La storia di Amaze Bobb, un barboncino coraggioso che non si è mai arreso

di Lavdie Sijani – La storia di questo tenero barboncino è da non credere. La sua trasformazione è stupefacente. Oltre ad essere stato abbandonato, le condizioni in cui è stato trovato da Los Angeles Animal Control nella città di Denver sono indescrivibili. Tutto il personale del rifugio per cani è rimasto inorridito dallo stato in cui è stato recuperato Amaze Bobb. Prima di essere preso e messo in salvo, il piccolo barboncino nano aveva vissuto per le strade di Denver con i senzatetto. Non riceveva né cibo né cure di nessun genere da tantissimo tempo. La sua storia è il racconto di diversi salvataggi e della sua forza di volontà nel non volersi arrendere fino a quando non avrà trovato una perfetta famiglia per sempre.

Per prima cosa, il personale del rifugio per cani lo ha portato al Carson Animal Care. Lì il piccolo barboncino nano è stato completamente rasato. Di seguito, controllando la sua bocca, gli hanno tirato via alcuni denti perché troppo marci per essere salvati. Amaze Bobb aveva un pelo completamente arruffato ed arricciato e per questo motivo la sua zampa posteriore sinistra si era amputata autonomamente. La sua “pelliccia” infine aveva del tutto chiuso la ferita. I veterinari poi si sono accorti che anche la condizione di una delle sue zampe anteriori non era delle migliori. Hanno quindi deciso che era necessario amputargli anche quella.

Quando sono venuti a conoscenza della situazione di Amaze Bobb, Love Leo Rescue insieme a Carla Naden, la direttrice di salvataggio della Animal Synergy, hanno immediatamente accolto il barboncino nano nella loro struttura per cani abbandonati. Dopo poco più di due settimane Amaze Bobb ha trovato una casa adottiva, che è diventata la sua casa per sempre. È andato, infatti, a vivere con i Ludenbergs nel Colorado. Megan Ludenberg è un’addestratrice di cani professionista nella contea di San Diego. La sua casa era esattamente ciò di cui il dolce barboncino nano aveva bisogno.

amaze bobb

Prima che la famiglia Ludenberg volasse a Denver per poter finalizzare l’adozione, sono passate altre sei settimane perché Amaze Bobb aveva bisogno di qualche ulteriore assistenza veterinaria. Ma quando il tenero cagnolino è finalmente giunto a destinazione, non ha mostrato nessuna difficoltà nell’unirsi ad una casa piena di altri amici. Infatti la famiglia Lundenberg, oltre ad aver adottato Bobb, ha già Zebulon (gatto soriano), Everest (gatto siamese), Denali  e Kaytu ( due Husky Siberiani). Tutti vanno d’amore d’accordo nel rispetto dell’altrui spazio personale.

La differenza di Amaze Bobb tra il il prima ed il dopo è assolutamente notevole. La prima volta che arrivò in casa Ludenberg il cagnolino era comprensibilmente sopraffatto. Il suo mondo era improvvisamente cambiato in meglio. Ma dopo appena due settimane il cane si è inserito benissimo nel suo nuovo ambiente confortevole e pieno di affetto ed attenzione. È stato capace di accettare tutto l’amore che gli veniva offerto ed era finalmente felice.

Amaze Bobb è un cane dal carattere molto allegro. Ama quando gli si strofina il pancino, ama rotolarsi per terra per attirare l’attenzione. Ama divertirsi con il suo giocattolo preferito che è un agnellino di gomma e il fatto che gli siano state amputate due gambe e che abbia subito qualche grave intervento di chirurgia dentale, non ha in nessun modo rallentato la sua gioia di vivere.

L’esperienza professionale di Ludenberg sta dando ad Amaze Bobb la sicurezza per poter costruire un rapporto con gli umani. È un cane incredibilmente intelligente, il dolce barboncino nano, ed è molto felice di apprendere queste nuove competenze che gli vengono insegnate. La sua famiglia adottiva lo adora ed è assolutamente innamorata di questo loro ultimo arrivo. E Bobb d’altro canto è altrettanto contento di vivere in un tale ambiente amorevole, gentile e compassionevole. Non c’era posto migliore per lui se non questa casa, dove vive una famiglia davvero responsabile e sicuramente amante degli animali. Amaze Bobb, nonostante la sua grande disgrazia, è stato senza dubbio molto fortunato.