le razze giganti: la media è di sette anni, anche se gli allevatori selezionano le famiglie più longeve per far arrivare questi cani anche a 10 o 12 anni.

Tra le malattie più comuni che ne ostacolano la longevità ci sono soprattutto gli osteosarcomi, oltre alla cardiomiopatia dilatativa; in particolare bisogna stare attenti quando si esegue la castrazione per scongiurare l’insorgere di tumori delle ossa, senza anticiparla troppo ma aspettando che il cane sia del tutto cresciuto.

Altri pericoli possono arrivare dalla torsione gastrica. Per mantenere una buona salute il levriero irlandese deve comunque praticare continuo esercizio fisico.

Leviero irlandese: rapporto con il padrone

Il padrone ideale di un levriero irlandese non si spaventa di fronte alla mole del cane più grande del mondo, perché sa vedere oltre il suo aspetto e riconoscere un animale destinato a farsi amare per la sua dolcezza, la lealtà, la fedeltà assoluta verso gli umani e gli altri animali che vivono con lui, come in una sorta di grande branco.

Si tratta di un cane che ha forte affinità con gli uomini e per questo è in grado di comprenderli bene, diventando partecipe degli stati d’animo del padrone. Bisogna anche avere pazienza e volontà di portare il levriero irlandese fuori con frequenza, e in più anche il suo mantello ha bisogno di attenzioni particolari per restare sempre bello, morbido e lucente. Il padrone ideale, infine, è in grado di dimostrarsi un leader, con fermezza e gentilezza, ma sa anche apprezzare lo spirito indipendente e la personalità diversificata di questi splendidi animali.

levriero irlandese

Levriero irlandese: rapporto con i bambini

Il levriero irlandese adora i bambini ed è un perfetto compagno di giochi con loro, anche se è necessarlo educarlo fin da cucciolo perché “si renda conto” della sua stazza quando gioca con gli altri piccoli di casa.

Verso i bimbi della sua famiglia sviluppa un rapporto di grande protettività ed è disposto a fare qualunque cosa pur di tenerli lontani dal pericolo. La sua indole calma può trasformarsi in estrema aggressività se qualcuno mette a rischio i bambini. Dolcezza, gentilezza e tranquillità sono comunque tra le sue caratteristiche principali e sa farle valere quando interagisce con i più piccoli.

Levriero irlandese: rapporto con gli altri cani

Avere un levriero irlandese e addestrarlo bene, sfruttando la sua naturale indole all’obbedienza, significa avere un cane che sa adattarsi alla perfezione alla presenza degli altri cani: come spesso capita con animali di questa dimensione, non ha bisogno di “far valere” la propria stazza nel confronto con i suoi simili, e reagisce soltanto se provocato.

Da cucciolo, dimostra subito grande socievolezza e tenterà di fare amiciza con tutti gli altri animali che gli capiteranno a tiro. Cane equilibrato, accompagna sempre con obbedienza e senza fare brutti scherzi il suo padrone in tutte le sue passeggiate, senza attaccare briga.

Levriero irlandese: prezzo e allevamento

Il levriero irlandese è un cane molto particolare, e per la sua mole straordinaria non sono tanti quelli che possono offrirgli lo spazio di cui ha bisogno; in più si tratta di una razza piuttosto rara. Esistono comunque allevamenti di questo bellissimo cane in Italia, come in Friuli-Venezia Giulia, in Lombardia, in Piemonte e in Abruzzo.

Per quanto riguarda il costo del levriero irlandese, questo si aggira tra i 900 e i 1300 euro: per la sua rarità e per le sue caratteristiche, non è un cane di razza molto economico. Meglio comunque sempre riferirsi agli allevamenti ufficiali e non lasciarsi tentare dalle proposte più economiche che di tanto in tanto si possono trovare in Rete e su altri canali.

Sempre a proposito di levrieri potrebbe interessarti anche http://www.razzedicani.net/whippet/