Dogo argentino: carattere, alimentazione, allevamenti e prezzo

Il Dogo argentino è una razza originaria di Cordoba: è un cane estremamente affettuoso, anche con i bambini. E ha un coraggio innato.

Cordoba, Argentina. La storia del Dogo Argentino inizia qui, grazie al Dr. Antonio Nores Martinez, famoso chirurgo che morì prematuramente nel 1956. Probabilmente questa razza è il suo più importante lascito: dopo una selezione molto accurata, nel 1947 il Dogo argentino prende vita e inizia ad espandersi in tutto il territorio: si distingueva già all’epoca per la sua forza smisurata, per la tenacia e il coraggio con cui affrontava la vita.

Originariamente era utilizzato per la caccia ai cinghiali e ad altri animali che potevano rappresentare un pericolo per il bestiame e l’agricoltura dei suoi padroni. Nores lo aveva pensato così, oggi è anche un cane che sa essere compagno perfetto per dei padroni che vogliano al loro fianco una razza imponente. Fino al 2009 era elencato tra le razze considerate pericolose, ma quell’anno il suo nome è stato cancellato.

Ad ogni modo, solo nel 1964 viene riconosciuto dalla FCI: questo traguardo fu possibile soprattutto grazie alla costante azione del fratello di Nores, anch’egli dottore. Oggi esistono allevamenti di Dogo Argentino anche in Italia ed è l’unico molossoide che rientra nella categoria dei segugi atti a cacciare grossa selvaggina.

 dogo argentino

Dogo Argentino: caratteristiche e aspetto fisico

Razza imponente? Si, perchè nonostante le sue misure non elevatissime ( i maschi vanno dai 62 ai 68 cm, le femmine dai 60 ai 65), il Dogo Argentino è una delle razze più muscolose e robuste del pianeta. Ha un peso che si aggira intorno ai 45 kg, ma il suo è davvero un fisico scultoreo, anche perchè ben proporzionato in tutte le sue sfaccettature. In virtù della sua forza è stato ed è purtroppo tuttora uno dei più frequenti protagonisti di combattimenti.combattimenti tra cani.

Le sue mascelle possono intimorire, ma se poi si guarda meglio il suo viso possiamo notare un tartufo caratteristico e singolare leggermente sbilanciato in avanti. Ha un musetto concavo, mentre i suoi occhi sono di colore nocciola.

Il mantello deve essere bianco (può avere una macchia scura solo sul cranio), corto e liscio. Tuttavia la sua linearità dipende dal clima: infatti in un clima tropicale il pelo diventa sottile, facendo trasparire le regioni pigmentate. Questo non penalizza lo standard. In un clima freddo invece, il pelo è più spesso e fitto: è quindi possibile la presenza di sottopelo.

Per quanto riguarda la sua bocca, ha una dentatura ben sviluppata, che deve essere regolare. Le orecchie sono solitamente tagliate e rivolte verso l’alto.

Dogo argentino: carattere

Essendo nato da un mix di razze dal carattere forte e vigoroso (Bulldog, Bull terrier e mastini, ma anche Alano, Dogue de Bordeaux, cane da montagna dei Pirenei, Levriero irlandese e Pointer), il carattere del Dogo argentino è quello di un cane da guardia e da difesa perfetto.

E’ molto intelligente e furbo, ma anche terribilmente territoriale: non abbaia quasi mai, ma se un cane dello stesso sesso invade il suo territorio saprà far valere la sua potenza. Questo perchè la natura dominatrice fa parte della sua indole. E’ nella caccia che tutta la sua astuzia e coraggio vengono fuori.

Tuttavia non si può dire che il Dogo argentino non sia un cane estremamente affettuoso e dolce, nonostante un aspetto che non farebbe pensare a queste qualità: ama la sua famiglia e il suo padrone, è molto protettivo. E’ diffidente con le persone che non conosce, ma non aggressivo.

Non è certo un cane timoroso: ha coraggio, ma allo stesso tempo è molto equilibrato. Ha una spiccata dote nel valutare le situazioni senza farsi prendere dalla foga: per questo è una delle razze più intelligenti e serene che esistano. Ovviamente si consiglia di portarlo spesso fuori, perchè lui ama stare all’aria aperta: è un camminatore che non si stanca mai, per questo vorrebbe passeggiare sempre insieme al suo padrone.

Tutte caratteristiche proprie del Bulldog: non è agitato, riesce a mantenere il controllo in svariate situazioni. Che viva in campagna o in città, il suo equilibrio psichico non ne risente.

dogo argentinoE’ chiaro però che il Dogo argentino è uno di quei cani che necessitano un’educazione e un addestramento da iniziare in tenera età: il cucciolo deve apprendere innanzitutto il rispetto dei ruoli e degli spazi, ma è anche importante fargli stabilire un contatto con altre razze così da fargli capire cosa significa il concetto di “interazione”.

Dogo argentino: alimentazione

Andiamo ad analizzare l’alimentazione del Dogo Argentino: si tratta di un cane che ha bisogno di una dieta accurata, specialmente nei primi mesi, visto che è proprio in questo poco lasso di tempo che cresce rapidamente.

Perchè venga su forte e sano è necessario dunque alimentarlo in maniera completa, con tutte le sostanze indispensabili per il suo fabbisogno quotidiano. In tal senso ci sono degli ottimi mangimi secchi in commercio: non c’è dunque bisogno di integratori, perchè quest’ultimi sono ricchi e completi di ogni sostanza che di cui il Dogo argentino ha bisogno.

Non è detto però che dobbiate acquistare per forza mangimi: può andare bene anche cibo preparato in casa. Consigliamo pasta o riso, ma anche carne, pane e verdure. In questo caso però ci sarà bisogno anche di integratori che nei cibi sopra indicati non sono contenute.

Al raggiungimento del primo anno di età, potrete passare ad una dieta più contenuta: meglio optare per mangimi poveri di grassi e proteine.

Dogo argentino: allevamenti e prezzo

Il prezzo di un Dogo argentino è abbastanza elevato: siamo intorno ai 1000 euro, arrivando anche a 1200 (dipende dalle vaccinazioni effettuate e soprattutto dal suo pedigree).

Vi sconsigliamo di andare alla ricerca di una razza del genere online: è sempre più indicato andare di persona in allevamenti di Dogo Argentino qualificati, magari sotto consiglio del vostro veterinario.Così potrete appurare la presenza di tutta la documentazione necessaria, compresa appunto di vaccinazioni e microchip.