Il padrone si sente male, lui lo aspetta fuori dall’ospedale per giorni

0
402

Marrom è un cane speciale, che ha atteso per giorni che il suo padrone uscisse dall’ospedale in cui era stato ricoverato.

di Lavdie Sijani – Qualche settimana fa le guardie mediche di un pronto soccorso in Brasile sono state chiamate per un’emergenza. L’uomo da aiutare era senza fissa dimora e ha avuto un improvviso problema respiratorio per la strada.

L’intervento dei paramedici è stato rapidissimo. Una volta giunti sul posto, si sono potuti accorgere di quanto quest’uomo fosse ricco nonostante la sua povertà in termini di beni materiali.

C’era qualcuno di speciale lì accanto a lui, aspettando che venisse soccorso. Il suo nome era Marrom. Marrom infatti, è il suo fedelissimo amico cane, rimasto al suo fianco per tutto il tempo. Dopo aver prestato un primo soccorso all’uomo, i medici decidono di trasportarlo in ospedale. Allora caricano l’uomo in ambulanza.

Ma Marrom non si allontana neanche un momento dal suo amico, così il simpatico equipaggio, invece di allontanare il cucciolo, decide di accoglierlo a bordo per accompagnare il suo padrone in ospedale.

Una volta arrivati all’ospedale Humanitaria nella città di Limeira, Marrom vorrebbe intrufolarsi e seguire il suo proprietario al pronto soccorso. Nonostante Marrom faccia del suo meglio per poterci riuscire, in questo caso i medici decidono di non farlo entrare per il bene degli altri pazienti ricoverati. Solo quando l’uomo è stato spostato in terapia intensiva, quindi lontano dalla vista del cane, Marrom ha smesso di voler cercare di entrare in ospedale.

Marrom ha capito che non gli resta altro se non aspettare. Allora si mette rannicchiato davanti alla porta del pronto soccorso ed inizia ad aspettare in silenzio. E aspetta ancora, mentre le ore passano. I dipendenti dell’ospedale assistono increduli alla fedeltà che il cane mostra nei confronti del suo padrone.

Gli portano cibo e acqua e una pioggia di affetto. Un membro dello staff medico, Jairo Xavier de Oliveira,  ha anche postato su Facebook: “ Lui sta semplicemente aspettando in silenzio e molto educatamente senza disturbare. Ma la tua attesa durerà poco Marrom… presto ti ridaremo indietro il tuo amico”.

Il personale dell’ospedale ha anche messo un cartello per garantire che nessuno scambiasse Marrom per uno dei cani randagi, infastidendolo o facendogli del male: “Per favore non maltrattate questo animale perché appartiene ad un paziente”.

Tutto sommato la veglia di Marrom è andata avanti per poco più di 32 ore. Ed è stato proprio durante questo tempo che, come riporta UOL News, un gruppo di salvataggio degli animali locali, ALPA, è intervenuto per vedere se il cane avesse bisogno di cure. Così hanno scoperto che Marrom aveva pulci e zecche e non era mai stato prima da un veterinario. Allora lo hanno preso e portato con loro per prestargli tutte le cure di cui aveva bisogno. Marrom è rimasto con loro fino a quando il suo proprietario non è stato dimesso dall’ospedale.

Dopo otto giorni di attesa Marrom ha finalmente potuto riabbracciare il suo amico, verso il quale ha mostrato una fedeltà incomparabile. Adesso dopo tutte le cure ed i controlli ricevuti, è anche più sano e pulito rispetto a quando tutto è cominciato.