Cucciolo veglia sul fratellino morto, entrambi vittime di sevizie: succede a Marsala. Il video

0
508

Quello che è successo a Marsala è solo uno dei tanti episodi di abbandoni e torture sui cagnolini che ogni anno accadono nel nostro paese.

Erano lì, in pieno centro a Marsala, e nessuno ha segnalato niente: stiamo parlando di due cuccioli fratellini, uno morto da due giorni e l’altro che vegliava sul corpicino esanime.

Entrambi erano stati vittime di sevizie e torture: a testimoniarlo i segni al collo di una ferita, con ogni probabilità provocata da una lenza stretta. Per fortuna i volontari dell’Enpa hanno trovato questo cucciolo in fin di vita.

Ecco la ricostruzione dei fatti: nei giorni scorsi nelle vie del centro di Marsala è stato trovato un cucciolo morto, mentre il suo fratellino aveva ancora una lenza di pesca intorno al collo. Era così stretta che si è formato un solco.

Come se non bastasse era anche denutrito e ovviamente molto impaurito. Come si può vedere nel video era steso vicino a suo fratello, non voleva che nessuno lo toccasse per alcun motivo.

Marsala purtroppo non è nuova ad episodi del genere, adesso l’Enpa cerca di adottare il cucciolo sopravvissuto: “Prediligeremo le richieste da parte di adottanti residenti o disponibili ad accogliere i cuccioli a Milano, Firenze, Bologna, Torino e Roma per facilitarci con le staffette. Viene chiesta donazione per aiutarci a sostenere le spese del viaggio. Verrà ceduto previo controllo preaffido, firma del modulo di adozione e disponibilità a mantenere i contatti nel tempo. Per informazioni scrivere alla pagina Facebook ENPA Marsala o mandare una mail a marsala@enpa.org.”.