I cani e la neve: un rapporto speciale, ma bisogna anche proteggerli

356

I cani e la neve: un rapporto speciale

Che i cani amino giocare nella neve è un dato di fatto. Basta osservare il loro comportamento quando, appena usciti di casa, trovano con gradita sorpresa il paesaggio ricoperto da quella coltre bianca e soffice.

A volte, con fare inizialmente guardingo la annusano, la leccano, poi, dopo i primi brevi istanti di meraviglia, si scatenano e, se lasciati liberi, incominciano a correre e saltare con gioia incontenibile, abbaiando come invito ad unirvi a loro in quel gioco così eccitante; ci si rotolano a più non posso, la mangiano e raspano scavando grosse buche.

Ma vi siete mai domandati perché i vostri cani amino così tanto giocare nella neve? Alcuni comportamentalisti, esperti in etologia animale, lo hanno fatto e sono arrivati alla conclusione che i motivi per cui alla maggior parte dei cani piace la neve sono molteplici, alcuni sensoriali, altri legati alla sfera ludica.

Anzitutto la neve stimola in modo inconsueto i sensi molto sviluppati del cane, perché rende l’ambiente a lui familiare così diverso dal solito da apparire al nostro quattrozampe come nuovo e tutto da scoprire.

A livello visivo la neve esalta le impronte recenti e sul piano dell’olfatto rende le tracce odorose fresche ancor più intense, mentre copre quelle vecchie, stimolando la curiosità in un’eccitante ricerca di odori che si mescolano e si sovrappongono.
Anche dal punto di vista fisico, a molti cani la neve piace perché è fredda e tonifica le loro pellicce, dando a tutto il corpo una vera e propria sferzata di energia.

Ma gli studiosi hanno constatato che è soprattutto la dimensione del gioco a rendere la neve così amata dai cani: una nevicata è un’occasione imperdibile per divertirsi, magari assieme ad altri amici a quattro zampe o con il proprio padrone. Giocare è importante per gli animali, quasi come dormire, perché  contribuisce al corretto sviluppo ed al mantenimento del loro equilibrio psico-fisico. Ecco così che una nevicata inaspettata rappresenta un’opportunità di divertimento imperdibile!

I ricercatori infatti hanno osservato che i cani che vivono in paesi dal clima rigido, dove la neve è presente anche per molti mesi all’anno, sembrano indifferenti a quel manto bianco e soffice, proprio perché diventa una consuetudine e viene meno l’effetto sorpresa.

cane-che-gioca-sulla-neve

I cani e la neve: ci sono alcune eccezioni

Anche quando si parla di comportamento animale non si può generalizzare. Non proprio a tutti i cani infatti piace giocare sulla neve e comunque non in tutte le circostanze. Alcuni cani, non appena avvertono sotto ai polpastrelli quella coltre fredda, sollevano la zampetta da terra con fare quasi indispettito e tirano indietro il padrone per convincerlo a riportarli quanto prima al caldo e all’asciutto.

Ciò può dipendere dal fatto che i cani con il pelo poco folto o senza sottopelo e quelli bassi di statura, che hanno simpatiche panciotte rasoterra, possano, a ragione, soffrire il freddo e quindi non amino scorrazzare in mezzo alla neve.

In alcuni casi, il cane può aver avuto qualche esperienza negativa legata alla neve: magari una volta è scivolato sul ghiaccio, conservando così un ricordo poco piacevole di quell’esperienza, che non intende ripetere. Altre volte, il cane anziano, che cammina a fatica, può non amare la neve perché rende la sua deambulazione ancora più difficoltosa e dolorosa.

i-cani-e-la-neve

Anche la neve può nascondere alcune insidie per i nostri cani

I cani hanno negli arti inferiori un reticolo venoso molto più fitto di quello umano, il che determina una circolazione sanguigna molto più ramificata e capillare; ecco perché le loro zampe sono sempre così calde e quindi in grado di adattarsi bene alla neve. Nonostante questo però, non dobbiamo pensare che il contatto prolungato con la coltre innevata non nasconda delle insidie per gli adorati quattrozampe.

Se il nostro cane dovrà trascorrere molto tempo nel bagnato e freddo strato di neve, sarà nostra cura proteggere le sue zampe adeguatamente, con le apposite scarpette in neoprene, nel caso debba percorrere un lungo cammino, oppure spalmandole con della vaselina in gel, che manterrà morbida la pelle di cuscinetti e polpastrelli, prevenendo tagli e lacerazioni.

Se poi il nostro cane ha il pelo rado e soffre il freddo sarà indispensabile coprirlo adeguatamente, con un caldo cappotto impermeabile, per evitare che possa ammalarsi e un momento divertente, come giocare nella neve, possa per lui trasformarsi in un’esperienza negativa.

CONDIVIDI