Dogue de Bordeaux: carattere, salute, prezzo, allevamenti e cuccioli

Il Dogue de Bordeaux è un cane con nobili natali francesi, un molossoide muscoloso e forte, portato alla celebrità anche dal grande e dal piccolo schermo.

Il Dogue de Bordeaux è uno dei simboli “canini” di Francia, e secondo gli studi deriverebbe dagli alani (non gli alani “moderni”, ma i cani che accompagnarono la popolazione indoeuropea degli Alani nel Vecchio continente durante la loro migrazione, spinti dagli Unni).

I molossi degli Alani vennero quindi incrociati in Aquitania dando vita a esemplari come il Dogue de Bordeaux, così come il Dogo di Burgos ebbene un’origine analoga nel nord della Spagna. Questi esemplari eccellevano come cani da guardia presso le corti europee, ma erano utilizzati anche per altri scopi viste le loro caratteristiche fisiche.

I macellai delle regioni di Bordeaux infatti attaccavano dei carretti a questi cani che si occupavano del trasporto dei quarti di carne dal mattatoio fino al negozio del padrone. Il Dogue de Bordeaux è stato anche cane gladiatore e “perro da presa” durante le corse dei tori. Anche per il suo aspetto peculiare e simpatico, il bellissimo Dogue de Bordeaux è stato spesso protagonista in televisione o al cinema: è ad esempio il co-protagonista di Turner e il casinaro con Tom Hanks e della serie tv americana Tequila e Bonetti.

Impossibile non rimanere conquistati dalle “rughe” del bellissimo Dogue de Bordeaux, molossoide che negli ultimi è diventato molto popolare anche in Italia. Si tratta di un cane di grande forza, molto muscoloso, che nel suo passato ha fatto un po’ di tutto, dal tirare i carretti al cacciare i cinghiali o custodire il gregge: forse il suo ruolo storico è stato però quello di indefesso difensore dei castelli della nobiltà europea.

Non è un cane molto alto ma è massiccio e ben bilanciato, piuttosto basso sul terreno, con un peso minimo di almeno 45 chili per le femmine e 50 chili per i maschi. La sua caratteristica più evidente è la testa, che secondo alcuni è la più grande di tutto il mondo canino se messa in rapporto al resto del corpo: la sua circonferenza è all’incirca pari all’altezza alla spalla del Dogue de Bordeaux. Le varietà di questo splendido cane di razza si distinguono per il colore della maschera, che può essere nera o rossa.

Dogue de Bordeaux: carattere

Il Dogue de Bordeaux è un cane capace di intimidire, vista la sua mole, il suo peso, le sue ottime qualità come cane da guardia e il passato anche di cane da combattimento. Oggi il carattere del Dogue de Bordeaux è stato però reso sempre meno aggressivo e questa specie è docile ed equilibrata, molto affezionata al padrone e di grande pazienza con i bambini. Come sempre, per essere sicuri del suo carattere la cosa migliore è addestrare il Dogue de Bordeaux fin da cucciolo, per renderlo il guardiano perfetto.

Si tratta infatti di un cane con spiccato senso della territorialità, che non va però mortificata senza far mai uscire il cane dalla proprietà: ha bisogno infatti di continui stimoli. Calmo, un po’ sedentario, pigrone e amichevole con ogni membro della famiglia, il Dogue de Bordeaux può essere molto feroce e senza paura contro gli estranei.

Per essere sicuri che ci sia il rapporto giusto tra il cane e il padrone è bene comunque affermare la propria leadership abbastanza presto, sempre con dolcezza e senza mai fare ricorso a maniere brusche.

dogue de bordeaux

Il Dogue de Bordeaux è in cane di una certa dimensione e come tale deve essere trattato, con esercizio quotidiano e corse, benefiche non soltanto sotto l’aspetto fisico ma anche per quanto riguarda quello psicologico. Nel suo territorio dovrebbe essere lasciato libero, eventualmente con una zona recintata per i momenti di necessità.

Per quanto riguarda l’alimentazione, non si tratta certo di un cane inappetente, e soprattutto per i primi anni di vita è bene dargli molta carne per aiutarlo nella crescita e far sì che il suo scheletro non si sviluppi con delle deficienze. Una volta adulto, dovrebbe mangiare circa un chilo di cibo tra 650 grammi di carne e 350 di riso bollito, o qualsiasi altra alimentazione bilanciata suggerita dal veterinario in base alle esigenze specifiche dell’animale. Attenzione perché il cane, soprattutto se non fa il movimento necessario, potrebbe tendere a ingrassare.

Il Dogue de Bordeaux è un eccellente cane da guardia, anche se comunque è possibile addestrarlo per renderlo meno diffidente verso gli estranei. Con il suo fisico e la sua indole è perfetto per proteggere la casa dei suoi padroni e la famiglia: averne uno significa sentirsi molto sicuri e tranquilli in sua presenza, ma è bene fare attenzione che il cane non diventi troppo sospettoso di tutti gli altri cani e degli estranei.

Il Dogue de Bordeaux è comunque anche un ottimo cane “da interni” e anche se non ha uno spazio gigantesco a sua disposizione sa adattarsi senza particolari problemi. In sostanza, l’importante per uno di questi molossoidi è stare più tempo possibile con il proprio padrone, anche in uno spazio limitato, piuttosto che avere ettari di terreno a propria disposizione ma passare fondamentalmente il tempo da solo.

Dogue de Bordeaux: salute e patologie

Come tutti i cani di grande taglia, anche il Dogue de Bordeaux non ha un’aspettativa di vita paragonabile a quella di un toy o di un altro cane di dimensioni medio-piccole, e se questi cani possono arrivare anche ai 10-12 anni la loro vita media si attesta sui 7-8 anni. Tra le patologie, vista la sua testa brachicefala, ci sono i problemi di respirazione, e una possibile scarsa tolleranza del caldo.

La conformazione della testa può anche essere un fattore per l’ectropion, un rivolgimento esterno della palpebra inferiore, che può portare a congiuntiviti e infezioni batteriche. Anche la displasia dell’anca è un problema ben noto, vista anche la sua conformazione fisica e la sua struttura.

dogue de bordeaux

Dogue de Bordeaux: rapporto con il padrone

Il padrone ideale del Dogue de Bordeaux sa farsi rispettare perché questo cane tende a essere dominante: deve essere quindi forte, deciso, determinato, sicuro di sé e con grande equilibrio nervoso. Come tutti i molossoidi, non è un cane propriamente “facile” e non dovrebbe essere il primo cane di un principiante, ma sa dare grandi soddisfazioni.

Le maggiori preoccupazioni con un cane di questo tipo riguardano la sua potenziale grande forza fisica, che se non viene bene indirizzata può dare luogo a problemi, ma si tratta comunque di un cane con indole piuttosto tranquilla.

Il Dogue de Bordeaux deve avere come padrone uno che sappia tenere senza difficoltà un animale da oltre 50 chilogrammi e tutto muscoli, e soprattutto deve avere voglia di passare molto tempo con lui perché per questa razza di cane è essenziale il rapporto con il proprio capobranco, che di rimando verrà sommerso di amore e di dedizione.

dogue de bordeaux

Dogue de Bordeaux: rapporto con i bambini

Il rapporto coi bambini da parte del Dogue de Bordeaux è ottimo per un cane della sua taglia, e quasi sempre si comporta nei loro confronti come un guardiano e un protettore. Bisogna però stare attenti al fatto che è un cane di taglia grande, con una forza di cui non sempre è pienamente cosciente, e quindi non è consigliabile tenerlo vicino a bambini molto piccoli.

Se è stato addestrato con cura non dovrebbe avere atteggiamenti diffidenti od ostili verso i bambini che non conosce, ma nel caso è meglio tenerlo sempre al guinzaglio in presenza di troppe persone per non agitarlo.

Dogue De Bordeaux: rapporto con gli altri cani

Con gli altri cani il Dogue de Bordeaux mostra comportamenti diversi a seconda del suo profilo caratteriale, ma se viene addestrato bene non mostrerà aggressività, a meno che non la subisca a sua volta. Non è difficile dare vita a una convivenza con un altro cane nella stessa casa, ma visto che è tradizionalmente un animale dominante e territoriale è bene seguire degli accorgimenti, introducendo il nuovo “membro delle famiglia” quando è ancora cucciolo.

Nel caso in cui ci siano due maschi di razze con tendenza a dominare, è essenziale che sia sempre molto presente il padrone per sedare sul nascere eventuali tensioni. In particolare, se il Dogue de Bordeaux o l’altro cane hanno avuto delle esperienze negative nel loro passato potrebbe essere del tutto impossibile, purtroppo, una pacifica convivenza.

Dogue De Bordeaux: prezzo e allevamenti

Il Dogue de Bordeaux è un cane piuttosto popolare e in Italia non mancano gli allevamenti certificati ENCI e dedicati a questo esemplare il Campania, in Emilia Romagna, in Lazio, in Liguria, in Lombardia, nelle Marche, in Piemonte, in Sardegna, in Sicilia, in Toscana, in Umbria e in Veneto.

Le iscrizioni di Dogue de Bordeaux secondo l’ENCI sono abbastanza stabili e si aggirano intorno alle 700-800 unità ogni anno. Per quanto riguarda il costo presso un allevamento certificato e con tutti i documenti in regola, questo di norma va dai 700 ai 1000 euro.