Il cane non fa la cacca: cause, sintomi e rimedi

Stitichezza nel cane: come riconoscere e prevenire i problemi di stipsi del vostro quattro zampe.

In questo articolo troverete le informazioni sui problemi di stipsi, le cause e le cure indicate. Nei casi meno gravi con una dieta accurata e un po’ di movimento il cane torna ad essere in splendida forma. Per i casi più complessi è bene rivolgersi al veterinario per fare gli esami adeguati al cane.

La stitichezza nel cane è un problema riguardante l’emissione delle feci: se il vostro pet ultimamente fa fatica ad “andare in bagno” è bene verificare cosa gli causa la stipsi. Per il cane può essere doloroso e purtroppo il nostro amico a quattro zampe non può comunicarcelo con le parole, ma se siete degli attenti osservatori potreste accorgervene.

Se notate alcuni comportamenti insoliti come questi elencati allora verificate dal vostro veterinario se soffre di questo tipo di problema:

  • Il cane si muove in continuazione in maniera circolare
  • Il cane è spesso accovacciato
  • Se è grave guaisce
  • Diminuzione dell’appetito, dimagrimento
  • Vomito
  • Tensione all’addome, il cane guaisce e ha dolore se premete sullo stomaco

Cercate di fare attenzione ad alcuni comportamenti e magari quando lo portate a spasso analizzate le feci, controllate le dimensioni: se son piccole, se ne fa poche o se non ne fa per niente.

Prestate attenzione e osservate se il cane impiega molto tempo, se fa fatica e gli crea dolore, se le feci sono liquide, se c’è del sangue o del muco. La stitichezza annulla anche la fame: il cane ha poco appetito, rifiuta il cibo e mangia poco, anche l’umore ne risente.

Se si è verificato qualche episodio di vomito controllate se ha un arrossamento o un gonfiore all’ano. Non dovrebbero passare più di 48 o 72 ore da un movimento intestinale all’altro, diversamente contattate il veterinario.

La stitichezza nel cane può dipendere da più cause:

  • Scarsa attività fisica
  • Scarsa idratazione
  • Mancanza di fibre
  • Intossicazione da alimenti
  • Problemi all’intestino, patologie del colon
  • Impiego di farmaci che causano la stitichezza
  • Particolari situazioni emotive
  • Patologie endocrine: ipotiroidismo e iperparatiroidismo

Una sana alimentazione, il giusto quantitativo d’acqua e il movimento aiutano il vostro cane a mantenersi in forma e a godere di buona salute. Tuttavia il vostro fedele amico può soffrire di alcuni disturbi, come particolari stati di ansia e paura nel cane, che possono provocargli dei blocchi.

Anche l’impiego di determinati farmaci come antistaminici, diuretici, analgesici inferiscono sul regolare funzionamento dell’intestino e rendono il cane stitico. Ci sono anche fattori fisici come l’ingrossamento della prostata, che può provocare un’ostruzione intestinale e stitichezza nel cane. Traumi, anomalie o disturbi ormonali, anche le paralisi o i deficit dei muscoli intestinali che bloccano l’apparato e l’ipotiroidismo sono cause della stipsi nel cane.

Il cane non fa la cacca: cura e rimedi naturali

Per la stitichezza nel cane, sappiate che ci sono anche diversi rimedi naturali che aiutano a riportare l’organismo a funzionare con regolarità. Per i casi più gravi dovete rivolgervi al veterinario.

Se il problema della stitichezza è dovuto al cibo è fondamentale eliminare tutte quelle sostanze che rendono difficile la digestione al vostro cane. Controllare che beva spesso, tra le cause frequenti della stipsi c’è proprio la disidratazione: l’acqua è fondamentale per il corretto funzionamento dell’intestino e per il processo della digestione, fate in modo di far trovare al cane una ciotola con dell’acqua sempre fresca, pulita, cambiatela spesso.

Se il problema è dovuto alla mancanza di fibre basterà integrare alla dieta la frutta e la verdura indicate: tra queste la zucca è un lassativo perfetto per il cane, perché contiene tantissima acqua e molte fibre. Aiuta ad ammorbidire le feci e a facilitare l’evacuazione senza essere motivo di dolore per l’animale.

Iil cane la mangerà volentieri: solitamente gli piace, sono sufficienti due cucchiaini se il cane non supera i 15 kg di peso. Bietole, verdure a foglia larga e carote vanno sminuzzate ma non pelate perché la buccia ha delle proprietà benefiche, aiutano il cane a combattere la stitichezza in maniera naturale, senza dover ricorrere a farmaci.

Fate mangiare al vostro amico a quattro zampe queste verdure una volta a settimana, alla mattina quando è a stomaco vuoto. Lo yogurt contiene enzimi digestivi e probiotici che favoriscono la formazione dei batteri che facilitano i processi digestivi.

Attenzione a non esagerare perché sono sufficienti uno o due cucchiai per i cani di piccola taglia e tre o quattro cucchiai per i cani di grossa taglia. Altro rimedio naturale per la stipsi è il vecchio trucchetto della nonna: un cucchiaio di olio di oliva, o di cocco e lo mischiate al cibo del vostro cane.

Ll’olio è un ottimo lubrificante: servirà a stimolare il colon, non esagerate con le dosi perché potrebbe provocare l’effetto contrario e quindi diarrea. La crusca d’avena contiene molte fibre: è indicata per prevenire problemi di costipazione.

Sono sufficienti un paio di cucchiaini aggiunti al pasto del cane per aiutarlo nel processo digestivo: in più induce il cane a bere di più e idratarsi maggiormente.

Altro alimento ricco di fibre sono i fichi, con alta percentuale anche di potassio. Se aggiunti ai pasti aiutano il cane a combattere la stitichezza: attenzione a non esagerare perché questo frutto potrebbe causare diarrea.

L’aloe vera è un altro rimedio naturale che potreste somministrare al cane sotto forma di succo aggiungendone mezzo cucchiaino o uno intero se il cane è di grossa taglia. Il cane deve fare quotidianamente movimento: la stitichezza colpisce maggiormente i cani sedentari. Se il vostro è giovane portatelo fuori almeno due volte al giorno per mezz’oretta: il movimento è importante per il benessere fisico.

I rimedi naturali per la stitichezza nel cane, diete adeguate e movimento potrebbero non essere sufficienti a curarla: è importante andare sempre dal veterinario per farsi consigliare le cure più adeguate.

Fate visitare il cane: se necessario vi prescriverà anche farmaci specifici, non vanno mai somministrati lassativi ad uso umano ai cani. Esistono in commercio integratori e farmaci per la stipsi del cane, ad esempio gli enzimi digestivi o protobiotici.

Questi  vanno somministrati sotto consiglio del veterinario. Gli esami del sangue e delle feci, un test radiografico o ecografico possono aiutare a individuare il problema: per i casi più gravi sarà necessario fare la colonscopia al cane ed eventualmente procedere con un intervento.

Ricordatevi che piccoli accorgimenti come una dieta indicata, il movimento e l’attenzione per la toelettatura soprattutto nella zona dell’ano, possono essere utili per prevenire i problemi di stitichezza del vostro cane.

A cura di Chiara Migliori