Bonus 200 euro cani: cos’è e come funziona

0
649
bonus 200 euro cani

Per il momento il bonus 200 euro cani è solo una proposta di legge, ma potrebbe presto diventare realtà.

La LAV (Lega Anti Vivisezione) sta portando avanti la proposta di un bonus 200 euro cani sottoforma di voucher da spendere per chi ha in casa animali domestici. Si tratterebbe di un incentivo da spendere per far fronte alle esigenze dell’animale domestico, come cibo o spese sanitarie.

Il contributo-bonus oggetto di valutazione non sarebbe mensile, ma una tantum. La LAV, un’associazione che lotta da anni per i diritti degli animali, ha proposto l’introduzione di questo bonus 200 euro, che – è bene specificarlo – al momento non è ancora stato emanato.

Denominato animal social bonus, la sua introduzione potrebbe evitare anche uno spiacevole effetto di questa crisi economica: l’abbandono degli animali domestici per far fronte alla crisi. Mantenere un cane o un gatto costa, e il bonus darebbe 200 euro a chi possiede un cane e 100 per chi ha un gatto.

Bonus 200 euro cani: requisiti

Se vi state chiedendo quali sono i requisiti per ottenere il bonus 200 euro cani, dovete sapere che in sostanza ce n’è solo uno: gli animali devono essere formalmente registrati all’anagrafe canina. Questa è una condizione imprescindibile.

La promulgazione di questo bonus darebbe ancor di più la conferma che gli animali non possono essere considerati un bene di lusso, ma bensì membri della famiglia a tutti gli effetti. Staremo a vedere se il Governo farà passare questa proposta di legge.