Area cani a Firenze dedicata a Diesel, il cane poliziotto morto durante gli attentati di Parigi

Diesel fu ucciso durante gli attentati di Parigi del 2015, e ora a Firenze un’area cani è stata intitolata a suo nome.

Diesel è semplicemente un cagnolino di razza pastore belga divenuto un vero e proprio eroe: è infatti morto durante gli attentati terroristici di Parigi del 2015. Poche ore fa, in suo onore, è stata inaugurata l’area cani del parco dell’Anconella di Firenze.

Il capoluogo toscano non è nuovo a queste iniziative: infatti lo scorso 3 novembre è stata intitolata un’altra area cani a Laika, la celebre quattro zampe cosmonauta russa. Non è da escludere che nei prossimi mesi queste intitolazioni vengano replicate per Hachiko, Fido e Balto.

L’assessore Vannucci ha spiegato i motivi di questa iniziativa: “È un modo per dare identità e riconoscimento a luoghi molto apprezzati e frequentati dai cittadini e dai loro cani. Un gesto di attenzione a quella larga parte di cittadinanza che fa dell’amore per gli animali un pezzo importante della propria vita. La scelta del nome di Diesel è nata da un confronto con i residenti della zona, molto affezionati a quest’area e a tutto il parco dell’Anconella, restituito a nuova vita dopo la tromba d’aria dell’agosto 2015“.

Tornando indietro di tre anni, ripercorriamo insieme la storia di Diesel, che di fatto fu l’unica vittima tra le forze di polizia durante la retata nel covo dei jihadisti. Un agente aveva così raccontato quegli attimi tragici: “Gli hanno sparato, ma è tornato indietro per morire vicino al padrone. Era ferito a morte, ma è tornato indietro per morire vicino al suo collega“.

Diesel è stato il primo ad entrare nel covo, ma gli hanno subito sparato ferendolo mortalmente.