Cane cammina per 200 chilometri nella foresta siberiana per tornare dalla proprietaria che l’aveva abbandonato

0
329

Incredibile la storia di questa cagnolina, che è ritornata dalla sua proprietaria che l’aveva respinta. Ora per fortuna sta bene.

Una femmina di Bullmastiff ha percorso 200 chilometri, in una foresta siberiana piena di orsi e lupi, per ritornare dalla sua proprietaria che l’aveva respinta. Il quattro zampe si chiama Maru e ha un anno. La sua proprietaria l’aveva abbandonata perché diceva di essere allergica ai cani, e l’aveva messa su un treno della linea Trans-Siberiana per farla tornare al canile nel quale era nata.

Ma la cagnolina a un certo punto è scappata dal treno mentre il mezzo – diretto a Novosibirsk – ha fatto tappa alla stazione di Achinsk. «Maru, dopo aver avuto un attacco di panico ed essere stata male per la mancanza della proprietaria, ha aperto la porta con le zampe – raccontano – ed è saltata giù».

Lo staff che lavorava sul treno ha provato a cercarla ma senza successo, e una donna, Alla Morozova, la fondatrice del canile nel quale era diretta, ha organizzato dei gruppi di ricerca e ha usato i social per rintracciarla.

Quasi tre giorni dopo la cagnolina, esausta e ferita, è stata trovata nei pressi di una zona industriale vicino alla casa della proprietaria che non l’aveva voluta, e che non ha partecipato alle battute di ricerca. Maru aveva seguito la linea dei binari e aveva camminato per 125 miglia (200 chilometri) nella foresta.

«Secondo me sarebbe riuscita a tornare a casa – dice Morozova – ma per via delle ferite si era un po’ persa ed era molto stanca». Adesso Maru è in buone mani e si trova al rifugio nel quale è nata: «Ha ritrovato la sua mamma e il suo papà, che vivono ancora qui nel canile” conclude Alla.

Fonte: Lazampa.it