Tg cinofilo, la denuncia di Aidaa: il Governo vuole far abbattere tutti i cani randagi

Aidaa ravvisa che nel testo del “Piano per il lupo” ci siano norme che danno il diritto ai cacciatori di abbattere i cani randagi.

Aidaa, ovvero l’Associazione italiana difesa animali ed ambiente, ha denunciato che nel testo del “Piano per il Lupo” ci siano anche delle norme che consentirebbero ai cittadini di sparare ai cani randagi.

Ecco le parole di Lorenzo Croce, presidente dell’Associazione: “Il testo del piano nasconde tra le pieghe il via libero alla mattanza a fucilate dei cani randagi senza limiti percentuali, il che vorrebbe dire che le Regioni possono dare il via alle mattanze ma anche ad avvelenamenti di massa. Io accuso apertamente il ministro Galletti e con lui i governi Renzi e Gentiloni di voler autorizzare il massacro pianificato del cani randagi, un fatto vergognoso che non può essere taciuto nella sua gravità“.

Staremo a vedere nei prossimi giorni cosa succederà: se è davvero questa la modalità per risolvere il problema – che esiste – dei quattrozampe vaganti, allora noi ci schieriamo apertamente con il presidente Croce.

Seguono aggiornamenti.