La storia di Salvatore, l’uomo che viveva in macchina per non lasciare il suo cane

0
353

Salvatore e Spank hanno avuto il loro lieto fine: hanno trovato finalmente una casa dove stare.

Alcune notizie non possono che restituirci un po’ di positività e sorrisi: la storia di Salvatore e Spank è una di quelle. Fino a qualche giorno fa infatti l’uomo, accompagnato dal suo fedele cagnone, viveva in macchina.

Le disavventure dei due iniziano a gennaio, quando Salvatore si separa dalla convivente: è malato, e non può far altro che tornare insieme a Spank nell’appartamento di famiglia. La madre però, dopo qualche giorno, inizia ad accusare i primi sintomi di allergia al pelo del cane.

Impossibile vivere così, ma Salvatore proprio non vuole separarsi da Spank, e per questo motivo decide di andare a vivere in macchina. Non ci sono alternative, nonostante l’inverno e il freddo polare di questi mesi. La loro storia però ha iniziato a fare il giro dei social: in molti li hanno aiutati, ma non in maniera decisiva.

Fino a quando una coppia ha offerto a Salvatore un piccolo appartamento a costi molto contenuti. C’era anche posto per Spank! L’uomo ha così accettato, ringraziando infinitamente i due coniugi, che hanno dichiarato ai media: “Abbiamo letto su La Nazione la sua storia e le difficoltà nel trovare un alloggio in affitto con il suo piccolo stipendio. Ci siamo commossi tantissimo. Quando abbiamo visto che dopo tanti mesi non era ancora stata trovata soluzione, ci siamo sentiti in dovere di intervenire. Lo abbiamo rintracciato grazie a un parente, perché a furia di parlare di questa storia, abbiamo scoperto che conoscevamo un suo zio e così, nel giro di qualche tempo, siamo riusciti a rintracciarlo e a presentarci. Ci è sembrata subito una brava persona, come tante che attraversano un periodo difficile. D’altronde, chi non ne ha avuti?“.

Adesso Salvatore e Spank vivono nella loro nuova casa, con un po’ più di speranza verso il futuro.