La storia di Anastasia, l’atleta paralimpica che si allena con il suo cane guida

0
54

Si chiama Radar il cane guida di Anastasia Pagonis, atleta paralimpica di 16 anni non vedente della nazionale americana.

Dopo essersi “diplomato” al Nhl, team della Guide Dog Foundation, Radar è diventato il cane guida di Anastasia Pagonis, nuotatrice non vedente della nazionale americana di 16 anni.

In questo momento la coppia si trova all’Olympic Training Center di Colorado Springs per allenarsi in vista delle Paralimpiadi di Tokyo.

Si conoscevano da appena quattro giorni, ma Radar – labrador retriever – è partito insieme alla giovane atleta per il ritiro. E i due si sono mostrati subito affiatatissimi: Radar la accompagna ovunque, la attende a bordo piscina ed è pronto ad accoglierla quando esce dalla vasca.

Anastasia è affetta da retinopatia autoimmune: purtroppo due anni fa ha perso la vista all’improvviso. E’ stato difficile continuare ad allenarsi e a credere in qualcosa, ma Radar l’ha tirata su. Una vera e propria svolta.

Ecco le parole di Anastasia: «È incredibile: è il cane più intelligente del mondo. Ora mi sento così indipendente. Con lui potrà conquistare il mondo». O almeno una medaglia.