Il cane appoggia la testa al muro: potrebbe essere head pressing

 

Il mio cane appoggia frequentemente la testa contro il muro: bisogna preoccuparsi?

Quante volte vi è capitato di osservare il vostro amico a quattro zampe e notare un comportamento particolare, un’abitudine, un gesto che ripete spesso. Vi sarete sicuramente ritrovati a pensare “perché fa così?”, oppure “ma lo sta facendo di nuovo?” Oppure “che buffo quando fa così!”.

Senza essere ossessivi bisogna osservare i comportamenti ripetitivi del nostro cane e non sottovalutare mai alcun segnale specialmente se l’atteggiamento è ripetuto e continuativo nel tempo. Prendersi cura del nostro amico a quattro zampe è un compito che richiede attenzione e una costante cura.

Tenersi informati sui tanti pericoli che si celano dietro a comportamenti apparentemente innocui potrebbe rivelarsi indispensabile per salvargli la vita. Vi sembrerà impossibile ma se il cane appoggia speso la testa contro il muro, spingendola contro la parete ripetutamente, potrebbe essere in serio pericolo.

Il cane appoggia la testa contro il muro: potrebbe essere head pressing

Se il vostro cane appoggia la testa contro un muro, o altro supporto verticale e spinge con il capo contro di esso, potrebbe soffrire di head pressing. Si tratta di una patologia diffusa tra cani e gatti, che è sintomatica di alcune gravi cause profonde.

Un campanello d’allarme per il padrone e’ la ripetizione compulsiva di questo comportamento in particolare se accompagnato da scarsa presenza del cane, disorientamento, aggressività o iperansietà, reazioni esagerate agli stimoli e sguardo fisso nel vuoto.

Il cane cerca infatti di alleviare la pressione intracranica con un gesto apparentemente innocuo, che se indice effettivamente di una patologia può avere conseguenze anche mortali per il nostro amico a quattro zampe. Se avete anche il minimo sospetto è sempre consigliabile un controllo dal veterinario.

Il cane appoggia la testa contro il muro: possibili cause di head pressing

Quando l’appoggiare la testa contro il muro del cane è realmente head pressing bisogna intervenire subito. L’head pressing infatti è un danno al sistema nervoso, nella maggior parte dei casi può provocare problemi al prosencefalo o del talamo. Si manifesta sia nei cani che nei gatti e non fa distinzione di razza o età dell’animale.

Le cause possono essere molteplici:

  • trauma cranico
  • ipo o ipernatriemia: con il termine natremia si indica il livello di sodio nel sangue, quindi parliamo di  iponatriemia nel cane quando i valori ematici di sodio scendono al di sotto dei 140 mEq/l, con ipernatriemia intendiamo un aumento dei livelli ematici di sodio sopra i 155 mEq/l.
  • encefalopatia epatica: è un’anomalia del metabolismo di cani e gatti che si riscontra in caso di gravi malattie epatobiliari, come per esempio lo shunt portosistemico e che provoca alterazioni neurologiche provocate dalle tossine riassorbite a livello intestinale e non eliminate dal fegato, come per esempio l’ammoniaca.
  • malattie parassitarie (da zecca per esempio come l’Ehrlichiosi)
  • neoplasie primarie o secondarie: quindi varie tipologie di formazioni tumorali
  • malattie infettive o infiammatorie del sistema nervoso
  • avvelenamenti
  • patologie metaboliche (un esempio è l’uremia da insufficienza renale)
  • malattie degenerative

L’head pressing si manifesta spesso, accompagnato da altri sintomi come:

  • movimenti di maneggio, detto anche circling, quando il cane gira compulsivamente in tondo
  • variazioni nel comportamento
  • convulsioni
  • alterazioni dei riflessi
  • fissare il vuoto
  • alterazioni della vista
  • rincorrere la coda o tale chasing

E’ fondamentale osservare quindi con costanza e attenzione il nostro cane: questo ci farà capire se è il caso di fare ulteriori approfondimenti clinici.

Il cane appoggia la testa contro il muro: cosa fare

Se vedete il vostro cane appoggiare la testa contro il muro ed avete il vostro smart phone sotto mano fate un filmato da inoltrare al vostro veterinario. Il consiglio è comunque di non perdere tempo e prenotare una visita. Sarà il veterinario a consigliarvi l’iter diagnostico migliore da seguire.

Per capire davvero quale sia la causa del continuo appoggiare la testa contro il muro del cane, potrebbero essere necessari i seguenti esami: prelievo di sangue (emocromo e biochimico completo, protidogramma, malattie da zecche, acidi biliari, ammoniemia, Toxoplasmosi, Leishmaniosi), esami delle urine, ecografia addominale, Tomografia Computerizzata, Risonanza Magnetica.

La lista è molto lunga ma l’head pressing è un sintomo subdolo e comune a tantissime patologie. Vi è anche la possibilità che vengano richiesti dei consulti a veterinari specialisti in neurologia e oculistica.

Il cane appoggia la testa contro il muro o head pressing: cura e terapia

Una volta concluso l’iter diagnostico il veterinario indicherà la terapia più corretta da seguire. Le cause, come abbiamo elencato sopra, possono essere molte. Una volta ricondotto il sintomo di head pressing alla patologia che lo causa, ci verrà indicata una terapia specifica da seguire.

Come abbiamo sottolineato, appoggiare la testa contro il muro, potrebbe essere sintomatico anche di malattie molto gravi per cui purtroppo potrebbe non essere prevista una cura. Per questo è importante essere tempestivi e non confondere questo atteggiamento con un’abitudine buffa. Potrebbe andarne della vita del vostro cane.

Il cane appoggia la testa contro il muro o head pressing: massima diffusione per conoscere il fenomeno

Come spesso accade, in tempi come i nostri di informazione digitale, la diffusione della conoscenza del grado di pericolosità dell’head pressing lo dobbiamo a Facebook. Infatti un post dell ‘associazione animalista olandese Steunpunt voor dieren ha letteralmente fatto il giro del web. Il post ha generato 1,5mila commenti, 2mila likes e 17mila condivisioni. Questo ha permesso ad un messaggio molto importante e poco noto di raggiungere tante persone potenzialmente interessate.

L’oggetto di tanto interesse era un post semplicissimo: una foto che ritraeva cani e gatti che spingono la testa contro il muro. Con un commento chiaro e diretto, che invitava chi avesse visto il proprio cane riprodurre questo comportamento ad andare immediatamente dal veterinario, perchè, potevano realmente salvargli la vita.

Gli autori continuavano ricordando che i nostri amici pelosi non sono in grado di ricomunicarci quando qualcosa non va e che quindi spetta a noi prestare attenzione ai loro segnali. Mettevano poi in guardia dal sottovalutare il problema, e chiarendo brevemente cosa sia veramente l’head pressing. Il post si concludeva con la richiesta di spargere la voce per rendere le persone più consapevoli e mantenere i nostri amici sani e felici. Richiesta che a quanto pare ha fatto breccia nei cuori di molti internauti.