Cane da montagna dei Pirenei: carattere, salute, allevamenti e prezzo

Il cane da Montagna dei Pirenei è una delle razze più antiche e nobili della storia: andiamo alla sua scoperta.

Grande colosso dal cuore d’oro, il cane da montagna dei Pirenei (il “Belle” di “Belle e Sebastien”) tradisce fin dal nome la sua origine. Si tratta infatti di una razza molto antica, imparentata strettamente con molti altri grandi cani bianchi europei, come ad esempio il pastore maremmano italiano e perfino il Gran San Bernardo.

Questi animali sono tutti arrivati dall’Europa orientale a seguito delle greggi, e in particolare il cane da montagna dei Pirenei è stato compagno da secoli dei pastori baschi che vivevano nei pressi dei Pirenei francesi e di Spagna, per la precisione in Navarra e in Aragona.

Già Varrone, l’autore romano, lo aveva descritto nel suo “De re rustica”, parlando della sua testa forte, delle orecchie morbide e lunghe, del collo corto e largo e del colore bianco del suo manto, una caratteristica particolarmente apprezzata perché rendeva l’animale facile da distinguere anche durante la notte. Oggi il cane da montagna dei Pirenei è una razza dall’indole naturalmente di guardiano, aggressivo solo con i predatori che minacciano il suo gregge.

Il cane da montagna dei Pirenei ha sempre avuto molto successo, fin dalla sua introduzione in Europa, dopo l’arrivo dall’Asia Centrale. Tra i suoi antenati c’è anche il Dogo del Tibet, uno dei “grandi padri” dei cani del Vecchio continente.

Le prime testimonianze del cane da montagna dei Pirenei in Europa risalgono a metà del quattordicesimo secolo: oltre che per custodire i greggi dei pastori, questi animali venivano utilizzati anche per fare la guardia ai castelli francesi.

Il momento di maggior popolarità del cane da montagna dei Pirenei risale alla fine del diciassettesimo secolo, quando il duca del Maine, il figlio del Re Sole Luigi XIV, si innamorò della razza durante un viaggio nei Pirenei e lo volle portare con sé a Versailles. Da quel momento divenne un cane desideratissimo, tanto da essere proclamato razza reale.

Cane da montagna dei Pirenei: carattere

Il carattere del cane da montagna dei Pirenei è quello di un animale sicuro di sé ma molto gentile, in particolare coi bambini, e molto affettuoso. Si tratta di un cane territoriale, che sa proteggere molto bene la sua famiglia o il suo gregge quando è necessario, ma di norma, quando non ci sono pericoli in vista, è paziente e leale.

È una razza molto determinata e indipendente, attenta e senza paura, sempre leale ai suoi doveri. Il cane da montagna dei Pirenei è un guardiano naturale anche per la sua notevole mole, ed è abituato a vagare per controllare il suo territorio; per questo in genere è meglio tenerlo al guinzaglio, altrimenti il rischio è che vaghi se lasciato libero in uno spazio non recintato.

Quando protegge il suo gregge, il cane da montagna dei Pirenei è solito abbaiare; è un animale prevalentemente notturno e quindi se non viene addestrato per tempo può capitare che abbai un po’ troppo, soprattutto nel cuore della notte.

Quasi inutile far notare che, data la sua mole imponente, non è certo un animale da appartamento: ha bisogno di molto spazio, anche per via delle sue origini rurali che lo rendono proprio a livello di razza amante delle grandi distese aperte, che considera il suo territorio da proteggere.

Impensabile, quindi, costringerlo a una vita in uno spazio troppo ristretto: è necessario avere a disposizione un bel giardino, insistendo fin da cucciolo su un addestramento dolce e ragionato ma anche fermo e deciso, perché si tratta di una razza che può dimostrarsi testarda.

Meglio fin da subito insistere sul richiamo, importante soprattutto perché come molti altri cani della sua tipologia può essere incline alle fughe se lasciato libero. Per quanto riguarda l’impiego del cane da montagna dei Pirenei, per natura, stazza e tradizione si tratta di un eccellente cane pastore, che sa dimostrarsi dolce, socievole e tranquillo in situazione di calma ma che diventa un guardiano attento e implacabile quando vede minacciato il suo territorio e, soprattutto, la sua famiglia.

È quindi un cane da guardia di ottimo livello, ma è sempre stato utilizzato per compiti diversi nella storia, arrivando anche a essere un eccellente cane da compagnia per i nobili francesi. In passato è stato usato anche per controllare gli altri cani e le bestie più svariate, vista la sua tendenza a dominare sulle altre razze: è stato inoltre utilizzato per prevenire gli attacchi di animali pericolosi soprattutto nel contesto montano e rurale in cui ha sempre operato, ad esempio contro i lupi e gli orsi che nel cane da montagna dei Pirenei trovano un degno avversario.

cane da montagna dei pirenei-1

In genere, il cane da montagna dei Pirenei ha un carattere piuttosto riservato con gli estranei, siano questi esseri umani o altri cani. Per questo è molto difficile che attacchi briga, se non provocato; come molti altri cani di razza di simile mole, conosce perfettamente la propria forza e per questo non la impone a meno che non sia assolutamente necessario.

Educato e affettuoso, il cane da montagna dei Pirenei ama giocare con i suoi simili se non si dimostrano troppo aggressivi; naturalmente, se ce n’è bisogno, sa farsi rispettare, pronto però a essere ricondotto all’ordine dal padrone se questi non appare troppo mite o insicuro nella situazione.

Cane montagna dei Pirenei: alimentazione

Per quanto riguarda l’alimentazione, il cane da montagna dei Pirenei ha le giuste pretese di un animale della sua stazza, quasi un chilogrammo al giorno (più precisamente tra gli 8 e i 9 etti) di alimento, a seconda del suo metabolismo. Fondamentale durante le fasi della crescita curare bene l’apporto corretto delle sostanze nutritive più imoportanti.

Cane da montagna dei Pirenei: salute e patologie

Il cane da montagna dei Pirenei è un cane che in genere gode di una buona salute, e se curato con la giusta attenzione e rispettato nelle sue esigenze di spazio e di moto può vivere fino ai 12-13 anni, la norma per i cani di razza della sua taglia.

Le malattie più pericolose che possono presentarsi riguardano invece soprattutto l’apparato digerente e in particolare una delle più rischiose in assoluto è la torsione dello stomaco: per scongiurarla è assolutamente necessario recarsi il prima possibile dal veterinario per un intervento d’urgenza.

Per far sì che questa patologia si presenti il meno possibile nel cane da montagna dei Pirenei è meglio suddividere in due il pasto quotidiano, anche considerando la quantità di cibo notevole che viene somministrata al cane, evitando gli sforzi dopo il pasto.

Cane da montagna dei Pirenei: rapporto con il padrone

Il padrone ideale del cane da montagna dei Pirenei sa prima di tutto apprezzarne le importanti doti caratteriali, come la lealtà, la fedeltà, la capacità di essere un guardiano eccellente e di custodire le cose per lui più preziose – il suo padrone, la sua famiglia, il suo gregge – con determinazione e grande coraggio.

È bene che abbia già un po’ di dimestichezza nel gestire cani di grande stazza, perché è forte e robusto e, per quanto molto dolce, incline alle fughe e non di rado testardo: bisogna sapersi far rispettare con fermezza senza mai essere bruschi, e soprattutto non esitare a farsi carico delle sue esigenze di moto quotidiano e di pasti decisamente “cospicui”.

cane da montagna dei pirenei-3

Cane da montagna dei Pirenei: rapporto con i bambini

Il rapporto del cane da montagna dei Pirenei con i bambini è da sempre ottimo, ed è per questo che, se si ha a disposizione lo spazio necessario per un cane di questo genere, è un’eccellente scelta se si ha una famiglia numerosa.

I piccoli di casa si affezionano molto rapidamente a questo gigante che sa essere davvero dolce quando ha a che fare con i “cuccioli” del suo gregge e, più in genere, con qualsiasi creature che sia delicata e senza difese. Oltre che con i bambini, il cane da montagna dei Pirenei si sa adattare anche agli altri animali di casa, in particolare con i gatti con i quali pare abbia un ottimo rapporto.

Cane da montagna dei Pirenei: allevamenti e prezzo

I cuccioli del cane da montagna dei Pirenei vanno presi presso gli allevamenti e hanno un costo che di norma varia, a seconda del pedigree, dagli 800 ai 1.200 euro.

Molto meglio non fidarsi di certe vendite online che propongono piccoli di questo animale a prezzi troppo bassi, e consultando il sito dell’ENCI si possono avere molte informazioni in più su dove ricercare il cane da montagna dei Pirenei e farne un fedele compagno per sé e per la propria famiglia. La maggior parte si trova in Piemonte, ma ce ne sono anche in Campania e nel Centro Italia, dall’Emilia Romagna alla Toscana.