Come prepararsi all’arrivo di un cucciolo di cane

0
257

Tramite la nostra esperta dog trainer Valentina Cafini, andiamo a scoprire come prepararsi all’arrivo di un cucciolo di cane.

Con questo approfondimento inauguriamo la rubrica settimanale tenuta da Valentina Cafini, addestratore cinofilo qualificato ENCI, che ci guiderà alla scoperta del comportamento, dell’educazione e dell’alimentazione dei nostri quattro zampe preferiti.

*

La domanda che vi starete ponendo se state leggendo questo articolo è come preparsi all’arrivo di un cucciolo di cane. E a chi non è mai capitato di aver visto un film con protagonista un dolcissimo Labrador e aver pensato subito dopo: “lo voglio!”.

In fin dei conti l’occhio vuole sempre la sua parte e spesso si finisce per credere che quel cane sia perfetto per noi anche se di lui non sappiamo proprio nulla. Accogliere un cucciolo in casa e nella propria vita è sempre una grande emozione, ma anche una grande responsabilità.

Una scelta errata e superficiale potrebbe determinare danni irreversibili. Se è vero che il cane è il migliore amico dell’uomo, è anche vero che affinché nasca un’amicizia piacevole e duratura è importante instaurare sin dall’inizio una relazione di fiducia e rispetto reciproco, condividendo passioni e avventure.

Scegliere il “giusto” cane non è impresa facile e basare tutto su preferenze estetiche e morfologiche non può e non deve essere l’unico criterio di valutazione. Ogni razza (ma anche il meticcio) si contraddistingue per le sue caratteristiche morfologiche e per le sue attitudini: non tutte sono state selezionate per svolgere lo stesso lavoro.

Cosa sapere quando si prende un cane

Ciascun cane richiede impegni diversi, esigenze diverse. È nostra responsabilità informarci prima di fare questo grande passo, assicurandoci di poter soddisfare i bisogni del cucciolo e di potergli garantire benessere senza generare frustrazioni. Ecco perché è importante non seguire le mode e le razze del momento.

Pretendere che debba essere il cane ad adattarsi al nostro mondo ed al nostro stile di vita, qualunque esso sia, può essere considerato semplicemente l’inizio di una relazione problematica che metterà a dura prova tanto il cane quanto il suo compagno umano.

Come prepararsi all'arrivo di un cucciolo di cane -2

Quando si sceglie di far entrare un cucciolo in casa è necessario prima di tutto analizzare il proprio stile di vita, chiedendosi se le proprie abitudini si sposerebbero bene con le esigenze della new entry e assicurandosi la possibilità di garantire una situazione di benessere al cane.

È indispensabile domandarsi quanto tempo si ha a disposizione da dedicare al futuro amico e se si è disposti a rivedere alcune abitudini. Il cane infatti è un animale sociale e come tale in natura non si ritroverebbe a passare del tempo in solitudine, piuttosto collaborerebbe con il branco in attività di caccia, di gioco e di riposo, avendo un preciso compito da svolgere ed un proprio ruolo senza i quali non si sentirebbe utile e appagato.

Come prepararsi all’arrivo di un cucciolo

Vediamo insieme alcune “regole” fondamentali a cui attenersi per non commettere errori ancor prima di accogliere il piccolo in famiglia:

  • Non adottare un cane al di sotto dei sessanta giorni di età e diffidare da chiunque dica con superficialità che è possibile prenderlo con sé a quaranta giorni. Il famoso periodo della “socializzazione” inizia proprio verso i quaranta giorni ed è un momento cruciale per la crescita del cucciolo in cui inizia a prender forma il suo equilibrio psico-fisico. Il piccolo inizia a correre, a fare agguati ai fratellini, a giocare, a mordere. Solo entrando in contatto con la mamma imparerà a dosare l’intensità del suo morso. Consentire al cane una corretta socializzazione con cani ed umani significa limitare il sopraggiungere di eventuali tare comportamentali che potrebbero esasperarsi in età adulta.
  • Prima che il cucciolo varchi la soglia di casa è importante aver adattato gli spazi della casa alle sue esigenze e aver messo a sua disposizione una comoda cuccia ove schiacciare lunghi pisolini, ciotole per cibo e acqua e simpatici giochi da mordicchiare (ne avrà bisogno!).
  • Dare al cucciolo una buona educazione sin dai primissimi giorni, rivolgendosi a lui con regole ben precise e condivise da tutta la famiglia. Parola d’ordine: coerenza!

Accogliere un cane nella propria vita è una grande responsabilità ed è consigliabile rivolgersi ad un esperto al fine di non cadere in soluzioni affrettate e poco felici tanto per i nostri amici cani quanto per noi.

Vi lasciamo di seguito i contatti di Valentina Cafini, che potrà guidarvi nell’educazione dei vostri cagnolini e aiutarvi a risolvere gli eventuali problemi comportamentali che hanno sviluppato:

Sito web
Pagina Facebook
Pagina Instagram