La storia di Walnut: la sua ultima passeggiata nella spiaggia che amava

Ancora un desiderio per Walnut

La storia che voglio raccontarvi oggi è quella di Walnut. Ve lo dico, preparate i fazzoletti!

Questa è una di quelle storie che se siete davvero sensibili verso i nostri amici a quattro zampe non potrà lasciarvi con il cuore indifferente. Quando la tua vita è arricchita per molti anni dalla presenza al tuo fianco di un cane, impari ben presto che quel pelosetto diventa una parte di te. Un membro della tua famiglia a tutti gli effetti. Perché condivide con te tantissime cose, dai giorni lieti a quelli meno belli. Quando è felice è stupendo vederlo scodinzolare o correre mentre giocate insieme e quando non sta bene tu soffri insieme a lui. In questi casi qualche volta succede che devi prendere la difficile decisione di farlo sopprimere perché nonostante tutto non puoi fare nulla per farlo stare di nuovo bene.

È una decisione che si prende sempre con il cuore pesante soprattutto perché sappiamo che ci mancherà una parte importante della nostra vita. Ci mancheranno le sue coccole, le sue espressioni buffe, la sua gioia di vivere e ci renderemo conto di quanto negli anni passati assieme il nostro cane ci abbia dato. E allora vorremo fare esattamente come ha fatto il papà umano di Walnut, vorremmo poter esaudire un ultimo suo desiderio.

Tutti insieme per una passeggiata in spiaggia

Walnut è stato soppresso il 12 novembre. Aveva 18 anni. Il suo padrone, Mark Woods, dopo essere stato costretto a prendere la difficile decisione di farlo sopprimere, perché nessuna cura avrebbe più potuto aiutare il suo amico peloso, ha deciso che voleva fare un’ultima cosa per il suo Walnut, esaudire una sorta di ultimo desiderio. E quale desiderio sarebbe stato migliore di fargli fare quello che amava tantissimo fare? Un’ultima passeggiata sulla spiaggia, eccolo il desiderio.

Ma Mark voleva che fosse davvero speciale così ha scritto un post sul suo profilo Facebook:

“Al mio cane verrà fatta l’eutanasia il 12 novembre. Per questo motivo cammineremo ancora una volta sulla spiaggia di Porth Beach alle 9.30 del mattino. Mi piacerebbe che tutti gli amanti degli cani si riunissero in quest’ultima passeggiata.”

E quando Mark ha potato Walnut in spiaggia, insieme a lui si sono riunite un centinaio di persone, alcuni amici di Mark altri sconosciuti che con i loro cani hanno accompagnato Mark e Walnut nella loro passeggiata. Walnut ha passeggiato più che altro tra le braccia di Mark tra le coccole e l’affetto di persone che si sono lasciate coinvolgere dal desiderio di Mark di regalare al suo amico peloso ancora un ultimo momento di gioia.

Un momento commovente fatto di amore ma anche di dolore perché dopo la passeggiata a Walnut è stata fatta l’eutanasia.  L’unica consolazione è che se ne sia andato sommerso dall’amore del suo padrone che per 18 anni l’ha amato, rispettato e curato nel miglior modo possibile. E ha ricevuto l’abbraccio di tante altre persone che sanno quando sia meraviglioso avere un cane, quanto amore questo animale sappia dare e quando è importante farlo sentire amato fino alla fine così che possa andare via sereno.