Alsaziano, ma tutti lo conosciamo come Pastore Tedesco

0
6521
Pastore Tedesco

L’Alsaziano, un cane dalle mille attitudini

Il Pastore Alsaziano, meglio conosciuto come Pastore tedesco a pelo lungo o anche come Cane Lupo, è forse la razza più conosciuta al mondo.

La sua versatilità gli ha permesso di essere impiegato in moltissimi ambiti. Lo conosciamo come cane poliziotto, come cane guida per i ciechi, come cane da utilizzare per la ricerca di persone disperse e non dobbiamo dimenticare che lo conosciamo anche come star del cinema.

Il Pastore Alsaziano è un cane molto docile e buono, anche con i bambini. E’ una razza di cane molto equilibrata e dai nervi saldi. Ha bisogno di socializzare fin da cucciolo e di stimoli continui. Non è adatto a padroni inesperti in quanto nonostante sia docile necessita di un padrone deciso.

Pastore Tedesco

L’Alsaziano nella storia: nascita e impiego di un cane conosciuto in tutto il mondo

Il cane Alsaziano o, come lo conosciamo tutti, Pastore Tedesco a pelo lungo è una delle razze di cani più conosciute e diffuse al mondo.

Gli esemplari di questa razza vengono definiti anche Cane Lupo, vista la loro somiglianza, nonché probabile discendenza, con questi ultimi. Secondo la classificazione standard (FCI n. 166) il cane Alsaziano appartiene alla categoria dei cani da pastore con brevetto da lavoro e impiego come cane da utilità, da difesa e per usi molteplici.

Il primo esemplare di Alsaziano storicamente conosciuto fu nel 1899 un cane di nome Hektor. Alla fine del 19° secolo il capitano di cavalleria Stephanitz si era prefissato di ottenere una razza canina da impiego, di struttura media, robusta e dalla forte muscolatura.

Le varietà su cui orientò la sua attenzione furono il cane da pastore di Wurttemberg, di Turingia e della Svevia. Queste razze hanno con il tempo e i tentativi condotto alla nascita di Hektor.

Dalla sua attività di riproduzione iniziarono a delinearsi le caratteristiche che andranno a caratterizzare successivamente questa razza di cani.

Il primo standard relativo al pastore tedesco fu stilato il 28 luglio del 1901. Tra le tante denominazioni del cane da pastore tedesco, da lì a pochi anni dalla sua registrazione ufficiale nell’elenco delle razze canine, si delineò quella di “Pastore Alsaziano”.

Il motivo di questa denominazione era da ricondursi al sentimento antigermanico che aleggiava in Europa. In particolar modo in Inghilterra e in Francia, si era soliti evitare di dare nomi a cose ed animali che potessero evocare la provenienza germanica.

C’erano quindi ridenominazioni o addirittura assegnazioni di diversa origine, come nel caso del pastore tedesco, che venne appunto denominato Alsaziano.

Al Pastore Alsaziano è stato inoltre, di frequente, dato l’appellativo di “cane poliziotto”.

La prima esperienza di impiego in questo senso risale al 1906 in Germania, al seguito di una donazione di sei esemplari canini già addestrati. Questa iniziativa ebbe un tale successo che il reclutamento di questi cani fu ripreso un po’ in tutti i Paesi Europei e negli Stati Uniti.

Oggi troviamo il Pastore Alsaziano diffusamente impiegato dalle forze di polizia di tutto il mondo come cane antidroga e antisommossa. Utilizzato tantissimo anche per i servizi di protezione civile, come cane da valanga e come cane guida per non vedenti.

Non dimentichiamoci inoltre la partecipazione del Pastore Alsaziano in ambito cinematografico (ve lo ricordate REX?).

 Caratteristiche fisiche del Pastore Alsaziano

Il Pastore Alsaziano è un cane di taglia medio-grande, con una buona robustezza e muscolatura. La testa è cuneiforme e gli occhi sono a mandorla, tendenzialmente di colore scuro.

Le orecchie sono a forma triangolare, erette e rivolte in avanti. Mascella e mandibola sono robuste e dotate di una buona muscolatura.

La coda è folta ed è sostenuta da una base ossea da diversi fasci muscolari che permettono al cane tutta una serie di movimenti, da cui è possibile anche comprendere lo stato emotivo del cane. Il pelo è semiduro e di lunghezza media con abbondante sottopelo.

Il Pastore Alsaziano solitamente è nero con focature rosso-bruno, ma è possibile trovarlo anche completamente nero o grigio.

L’altezza media per i maschi varia tra i 62 e i 68 cm con un peso che va dai 30 ai 45 kg. Le femmine hanno un altezza che va dai 55 ai 63 cm e un peso compreso tra i 22 e i 36 kg.

Le patologie più ricorrenti sono la displasia congenita dell’anca e del gomito. Di recente, inoltre, sono aumentati i casi di disturbi a carico del complesso cute-manto.

 Pastore Tedesco

Caratteristiche comportamentali

Il Pastore Alsaziano è un cane molto intelligente che dimostra molta devozione al proprio padrone. Sono però anche cani che hanno bisogno di compagnia e di affetto oltre che di continui stimoli.

È un cane fedele e sicuro di sé e molto coraggioso. Raramente si dimostra nervoso o aggressivo, anzi hanno un carattere molto equilibrato e nervi saldi. Sono cani molto docili ma questo non significa che, in caso di bisogno, non siano in grado di proteggere il proprio padrone o la propria casa.

I cuccioli di Pastore Alsaziano hanno bisogno fin da piccoli di socializzare con il mondo esterno e con gli altri animali, motivo per cui ha necessità di essere portato a spasso molto spesso. E’ un ottimo cane da compagnia adatto a stare anche con i bambini.

Su questo sito puoi vedere le immagini dei cuccioli di pastore tedesco a pelo lungo (Alsaziano).

Sono cani versatili con una incredibile predisposizione all’addestramento. Si prestano bene ad obbedire agli ordini e questo li rende adatti, come abbiamo visto, ad essere utilizzati in diversi campi.

Il Pastore Alsaziano, nonostante sia docile non è comunque un cane per principianti. Necessità di un padrone certo affettuoso ma, comunque, deciso in quanto se non ben addestrato potrebbe acquisire un atteggiamento prevaricatore o diventare eccessivamente espansivo.

Due facce di una stessa razza

Alla fine della seconda guerra mondiale la selezione del pastore Alsaziano rifletté gli sviluppi di un periodo storico caratterizzato da due blocchi economico-politici.

In una primo blocco, quello dell’ovest, il pastore tedesco divenne una razza molto desiderata dalle famiglie (soprattutto grazie al successo cinematografico Rin Tin Tin).

Questo aumento della richiesta portò gli allevatori a selezionare animali molto più appetibili da un punto di vista commerciale, piuttosto che di temperamento e tempra. Questa tendenza portò, a partire dagli anni 70 a due tipi di cane piuttosto differenti: i cani da lavoro e quelli da bellezza.

Nel secondo blocco, quello dell’est, l’allevamento, sviluppatosi principalmente nella repubblica Democratica tedesca e in quella Cecoslovacca, fu invece concentrato esclusivamente sul lavoro.

Il cane Alsaziano dell’est era un cane caratterizzato da una tempra forte ed erano anche piuttosto aggressivi e caratterizzati da grandi capacità di lavoro come cani da polizia, da ricerca e da soccorso.

Le due tipologie di cani erano molto differenti, tanto che si sarebbe potuto parlare quasi di due razze diverse.