Cani e bambini: un rapporto speciale che va costruito con il buonsenso

cani e bambini

Cani e bambini: amore senza limiti con la giusta educazione

Il legame che si instaura tra un cani e bambini è sempre speciale. Per un bambino crescere con un cane è importante perché apprende il rispetto per gli animali e perché va incontro ad una esperienza ricca di stimoli. Per quanto solitamente questo rapporto sia istintivo in entrambi, è bene che si pongano delle basi affinché questo legame cresca e si sviluppi con i giusti presupposti.

Sarà capitato a tutti di leggere di fatti di cronaca che vede cani e bambini protagonisti di eventi spiacevoli e, spesso, dalla conclusione disastrosa dove il cane morde il bambino ferendolo a volte a morte. Troppo spesso la colpa viene data al cane giudicato cattivo e aggressivo.  La verità però, è che altrettanto spesso questi accadimenti possono essere evitati grazie ad una corretta educazione del bambino nel rapporto con il suo amato quattro zampe.

I genitori svolgono un ruolo fondamentale per far sì che il rapporto tra cani e bambini sia quanto più sereno e corretto possibile.

Cani e bambini: le regole da rispettare

Cercheremo ora di fornire un piccolo decalogo di comportamenti da seguire affinché il nostro bambino e il nostro cane vadano d’amore e d’accordo creando un legame senza pericoli.

  1. Cani e bambini piccoli non si lasciano giocare da soli senza la supervisione di un adulto

E’ bene ricordare che, sebbene involontariamente, un cane, durante il gioco, può fare del male al bambino anche solo saltandogli addosso per far fargli le feste. Alcuni cani hanno un forte istinto materno e sono molto delicati ma non è sempre così.

I bambini inoltre possono contribuire ad atteggiamenti aggressivi da parte del cane, tirandogli la coda o le orecchie, infastidendolo mentre dorme o mangia o quando magari non sta bene. Fino a quando il bambino non comprende che alcuni comportamenti devono essere evitati è bene che un adulto sia sempre presente.

  1. L’importanza dell’interazione

Dobbiamo ricordarci che cani e bambini hanno bisogno di interagire perché si possa costruire un buon rapporto. E’ fondamentale quindi che non si instilli nel bambino la paura, e che l’adulto faccia in modo di far interagire il cane e i bambini con la massima tranquillità e il buonsenso.

Qualche volta può succedere che il cane veda il bambino come qualcuno da proteggere, diventando anche aggressivo nei confronti di chiunque gli si avvicini o al contrario come una preda. I due comportamenti vanno tenuti a freno in entrambi i sensi facendo sì che cani e bambini abbiamo la giusta interazione fin dall’inizio del loro rapporto.

cani e bambini

  1. Quando il cane è un cucciolo

Abbiamo detto che è importante che ci sia la presenza di un adulto per evitare che il cane infastidito da qualche comportamento faccia del male al bambino. Ma è bene fare in modo che non accada anche il contrario. Anche il bambino, che non ha ancora consapevolezza di sé e dei suoi gesti, può fare del male al cane, soprattutto se è cucciolo.

  1. I cani non sono esseri umani.

Dobbiamo renderci conto che il cane è un animale. Agisce sulla base della sua natura e segue delle regole di comportamento, se tali regole gli vengono impartite da cucciolo. Non possiamo pretendere che il cane comprenda i comportamenti giusti da quelli errati, che abbia un senso della morale o che comprenda ogni comportamento umano. Se il cane si sente minacciato agisce difendendosi a prescindere da chi si trova innanzi.

Queste piccole regole sono fondamentali per far sì che cani e bambini vivano il loro legame in modo profondo e corretto senza incorrere in inutili pericoli e che nasca una splendida amicizia che farà crescere entrambi in modo migliore.