La storia di Franny, il cane salvato dai combattimenti e che ora bacia tutti

0
104

Un tempo i cani tratti in salvo dal business dei combattimenti venivano poi soppressi per la loro aggressività: ora le cose sono cambiate, come testimonia la storia di Franny.

Franny è una cagnolina così carina: nelle foto che vediamo adesso è spensierata e ama stare con gli esseri umani. Però non è sempre stata così: la sua vita era un inferno, tra scommesse e combattimenti.

Poi è stata salvata dalla polizia del New Jersey insieme ad altri 150 cani, e portata al centro di riabilitazione Aspca di Madison: qui i volontari si sono presi cura di lei sia fisicamente che psicologicamente.

Un tempo i cani che venivano salvati da queste situazioni venivano quasi sempre soppressi, perché avevano sviluppato un’aggressività ormai incurabile. Adesso però le cose stanno diversamente, come spiegano dal centro: “Il comportamento di un cane sequestrato viene valutato singolarmente per comprendere ogni volta le opportunità di riabilitazione del quattro zampe”.

Perciò ora la soppressione è fatta solo se davvero non se ne può fare a meno: nel caso di Franny non ce n’era bisogno. Lei è riuscita a terminare il suo percorso terapeutico in poche settimane e adesso può essere adottata. I volontari dicono di lei: “Anche se può sembrare un po’ timida, è un animale dolcissimo e socievole che ama baciare tutti. Ci auguriamo che presto trovi una famiglia che la voglia tenere con sé per sempre”.