Pastore del Caucaso: carattere, prezzo e allevamenti

Il Pastore del Caucaso: un cane da scoprire

Alcuni esperti sostengono che il Pastore del Caucaso abbia insite in sé due personalità: una pacata e tranquilla che lo vede integrato perfettamente in famiglia, anche se non sarà mai un cane eccessivamente coccolone e ha necessità che vengano rispettati sempre i suoi spazi, e un’altra aggressiva e feroce che riserva a chi minaccia lui o la sua cerchia famigliare.

Il Pastore del Caucaso è un cane dalle grandi dimensioni, muscoloso, robusto, forte che non teme niente e nessuno. Non è un cane per tutti, perché va addestrato facendo sempre attenzione a non essere con lui mai aggressivi. Lui reagirebbe di conseguenza. E’ un cane che non va sottomesso ma va fatto considerare un compagno, un amico.

Il suo padrone, con fermezza e coerenza, dovrà instaurare con lui un rapporto di fiducia e rispetto reciproco. Solo così si può essere certi che sia fedele e premuroso con la sua famiglia.

E’ davvero un cane splendido con tantissime qualità ma necessita di qualcuno che abbia voglia e volontà di scoprirlo in tutte le sue sfumature.

Pastore del Caucaso

Pastore del Caucaso: le origini

La storia del Pastore del Caucaso è a tutt’oggi incerta e al centro di numerosi dibattiti. Non ci sono prove scritte sulle sue origini. La teoria a cui si dà maggior credito è che il Pastore del Caucaso derivi da diversi ceppi di cani che, in una vasta zona della catena del Caucaso compresa oggi nelle repubbliche dell’Armenia, dell’Azerbaigian, della Georgia e della Russia, erano adibiti alla difesa del bestiame da ladri e predatori e da cui avrebbe ereditato il manto e la forma del muso.

La selezione di questa razza è iniziata nella zona dell’Ex Unione Sovietica, al fine di ottenere validi animali da adibire alla guardia nelle frontiere e nelle strutture militari. Tale selezione ha permesso a questa razza canina di rafforzare alcune caratteristiche come la forza fisica, la sicurezza, il coraggio, l’udito fine, la grande resistenza e il coraggio.

Come razza, il Pastore del Caucaso è stato riconosciuto negli anni 50 in Russia e negli anni 80 dalla FCI. I primi esemplari di questa razza canina risultano essere stati un valido aiuto alle armate dello Zar, in quanto, grazie al pelo folto e impermeabile, può resistere a rigide condizioni climatiche.

Il primo riconoscimento ufficiale di questa razza canina risale al 1952. Questo è l’anni in cui gli stato dell’Ex unione Sovietica si riunirono per fare un elenco delle razze presenti sul territorio e per selezionare quelle da utilizzare. Qualche anno dopo venne creata la prima scuola di formazione per lo sviluppo della razza.

In linea generale comunque questa razza ha conservato a tutt’oggi quelle che sono sempre state fin dalle origini le sue caratteristiche principali. La diffusione in Europa si ebbe dopo il 1970, in particolar modo in Germania e nei paesi bassi.

Pastore del Caucaso

Pastore del Caucaso: peso e caratteristiche

Il Pastore del Caucaso è una razza canina di taglia grande. L’altezza, per le femmine, varia tra i 67 e i 70 cm per un peso circa 45 kg, mentre per i maschi, l’altezza si aggira intorno ai 72-75 cm per un peso che supera tranquillamente i 50 kg.

Ha una corporatura parecchio robusta, con una struttura ossea ben sviluppata e potente. Il tronco è ampio e gli arti sono rettilinei ed espressione di forza ma anche di agilità. La testa è grande e robusta con una fronte ampia e piena.

Il tartufo è scuro e spicca sul suo muso corto. Gli occhi sono piccoli, di forma ovale, scuri, incavati ed espressivi. Le orecchie sono alte ma penzolanti (se non sono state tagliate). La coda ha un attaccatura pendente verso il basso ed è a forma di falce.

Il pelo del Pastore del Caucaso è fitto (così come il sottopelo), soffice e compatto e si presenta in vari colori giallo paglia, rossiccio, grigio in varie sfumature, bianco. Non è mai nero. Ha tre varietà: a pelo corto, a pelo lungo con criniera e a pelo lungo senza criniera. La varietà a pelo corto richiede cure basilari mentre le altre due varietà richiedono molte cure per evitare nodi fastidiosi.

Il Pastore del Caucaso è una razza di cane di costituzione piuttosto robusta e gode di ottima salute. E’ fondamentale però proteggerlo dalla Filariosi Cardio Polmonare, una malattia causata da un verme che si insedia nel cuore e che porta l’animale alla morte. Altra minaccia che può essergli fatale è la Processionaria che se non viene curata in tempo può farlo morire soffocato.

Non è una razza adatta a vivere in appartamento, perché è un cane molto attivo che ha bisogno di spazi aperti per correre e sfogarsi e sviluppare la sua muscolatura. Relegarlo in spazi piccoli significa renderlo infelice e anche potenzialmente aggressivo.

Pastore del Caucaso: prezzo

Il valore di un Pastore del Caucaso varia in base alla sua età e dalle caratteristiche fisiche e caratteriali. In media si parte dai 700-800 euro ma è possibile trovare cuccioli che costano anche molto meno o parecchio di più (si può arrivare anche a 1500 euro). Certo occorre fare attenzione e acquistare quelli certificati.

Pastore del Caucaso

Pastore del Caucaso: carattere

Il Pastore del Caucaso è un cane stupendo ma molto particolare e, di sicuro, non è adatto a tutti. Prima di tutto perché non è facilissimo da gestire e in secondo luogo perché non è assolutamente adatto a stare in appartamento. E’ un cane che necessità di spazi ampi. Ha bisogno di sentirsi libero. Spazi troppo piccolo potrebbero renderlo frustrato e nervoso e alimentare una natura aggressiva.

E’ un cane forte, coraggioso e assolutamente territoriale. Il Pastore del Caucaso è un cane da guardia fatto e finito e in caso di reale pericolo per il suo padrone o per la sua famiglia non esita un secondo a schierarsi in loro difesa. Riflessivo e riservato è un cane comunicativo con le persone con cui vive.  Gli piacciono anche le coccole e giocare ma senza esagerare.

 Il Pastore del Caucaso è molto diffidente con gli estranei. E’ nella sua natura esserlo, ricordiamoci che è un cane da guardia e fin dalle origini proteggeva il gregge e il pastore. Sta sempre in allerta e se qualcuno non gli piace si fa capire molto bene con un ringhio profondo, uno stato di irrequietezza e un movimento ondulatorio della coda.

E’ un cane sicuro di sé e orgoglioso e valuta da solo il pericolo. Solitamente va d’accordo con gli altri animali, a meno che non siano delle sue stesse dimensioni e sesso. Se un cane di dimensioni più piccole lo prende di mira, abbaiando, è molto probabile che il nostro Pastore del Caucaso non lo degni della minima attenzione. Se lo si abitua a vivere con altri animali, è altamente probabile che tenderà a proteggere anche loro perché considerati parte della sua cerchia famigliare.

Il Pastore del Caucaso è una razza canina che si trasforma caratterialmente da adulto rispetto quando è cucciolo.  Da cucciolo è tenero e giocherellone ma occorre fare attenzione a non viziarlo e a educarlo fin da subito perché il suo carattere attorno dai 9 -14 mesi cambia e anche abbastanza velocemente diventando un signor cane da guardia.

Pastore del Caucaso: addestramento e rapporto con i bambini

Come abbiamo già detto il Pastore del Caucaso non è un cane facilissimo da gestire. Non è sicuramente adatto a tutti. Sebbene si riveli un buon compagno di gioco per i bambini è bene evitare comportamenti che possano innervosirlo.

Niente giochi troppo rumorosi o fastidiosi di modo da evitare reazioni aggressive. E’ inoltre da considerare che la sua struttura fisica lo rende comunque un compagno di giochi involontariamente pericoloso. Il Pastore del Caucaso è un cane che ha una personalità molto forte per cui è necessario educarlo fin da piccolo al rispetto dei ruoli e delle gerarchie familiari. Attenzione però, va educato senza ricorrere mai alla violenza.

Ha bisogno di un padrone che non si dimostri mai debole, che sia deciso, fermo e determinato ma mai violento. Questo perché la violenza non farebbe che alimentare la sua natura. Non va assolutamente picchiato quando sbaglia.

E’ bene sapere e ricordare che il Pastore del Caucaso non è un cane che teme l’uomo, e durante l’addestramento potrebbe mettere in discussione la leadership del padrone, motivo per cui il rapporto che si deve creare con lui non è di sottomissione ma di fiducia.  Occorre far in modo che il cane veda il proprio padrone come un punto di riferimento.

Il Pastore del Caucaso è, inoltre, un cane che ha bisogno dei suoi spazi e questi spazi devono assolutamente essere rispettati. Non deve essere infastidito quando mangia o dorme perché potrebbe interpretare quei comportamenti come un invasione dei suoi spazi. Se addestrato bene si rivela comunque un compagno fedele, buono e protettivo con la sua famiglia e perfettamente gestibile.