La storia del cane senza faccia: il video del salvataggio

0
322

Una delle storie più belle che abbiamo scovato perdendoci nel mare di internet è quella del cane senza faccia.

Dopo averlo trovato completamente sfigurato, i volontari dell’Animal United Aid – un’associazione con sede in India che quotidianamente si occupa di casi di randagismo e recupero dei cani abbandonati – pensavano di doverlo sopprimere per dargli una morte dignitosa.

Invece questo incredibile cagnolino (vale davvero la pena di utilizzare questo aggettivo) aveva una tale voglia di vivere che ha convinto il personale dell’associazione a dargli una seconda chance.

Andiamo con ordine: siamo in India, alcune persone contattano Animal Aid perchè hanno notato un cane all’interno di una fossa. I volontari dell’associazione si presentano sul posto e notano con sorpresa che si trovano di fronte ad una vera e propria tomba: il cagnolino era stato buttato lì apposta, anche perchè la buca è piuttosto profonda. Iniziano le manovre di recupero: dopo molta fatica (e prudenza, perchè il cane era ridotto veramente male, con numerose ferite) riescono a portarlo alla luce del sole. Quello che vedono li lascia letteralmente basiti: il cane non ha più la faccia! E’ stata distrutta da un’infezione e poi dai vermi.

Gli operatori non avevano mai visto una ferita del genere, il primo pensiero è stato quello dell’eutanasia. Ma qualcosa in quel cane ha convinto loro a dargli una seconda possibilità.

Iniziano così le prime cure: innanzitutto bisogna disinfettare la ferita ed eliminare tutti i vermi che risiedono lì. Il povero cagnolino potrebbe non resistere, ma risponde bene. Dopo tre giorni inizia a mangiare i primi bocconi. Il quinto giorno compare l’occhio sinistro, che era chiuso da moltissimo tempo. Continuano le cure, i disinfettanti si sprecano e anche le garze avvolte attorno alla ferita vengono cambiate ogni giorno. Il cane sta sempre meglio.

Dopo tre mesi di cure mediche e un intervento chirurgico, ora Kalù (lo hanno rinominato così) corre di nuovo, vispo e felice! Un vero miracolo! Non potete immaginare l’emozione che ci ha pervaso dopo aver visto per la prima volta il video.