Bulldog francese: carattere, salute, prezzo e allevamenti

Il Bouledogue francese è un piccolo ercolino tutto muscoli e simpatia, con un’autentica venerazione verso il proprio padrone.

Il Bulldog francese (o Bouledogue francese, o Bouledogue français) è una razza canina estremamente popolare, che proviene in realtà dall’Inghilterra: il nome “francese”, infatti, è dovuto al fatto che le lavoratrici di pizzo che si trasferirono in Francia dal Regno Unito durante la Rivoluzione Francese avevano portato con sé proprio questi animali, che in breve tempo divennero popolarissimi.

Come tutti i molossi, anch’esso deriva dalle antiche razze dell’omonima tribù greca, poi esportati in tutto il mondo adlle navi fenicie. I piccoli antenati del Bulldog francese, com’è noto, cominciarono a essere utilizzati per il bull-baiting, una cruenta tauromachia che nel Medioevo e nei secoli successivi vedeva diversi cani sfidare un toro. Per questo vennero selezionati e allevati per sviluppare un corpo tozzo e muscoloso, e tuttavia agile per evitare le terribili corna dei tori.

Il bull-baiting venne dichiarato fuorilegge nel 1835, ma ormai i bulldog si erano affermati come razza di cani da compagnia; spesso, per ridurre le loro dimensioni, venivano incrociati con dei terrier, altri con dei carlini. Il Toy Bulldog nel 1850 era ormai famoso in Inghilterra. La loro storia comincia invece con la Rivoluzione Industriale, quando le lavoratrici del pizzo, con l’introduzione della macchina a vapore, si trovarono in molti casi senza lavoro.

Una consistente parte di essere emigrò quindi in Francia portando con sé i propri toy bulldog, che Oltremanica divennero popolarissimi e cominciarono ad essere selezionati per essere ancora più piccoli; dall’Inghilterra arrivavano soprattutto, per l’accoppiamento, dei bulldog che erano considerati troppo piccoli oppure con le orecchie troppo dritte. Così il piccolo bulldog toy divenne conosciuto come Bulldog francese e fu una delle razze preferite degli artisti e dei creativi. Anche all’inizio del ventesimo secolo erano una razza estremamente popolare, soprattutto nell’alta società, e i Rockfeller e i Morgan sovente li sceglievano come compagni.

Il Bulldog francese è un molossoide che può arrivare anche a 14 chili di peso e che si distingue per il suo caratteristico muso, il tipico cranio brachicefalo e soprattutto le grandissime orecchie, che ricordano molto quelle di un pipistrello e gli danno un aspetto unico. In Inghilterra sono addirittura il quarto cane più popolare tra tutte le razze, ma anche in Italia è molto apprezzato per le sue caratteristiche.

Bulldog francese: carattere

Il Bulldog francese è probabilmente uno dei cani più affettuosi e legati al padrone che si possano trovare, e per loro il contatto fisico con i propri “umani di riferimento” è semplicemente sacro. Segue costantemente le persone della sua famiglia, con l’intenzione di proteggerle da qualsiasi potenziale pericolo, e il coraggio è un altro dei tratti distintivi della razza. Rimane un cane di indole assolutamente buona, che può prestarsi a diventare cane da guardia ma che, di suo, fa sempre amiciza con tutti.

Questo cane di razza ha poi la fama di essere davvero caparbio e testardo e di ostinarsi per ottenere ciò che vuole, senza arrendersi di fronte a nessun ostacolo. Questa caparbietà lo rende un cane non tra i più obbedienti, anche se naturalmente si può educare o addestrare. Per fortuna il temperamento naturale del Bulldog francese è davvero irresistibile, tanto da essere conosciuto, a volte, come “il clown del mondo dei cani” per la loro irrefrenabile simpatia.

E’ un cane da compagnia perfetto, e come tale richiede un costante contatto con gli umani: mai lasciarlo da solo per più di qualche ora, perché soffrono di ansia da abbandono, soprattutto da cuccioli, ma anche da adulti. L’esemplare che sta da solo per troppo tempo finisce il più delle volte con lo sviluppare un temperamento distruttivo che lo porta a masticare gli oggetti di casa o i mobili. Questo cane non ha bisogno eccessivo di esercizio, anche se le passeggiate quotidiane sono obbligatorie. Attenzione, come ultima cosa, se si vuole mettere la cuccia del cane vicino al proprio letto: il Bulldog francese russa, e anche parecchio!

Rappresenta una scelta ideale come cane da compagnia perché si adatta molto bene alla vita da appartamento e perché ha un carattere che lo spinge a legarsi tantissimo alle persone. In più è un cane che abbaia poco, e non c’è pericolo che disturbi i vicini. In più, rischia di avere qualche problema di salute se viene lasciato fuori casa quando fa troppo caldo, come capita a tutti i molossoidi e ai cani con il muso corto. I Bulldog francesi possono anche essere dei buoni cani da guardia, vista la loro incredibile fedeltà verso il padrone.

Bulldog francese: salute

Il Bulldog francese è un cane con una vita media che va dagli 11 ai 13 anni, grazie alle sue ridotte dimensioni, ma è comunque soggetto agli stessi problemi di molti molossoidi. Per cominciare, a causa delle loro dimensioni compatte e del muso schiacciato, hanno delle difficoltà a regolare nel migliore dei modi la temperatura corporea. A tutti i cani il caldo può provocare molti danni, ma per questa razza rischia di essere letale: per questo è assolutamente fondamentale che questo cane sia protetto dalle temperature estreme, avere sempre accesso facile e immediato ad acqua fresca e ombra e non agitarsi troppo durante la stagione calda.

Non è raro che come altri cani brachicefali gli sia impedito di volare in aereo, proprio per via della loro delicatezza e delle difficoltà respiratorie a cui possono andare incontro. Altri problemi che riguardano il Bulldog francese sono relativi alla riproduzione, visto che spesso per far nascere i cuccioli è necessario il cesareo ed è frequente anche il ricorso all’inseminazione artificiale. Infine, questa razza può soffrire di patologie alla schiena e agli occhi (in particolare glaucomi, ulcere alla cornea e così via).

Bulldog francese: rapporto con il padrone

Il padrone ideale è quello che vede il Bulldog francese e non sa resistere al suo sguardo colmo d’amore e d’affetto: è in quel momento che nasce un legame destinato davvero a durare per tutta la vita del cane.

Da quel momento in poi, cane e padrone vivranno in simbiosi, e per essere certi che l’animale non corra il rischio di un colpo di calore durante l’estate il padrone deve essere disposto a diminuire anche la sua attività quando fa troppo caldo. Soprattutto, chi ha un Bouledogue francese deve essere disposto ad avere un cane che ama vivere in simbiosi con il suo umano, ma che restituisce infinito amore.

Bulldog francese: rapporto con i bambini

Il Bulldog francese ha una vera predilezione per i bambini, anche se non ne hai mai visti prima e anche se non è stato abituato a socializzare da cucciolo. Come dimensioni, stazza e indole è un compagno perfetto per i più piccoli: compatto e robusto, prende sempre a cuore i bimbi e soprattutto le femmine si prestano a proteggere i piccoli di casa con tutte le loro forze. Per la loro capacità di non stancarsi mai di giocare e di volere il contatto fisico con le persone, non abbandonano mai i bambini a sé stessi e sono sempre disponibili quando questi hanno voglia di correre e divertirsi.

Bulldog francese: rapporto con gli altri cani

Con gli altri cani il Bulldog francese è molto equilibrato, e non è mai attaccabrighe, anzi. Se trova l’altro quattrozampe simpatico, allora giocherà volentieri anche per ore, altrimenti si limiterà a ignorarlo.

E’ comunque un molosso ed è animato da un grande coraggio, per cui se sarà minacciato e se l’altro cane si comporta in maniera troppo aggressiva, non si farà problemi a reagire senza prendere minimamente in considerazione la differenza di mole: caparbio e valoroso, soprattutto se c’è da difendere il padrone, non esita a frapporsi tra qualsiasi minaccia, canina o meno, e i membri della propria famiglia.

Bulldog francese: allevamenti e prezzo

Per i Bulldog francesi, ancora più che per altre razze, è obbligatorio l’acquisto in un buon allevamento, e non da negozi, su Internet, in fiere o altro: questo perché si tratta di una specie delicata, come detto molto suscettibile ai colpi di calore e a problemi congeniti, e quindi la presenza di difetti potrebbe accorciare di molto la vita del cane.

Ecco perché è necessario, quando si acquista un Bulldog francese, pretendere un pedigree che assicuri la mancanza di difetti che possono dare origine a patologie fin da cucciolo o quando il cane è già cresciuto.

Fortunatamente, è una razza estremamente diffusa e popolare anche in Italia e gli allevamenti ENCI su tutto il territorio sono decine, più di 25 in Lombardia, una ventina circa in Piemonte, una quindicina in Toscana, una dozzina in Veneto, Lazio, Emilia Romagna. Il costo di un cucciolo di un Bouledogue francese di razza pura va di solito dai 900 fino ai 1500 euro.