COME EVITARE CHE IL CANE MANGI TROPPO IN FRETTA

COSA PUÒ ACCADERE SE IL VOSTRO CANE MANGIA TROPPO IN FRETTA

Quante volte abbiamo sentito dire: “quel cane mangia come un lupo?” Del resto, i cani discendono dai lupoidi, anche se molto alla lontana e in misura diversa a seconda della razza, e per loro il nutrimento significa sopravvivenza; ecco in parte spiegato il grande attaccamento al cibo. Ma se il desiderio e l’esigenza di nutrirsi sono in parte normali, accade però che molti cani abbiano la cattiva abitudine di mangiare troppo in fretta, ingollando in pochi bocconi l’intero contenuto della ciotola. Ciò dovrebbe essere evitato perché può provocare a lungo andare dei danni alla salute dell’animale, talvolta anche gravi.

Se infatti il cane ingerisce grossi bocconi di cibo senza masticarli, non permetterà al processo digestivo di iniziare correttamente, per cui non assimilerà adeguatamente gli alimenti, andando incontro a problemi gastrici, con episodi di rigurgito e di vomito che, se reiterati nel tempo, possono sfociare in infiammazione della mucosa che riveste lo stomaco e gastrite cronica. Anche l’apparato intestinale può subire delle alterazioni, perché ricevendo cibi non completamente digeriti, si avrà un malassorbimento, che spesso sfocia in episodi di diarrea;  mangiando troppo in fretta inoltre il cane ingoia, assieme al cibo, anche grandi quantità d’aria che possono causare meteorismo e flatulenza.

Nei casi più gravi, se il cane si ingozza troppo velocemente, può andare incontro alla torsione gastrica una patologia importante, che interessa soprattutto i cani di grossa taglia, con un torace profondo, che consiste nella rotazione e ostruzione dello stomaco, che se non trattata chirurgicamente in tempi brevi, può causare la morte. Il padrone deve insospettirsi se il ventre del cane inizia a gonfiarsi e l’animale appare irrequieto, ha “ha fame d’aria” e compie tentativi di vomito infruttuosi sempre più frequenti.

 

PERCHÉ IL CANE MANGIA IN FRETTA?

Possono essere varie le motivazioni per cui il nostro cane mangia troppo in fretta: ad esempio perché nella cucciolata in cui è cresciuto era sempre l’ultimo ad arrivare al cibo o, ancor peggio se ha avuto tristi esperienze di maltrattamenti e digiuni forzati o ha dovuto lottare per il cibo con altri cani.

Un’altra ragione può essere quella di condividere la casa con un altro cane: questa situazione può alimentare un senso di competizione tra i due, per cui, il quattro zampe, se è il più remissivo dei due,  cerca di finire il prima possibile la sua “pappa” per paura che l’altro arrivi a mangiargliela oppure, se è dominante, mangia il più in fretta possibile per poi andare a “rubare” anche il cibo del suo amico-nemico.

cane-mangia-in-fretta-come-fare

 

I RIMEDI DA ADOTTARE SE IL VOSTRO CANE MANGIA TROPPO IN FRETTA

Per evitare che il vostro cane mangi troppo voracemente, è necessario anzitutto tenere a bada l’eccitazione che prova al momento della tanto desiderata “pappa”. Ma come? Per prima cosa non fomentate la sua frenesia, quindi non preannunciate al vostro quattrozampe l’arrivo del cibo, chiamandolo o agitando davanti a lui la confezione delle crocchette, ma al contrario preparate la sua ciotola se possibile senza farvene accorgere, così da presentarla al cane quando è già pronta. Certo non è facile, perché i nostri amici pelosi “captano” subito ciò che più interessa loro; se annusano anzitempo il profumo della “pappa” predisponete il necessario per il pasto con calma e cercate di lavorare sull’autocontrollo dell’animale. Non porgete la ciotola al cane finché dimostra di essere eccitato, piangendo, ululando, girando in tondo o saltando; fatelo sedere e poggiate la ciotola a terra solo quando il cane è tranquillo. Dopodiché date al cane il tempo per mangiare (circa 10 minuti), senza togliergli o allontanargli mai la ciotola finché non ha finito, altrimenti otterrete come effetto quello di spingerlo a mangiare più in fretta, perché cercherà di “spazzolare” tutto il più velocemente possibile, prima che il cibo gli venga sottratto.

Un’altra soluzione può essere quella di suddividere il pasto in razioni più piccole, ad esempio versandogli nella ciotola dell’altro cibo, solo dopo che ha finito la prima porzione, in modo da costringerlo a non ingoiare delle quantità troppo abbondanti e a fare una pausa tra un boccone e l’altro. Potete anche distribuire la “pappa” negli stampi delle teglie per muffin così da indurre il cane ad assumere piccole dosi alla volta o scegliere delle ciotole apposite in vendita nei negozi per animali.