Edema polmonare nel cane: cause, sintomi e cura

0
9349

lasciare il cane solo in giardino

Edema polmonare nel cane: cos’è

L’edema polmonare nel cane è una patologia che condiziona moltissimo la vista del nostro quattrozampe. Si presenta come un versamento liquido nei polmoni. Questo fa sì che il cane respiri con difficoltà. Questa problematica di solito compare quando sono presenti altre patologie come per esempio l’insufficienza cardiaca. L’edema polmonare nel cane spesso si presenta in forma acuta e in questi casi il pericolo di morte imminente è molto alto.

Edema polmonare nel cane: cause

Abbiamo detto che causa principale dell’edema polmonare nel cane sono problematiche di tipo cardiovascolare. Proviamo a capire meglio cosa succede all’organismo del cane. La pressione vascolare del polmone viene resa anomala dall’insufficienza cardiaca, il cuore quindi pompa con difficoltà il sangue nella direzione corretta. Questo porta alla creazione di un flusso inverso che ha un’intensità troppo forte per i vasi sanguigni che finiscono per spingere il liquido direttamente nei polmoni.

A provocarlo però non è solo l’insufficienza cardiaca. Possono contribuire anche le allergie, l’inalazione di sostanze tossiche, la bronchite e la polmonite, malattie autoimmuni, pancreatite acuta o anche farmaci assunti per altre patologie.

Edema polmonare nel cane: sintomi

I sintomi dell’edema polmonare nel cane sono abbastanza riconoscibili:

  • difficoltà respiratorie
  • mucose cianotiche
  • tosse
  • appare spaventato e irrequieto

Edema polmonare nel cane: cura e terapia

La terapia consiste prima di tutto nell’assunzione di diuretici, di solito somministrati per via endovenosa, e che aiutano i polmoni ad espellere il liquido. E’ importantissimo anche mantenere il cane calmo, quindi spesso è necessario sedare il cane. Questo perché l’agitazione può causare tachicardia o aritmia e danneggiare ulteriormente il cuore, soprattutto in presenza di insufficienza cardiaca. E’ bene che anche noi restiamo calmi in questa situazione. Evitiamo anche di toccare troppo il cane per evitare di stressarlo inutilmente. E’ necessario mantenere il cane in una zona tranquilla senza nessuna fonte di stress. Qualche volta può essere necessario anche l’utilizzo di ossigeno.

Le cure solitamente durano un paio di giorni e consentono di stabilizzare la salute del cane. La patologia dell’edema polmonare spesso non è risolvibile definitivamente.

Edema polmonare cardiogeno cane: è detto anche acuto perchè grave

Siamo, in questo particolare caso, in una vera e propria emergenza in cui l’animale è in un imminente pericolo di vita. Solitamente l’edema polmonare acuto colpisce solo il cane anziano e già cardiopatico. La causa scatenante è un improvviso cedimento nella funziona cardiocircolatoria. Un ingorgo di sangue a livello polmonare determinata una cattiva ossigenazione causando tosse, una respirazione rumorosa e l’incapacità del cane di stare fermo e riposare (la cosiddetta “fame d’aria”). A questo si aggiunge che il cane è molto spaventato ed è anche possibile l’emissione di schiuma leggermente insanguinata dalle narici.

L’edema polmonare acuto, chiamato anche edema polmonare cardiogeno, avviene solitamente la notte quindi è bene essere pronti avendo sempre sotto mano un numero veterinario d’emergenza e avere dei farmaci d’emergenza. Ovviamente, sembra scontato dirlo ma lo facciamo ugualmente, rigorosamente prescritti dal veterinario.  Dovrebbero, anche in questo caso, essere somministrati farmaci volti ad abbassare l’ipertensione (diuretici e vasodilatori) nonché farmaci che aiutino il cuore. Sono utili anche quelli che aiutino il cane a stare tranquillo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here