Ittiosi nel Golden Retriever: una patologia comune

ittiosi nel golden retriever

Ittiosi: cos’è?

Più del 50% dei Golden Retriever sono portatori della mutazione genetica che è responsabile dell’Ittiosi. Ma proviamo a capire meglio casa si intente per Ittiosi, terapie e cure di questa patologia.

Essa fa parte delle cosiddette genodermatosi, ossia le malattie della pelle che hanno una base genetica, ereditaria, caratterizzata dalla presenza sulla pelle di scaglie in eccesso. A differenze delle varie forme di Ittiosi presenti nell’uomo, tutte più o meno ampiamente conosciute, quella presente nel cane non è molto conosciuta. La forma di Ittiosi più nota e frequente è proprio quella che va a colpire i Golden Retriever.

Un Golden Retriever utilizzato per la riproduzione e affetto da questa mutazione non sviluppa la malattia ma tende a trasmetterla ad almeno il 50% dei suoi cuccioli. L’ ittiosi nel Golden Retriever è dovuta ad un difetto nello strato corneo della pelle, ossia quello più superficiale. Durante il rinnovamento della pelle, che avviene in modo normale e continuo, si staccano dei frammenti di strato corneo piccolissimi (visivamente si può pensare alla forfora). Nei Golden Retriever affetti da Ittiosi questi piccoli frammenti rimangono aderenti uno all’altro formando così grandi scaglie, di solito di colore bruno, che risultano facilmente visibili.

Se questa malattia è presente, spesso lo si può verificare già quando il cane è cucciolo oppure può apparire in età adulta. È semplice individuarla per la presenza appunto di scaglie secche, spesso aderenti alla pelle. Esse sono più evidenti sull’addome dove è presente meno pelo e la pelle tende a scurirsi.  Si può riscontrare anche un’infiammazione delle orecchie con aumento della formazione di cerume. Questa malattia è cronica ma non è ritenuta grave per la salute del nostro amico a quattro zampe.

Per individuare con certezza la presenza di ittiosi nel Golden Retriever esiste un test del DNA, chiamato ICT-A che permette di individuare la malattia con un’affidabilità superiore al 99%.

ittiosi nel Golden Retriever

Esiste una terapia per contrastare l’ ittiosi nel Golden Retriever ?

Occorre dire che gli animali che risultano affetti da Ittiosi di solito non sentono alcun fastidio. Molto spesso il problema viene identificato dal proprietario durante la spazzolatura del cane o in seguito all’eccessivo rilascio di scaglie nell’ambiente.

Al momento non esiste una terapia specifica e risolutiva per l’ ittiosi nel Golden Retriever , ma attraverso delle terapie di supporto si riesce a gestire il quadro clinico e in alcuni casi, a seconda della gravità, anche a risolvere il problema. Le terapie in questione si basano esclusivamente sull’utilizzo di appositi shampoo, contenenti zinco e acido salicilico, che presentano proprietà cheratomodulatrici e cheratolitiche e di prodotti idratanti uniti ad integratori di acidi grassi.  Spesso grazie a queste terapie il problema si risolve anche se in modo temporaneo. Tende infatti a ripresentarsi non appena tali terapie vengono sospese.

 

Uno studio sull’ittiosi

In seguito all’aumento dei casi, il Royal Veterinary College, in Inghilterra, ha effettuato uno studio proprio sull’ ittiosi nel Golden Retriever che mira a raccogliere casi e a cercare di individuare il problema genetico che sta alla base della malattia. Capita che molti casi non vengano nemmeno mai identificati in quanto la desquamazione è molto leggera ed è spesso ritenuta fisiologica.

È bene quindi che i proprietari di un Golden Retriever facciano particolarmente attenzione e si informino su questa patologia di modo da aiutare il nostro amico peloso a contrastarla per quanto possibile e soprattutto di modo da evitare di far riprodurre il cane, qualora la patologia fosse presente, così da non trasmetterla ulteriormente ad altri esemplari.