Cane Greyhound (Levriero inglese): carattere, salute, prezzo e allevamenti

Velocista per eccellenza, il Greyhound è un levriero inglese diventato nel corso dei secoli un cane da compagnia molto amato.

La razza protagonista di questa scheda ha origini molto antiche e da sempre può vantarsi di essere una delle più veloci al mondo. Stiamo parlando del Greyhound: un vero e proprio velocista. Un atleta dotato ma anche un amico fidato.

Fa parte della famiglia dei Levrieri (tutti formidabili corridori) infatti è conosciuto anche col nome di Levriero inglese a pelo corto. Del levriero ha ovviamente tutte le caratteristiche principali: lunghe leve, occhietti vispi e carattere abbastanza dolce.

Siete curiosi di sapere quanto veloce può effettivamente correre questo bolide a quattro zampe? La sua media è di ben 63 chilometri orari, che possono salire a 73 Km/h sul rettilineo. Una vera scheggia.

Va da sé che una razza con queste qualità sia stata nel corso dei secoli molto utilizzata in veste di segugio, ma attualmente il Levriero Greyhound non deve più passare buona parte del suo tempo in sedute di caccia: può dedicarsi alla vita dello sportivo, essendo impiegato soprattutto nei cinodromi, nella gare di racing oppure di coursing (attività legata alla tradizione anglosassone che approfondiremo tra poco).

Greyhound (Levriero inglese): origini

Facciamo prima un passo indietro (nel tempo) e proviamo a fare luce sulle origini di questa razza. Cosa tutt’altro che semplice dal momento che si tratta di un cane – pare – davvero molto antico. Le testimonianze infatti sono fisiologicamente un po’ confuse a tratti discordanti, ma affondano tutte le radici nella Storia Antica.

Proviamo a destreggiarci tra fonti disparate. C’è chi ricollega questa razza alla popolazione dei Celti. In questo caso la diffusione dell’animale nel Vecchio Continente sarebbe iniziata qualcosa come 5 secoli prima di Cristo. Ma da dove li avrebbero importati i Celti? Pare dall’Africa, più nel dettaglio il Greyhound potrebbe derivare da un tipo di Levriero Nord Africano (forse lo Sloughi, altri dicono il Saluki).

Un’altra versione della storia invece farebbe risalire questa razza all’Antico Egitto: potrebbe infatti trattarsi di un parente (o proprio di un progenitore) del Tesem, razza molto cara al popolo delle Piramidi, che sarebbe stata importata in Europa – in particolar in Inghilterra e in Grecia – dai mercati marittimi fenici.

Una terza versione ci porterebbe invece a cavallo tra XII ed il XIII secolo: in questo caso potrebbero essere stati i Crociati, di ritorno dall’Oriente, a portare degli esemplari di Greyhound nella Vecchia Europa, dove questa ha poi conosciuto una rapida e – in linea di massima – costante ascesa.

Il Greyhound infatti ha subito preso “residenza” nelle altolocate corti europee, dove era regolarmente impiegato per le battute di caccia dei nobili. Pare che anche la Regina Elisabetta I fosse una sua grande fan! Sempre in ambiente nobiliare, questa razza è diventata celebre anche grazie al successo nell’attività sportiva, nella fattispecie del gioco del Coursing.

Si tratta di un’attività vietata al giorno d’oggi, ma molto diffusa e apprezzata nell’800: una sorta di ibrido tra corsa e caccia, nel quale due cani dovevano rincorrere una singola lepre lasciata libera in campo aperto. Come potete immaginare, nell’orbita di questa attività, fioccavano le scommesse! Il il Greyhound era sicuramente uno dei cani su cui puntare.

In ultima battuta, vi consigliamo anche di cercare le rappresentazioni di questo cane elegante e sinuoso nella pittura dell’epoca: in molti hanno immortalato questo sportivo dall’aplomb british, da Brueghel il Vecchio e Botticelli, passando per Pisanello.

Greyhound: aspetto

Andiamo allora a capire meglio come è strutturato questo cane spesso apprezzato anche dai pittori come modello longilineo e di gran classe. Questo Levriero inglese a pelo raso è un cane di taglia grande, ovviamente molto tonico.

Quanto può arrivare a pesare un corridore come lui? Tendenzialmente non supera i 32 chilogrammi, partendo da una base adulta di 27 Kg. L’altezza la garrese delle femmine oscilla tra i 68 e i 71 cm, mentre per i maschi si sale fino a 76 cm.

Parliamo ovviamente di un cane molto compatto e aerodinamico, ma anche muscoloso e prestante. Ha delle proporzioni pressoché perfette, simmetriche ed equilibrate: come quelle di una bella moto. Tronco spazio e torace profondo ma spalle leggermente inclinate per consentirgli di solcare l’aria rapidissimo. Un meccanismo perfettamente oliato ed elastico.

L’andatura è ovviamente rapida, naturale ed elegante. La falcata davvero impressionante. Anche il mantello (la “carrozzeria” verrebbe da dire) è “tecnica”, basata sulla sua vocazione alla corsa: pelo corto, raso, anti-attrito. I colori sono vari (dal fulvo al nero passando per il tigrato) e sono ammesse chiazze bianche.

La testa è piccolina e allungata, con lo stop poco marcato e il tartufo scuro. Gli occhi leggermente ovali e scuri, hanno quasi sempre un’espressione vispa e intelligente. Tutto il cranio è compatto ma ciò non toglie che la mascella sia imponente e temibile.

Greyhound: carattere

Il Greyhound è davvero un amico fidato e un cordiale cane da compagnia, oltre che un incredibile atleta. Si tratta infatti di una razza pacata e dolce, che tende ad affezionarsi molto al padrone e a tutta la famiglia (bambini compresi).

Essendo molto equilibrato non risulterò mai troppo invadente, tuttavia sappiate che – soprattutto se lo si educa in un certo modo – ama vivere in simbiosi col padrone, quindi fare tutto quello che fa lui e stare dove sta lui (letto compreso).

Tuttavia, ribadiamo, non è un cane maleducato, dunque sa anche stare al suo posto se opportunamente ripreso. Pur essendo di indole vigile e scattante, se è lasciato troppo a lungo senza stimoli rischia un po’ di impigrirsi (del resto è comunque abituato agli agi nobiliari!).

Greyhound: prezzo e allevamenti

Non è un cane di nicchia dunque non dovreste incontrare troppe difficoltà nel trovare l’esemplare che fa per voi, un po’ in tutta Italia. Sappiate che data la sua taglia ha un’aspettativa di vita di circa 13 anni.

Si tratta di un cane tendenzialmente sano come un pesce, comunque non tendente ad ammalarsi: uno sportivo in tutto e per tutto insomma. Non dovrebbe darvi problemi nemmeno per patologie in genere molto diffuse come displasia dell’anca. Attenzione però alla dieta e alla sua tendenza a poltrire se non opportunamente stimolato.

Nella fattispecie, data la fisionomia del suo cranio e del suo stomaco, attenzione anche al momento stesso in cui mangio: preoccupatevi che non si ingozzi troppo velocemente e deglutisca correttamente. Per il resto sappiate che il Greyhound va d’accordo praticamente con tutta la famiglia e accetta abbastanza di buon grado anche altri animali in casa. Del resto, soprattutto in America, questa razza è utilizzata soprattutto per la Pet Therapy, proprio in virtù della sua proverbiale affettuosità. Insomma, un corridore palestrato dal cuore tenero.

Il prezzo di un cane Greyhound può oscillare tra i 500 euro e i 1.000 euro. Questa razza fa parte dei Levrieri, perciò potrebbero interessarti anche:

Levrieri a pelo lungo o frangiato:

Levrieri a pelo duro:

Levrieri a pelo corto:

  • Azawakh (Levriero africano)
  • Galgo espanol (levriero spagnolo)
  • Levriero polacco
  • Magyar agar (Levriero ungherese)
  • Piccolo Levriero italiano
  • Sloughi (Levriero arabo)
  • Whippet