La vera storia di Pallino: si è automutilato, nessun seviziatore

Negli scorsi giorni è partita una caccia all’uomo a Castelverde, in provincia di Cremona. Alla fine Le Iene ci hanno indagato sopra svelando il mistero, ma c’è ancora chi non crede alle prove scientifiche.

Vicino a Cremona, precisamente a Castelverde, paesino di duemila anime, negli scorsi giorni è partita una caccia all’uomo. Chi ha fatto del male a Pallino? Stiamo parlando di un bassotto a cui sarebbero state tagliate le dita delle zampine. Alla fine però un servizio de Le Iene ha chiarito la vicenda, ma ancora adesso c’è chi ritiene che il cagnolino sia stato macabramente seviziato.

Sono Pallino!!! Non sono stato torturato e non c’è nessun mostro a Castelverde. Lo so, il primo pensiero di tutti è stato questo vedendomi mutilato alle zampette… ma fortunatamente i medici qui non si sono fermati alle apparenze… dalla tac con mezzo di contrasto si evidenzia un grosso trombo all’aorta addominale dove partano le arterie che portano il sangue alle mie gambette… quel giorno il trombo ha bloccato la circolazione e in un attimo ho avuto dolori lancinanti tanto da strapparmi le dita… stamattina la mia amata famiglia mi ha fatto operare… ora sono sveglio e sto meglio e tra un paio di giorni tornerò a casa… ringrazio chi mi ha sostenuto in questi giorni preoccupandosi solo della mia salute” ”. Così, con un post facebook che ha fatto parlare il bassotto in prima persona, la clinica universitaria di Crema rende noti gli sviluppi del caso di Pallino, il cane che si pensava fosse stato mutilato per una forma di sadica vendetta per il fatto che abbaiava troppo. Un’idea che – come racconta la Provincia di Cremona e Crema – è stata ormai abbandonata in favore dell’ipotesi dell’automutilazione. L’animale in preda a una forte trombosi che aveva colpito le sue estremità si sarebbe automutilato parte delle zampe che sono poi state ritrovate nel mezzo del suo vomito. Sollevata la famiglia per cui “svanisce l’incubo che qualcuno vicino a noi potesse essere stato così crudele”. Nonostante le spiegazioni su internet (in gruppi come “IO STO CON PALLINO”) c’è chi non crede nell’automutilazione e continua a pensare a un atto di malvagità umano.