Fox Terrier: carattere, salute, prezzo e allevamenti

0
480

Il Fox Terrier è un cane originariamente impiegato per la caccia alla volpe, ora però è uno dei quattro zampe da compagnia più apprezzati.

Come potrete intuire se masticate un po’ di inglese, il Fox Terrier deve il suo nome all’abilità nel cacciare la volpe. Storicamente questa razza è stata impiegata nelle battute di caccia per stanare le volpi delle loro tane.

Con il suo musetto leggermente oblungo e la sua corporatura minuta, il Fox Terrier si incuneava nei buchi scavati nel terreno dalle volpi come tane per poi tentare in tutti i modi di farle uscire allo scoperto. A quel punto la “palla” passava al cacciatore armato di fucile, che non doveva farsi sfuggire la preda.

Se la parola “Fox” fa riferimento alla volpe, il termine “Terrier” potrebbe essere dunque ragionevolmente legato proprio a questa sua capacità di stare a contatto con il terreno, di intrufolarsi nelle buche quasi come un cane-talpa. Tra l’altro, nel corso della sua storia, questa razza di origine inglese si è ritrovata a cacciare anche animali meno “nobili” della volpe, come i ratti, adattandosi perfettamente anche alla nuova preda.

Fox Terrier: origini

Ma il Fox Terrier è molto di più che un semplice segugio. Andiamo ad analizzare più nel dettaglio quelle che sono le sue origini, le sue caratteristiche fisiche e il suo carattere; prima di capire insieme quale sia la sua diffusione sul territorio italiano e dove è possibile acquistare degli esemplari certificati.

Iniziamo però mettendo a verbale quelle che sono le “generalità” della razza. Secondo la classificazione della F.C.I. (ovvero della Federazione Cinofila Internazionale) si tratta di una razza del gruppo3, macro-categoria che raggruppa tutti i Terrier.

C’è subito una importante distinzione da fare, in base alla peculiarità del pelo del Fox Terrier che ci troviamo di fronte. Ci sono infatti due tipologie distinte di Fox Terrier: quello Smooth (a pelo liscio) e quello Wire (a pelo ruvido). Le differenze sono assolutamente inesistenti in relazione a stazza e carattere, si tratta di una distinzione strettamente legata alla consistenza del loro mantello.

A livello storico è nata prima la versione a pelo ruvido, che vanta delle testimonianze piuttosto antiche, addirittura tra gli annali dell’Antica Roma (c’è chi dice ai tempi di  Plinio il Vecchio!). Mentre la versione a pelo liscio è più recente e dovrebbe essere frutto di un incrocio con il Beagle.

Uno standard unitario fu stabilito poi solo alla fine dell’Ottocento, quando la razza ha iniziato anche a conoscere una certa popolarità per via di illustre “citazioni” in campo artistico, soprattutto nella terra natia.

Proprio in Inghilterra, il Fox Terrier finì in un romanzo divenuto poi celeberrimo: “Tre Uomini in Barca” di Jerome (il Fox Terrier della vicenda narrata dallo scrittore britannico si chiamava Montmorency). Un altro Fox Terrier diventato piuttosto famoso, sempre nella Terra d’Albione, è Beauty, che vanta il titolo di primo cane utilizzato per il complicatissimo soccorso all’interno del marasma delle macerie nel corso della Seconda Guerra Mondiale (ecco che ritorna la capacità di questa razza di “scavare” e “scovare”).

Arriviamo così fino ai giorni nostri: il Fox Terrier è una delle razze più celebri del pianeta. Proviamo a capire perché.

Fox Terrier: caratteristiche fisiche

Il Fox Terrier è un cane di taglia piccola che si definisce mesocefalo (in quanto ben proporzionato e dotato una buona corporatura equilibrata) e dolicocefalo (con il muso dalla forma allungata). Come abbiamo specificato all’inizio, il manto può essere di due tipologie: ruvido o liscio.

Tuttavia non abbiamo ancora parlato di colori: quali sono i più diffusi per quanto riguarda il Fox Terrier? Tendenzialmente il bianco è il più gettonato, ma non mancano versioni pezzate.

E la stazza? Questi cani possono arrivare a pesare anche 8 chili e mezzo, partendo in genere da un minimo di 7 Kg.

Non c’è molta differenza tra femmine e maschi, sebbene le prime siano leggermente più minute e compatte. L’altezza al garrese oscilla dai 26 ai 39 cm. La coda viene portata alta sul dorso, in passato era accorciata. Le orecchie, anch’esse in posizione alta, sono abbastanza piccole e dritte: si ripiegano a metà formando un V.

Gli occhietti sono piccoli e molto vispi. Può stupire il fatto che – pur non essendo un colosso – questo cane abbia una mandibola piuttosto potente e una dentatura che è decisamente più voluminosa se messa in relazione alla sua taglia! In generale comunque possiamo dire che si tratti di una razza agile e tonica, spesso anche piuttosto muscolosa. Del resto si tratta di un ex segugio ma soprattutto di un cane sempre pronto allo “scatto”, dunque decisamente pimpante.

Fox Terrier: carattere

Come si comporta questo scricciolo dallo sguardo vivace e l’andatura trotterellante? Diciamo che si tratta di un tipino indubbiamente attivo e intraprendente, sempre vigile e sull’attenti. Va quasi da sé che si tratta di un cane anche molto coraggioso, pronto a dare sempre il 100% per colui che riconosce come padrone e/o capobranco

Quest’ultimo aspetto è molto importante: il Fox Terrier è cordiale e socievole ma sa essere anche molto testardo e ostinato, pur senza quasi mai andare a ledere gli altri. In questo senso dunque, in fase di imprinting e addestramento, è importante avere il giusto atteggiamento: mostratevi dunque sempre coerenti e “dolcemente inamovibili” nell’impartire alcuni insegnamenti.

A quel punto vedrete che il Fox Terrier non è certo un vandalo indisciplinato ma un amico fedele che “sa stare al suo posto”.

Fox Terrier: salute

Inoltre è un cane adatto alla vita in famiglia e non ha nessun problema con i bambini di casa. In questo senso possiamo dire che sia anche un ottimo cane da compagnia, al netto del suo passato da segugio d’assalto.

Date le dimensioni si presta alla vita di appartamento, tuttavia è fondamentale che teniate a mente una cosa: ha assolutamente bisogno di sfogare le sue energie, il suo temperamento “vulcanico”. Di conseguenza – per quanto si possa mostrare a sue agio tra le mura domestiche – ha un bisogno costante (nel senso di quotidiano) di correre un po’ all’aria aperta.

Non dimentichiamo però le sue doti di sentinella: essendo molto attento a tutto ciò che lo circonda, il Fox Terrier rimane anche un ottimo cane da guardia! Tornando alle particolari cure/attenzioni che dovete riservare a questa razza, sappiate che non ha una particolare tendenza ad ingrassare ma ha comunque bisogno di una dieta “atletica” che gli consenta di vivere al meglio lo sport che ama di più: correre.

Per quanto riguarda la gestione del manto invece, gli esemplari a pelo corto non richiedono praticamente nessun tipo di accortezza particolare, mentre quelli a pelo ruvido hanno bisogno di una toelettatura definita “stripping”, tendenzialmente una volta ogni 3 mesi circa.

Fox Terrier: allevamenti e prezzo

Si tratta di un cane ormai piuttosto diffuso in Italia, dunque non dovreste fare fatica e reperirlo ovunque vi troviate. Nel complesso si tratta di una razza che gode di buona salute, anche piuttosto longeva: la vita media si aggira intorno ai 15 anni.

Quanto può venire a costarvi quest amichetto peloso? Ovviamente dipende da diversi aspetti come il pedigree o la lunghezza del pelo, tuttavia possiamo dire – orientativamente – di parlare di cifre che oscillano tra i 500 e i 1000 euro.

Il Fox Terrier rientra appunto nel gruppo dei cani Terrier di taglia grande e media, perciò potrebbero interessarvi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here