ALIMENTAZIONE VEGETARIANA NEL CANE: SI O NO?

0
13
Alimentazione vegetariana nel cane

L’ ALIMENTAZIONE VEGETARIANA NEL CANE : PRO E CONTRO

È corretto alimentare il proprio cane con una dieta vegetariana? Questa domanda scatena una diatriba, spesso senza soluzione di continuità, che divide i veterinari e i proprietari di cani tra coloro che sono assolutamente favorevoli e quelli che invece sono totalmente contrari. Vediamo le motivazioni sostenute da entrambe le “scuole di pensiero”, per capire cosa c’è di positivo e di negativo in ciascuna delle due.

Alimentazione vegetariana nel cane

ALIMENTAZIONE VEGETARIANA NEL CANE NO: chi è contrario ad eliminare completamente le carni dalla dieta del proprio cane, parte dalla considerazione delle sue origini. È innegabile che il cane discenda dal lupo, che in natura si nutre di prede animali (ovini, avicoli, bovini, qualche pesce), quindi prevalentemente di carni, bianche o rosse che siano. Anche le fibre e le verdure fanno parte dell’alimentazione del lupo, magari contenute all’interno dello stomaco di una pecora che si è cibata di erba, ma in misura notevolmente inferiore (circa un 15%), rispetto alle proteine animali ingerite. Quindi la domanda è: se il cane è da millenni per istinto carnivoro, per quale motivo noi umani dovremmo snaturarlo, trasformandolo in un erbivoro?

Ma soprattutto, i detrattori dell’ alimentazione vegetariana nel cane sostengono che, cibandosi solo di frutta e verdura, il cane andrebbe incontro, sul lungo periodo, a gravi carenze di importanti elementi nutritivi. Infatti chi segue una dieta vegetariana (umano o cane che sia) deve integrarla con vitamine e minerali, altrimenti rischia conseguenze anche serie per la sua salute. Dunque vuol dire che la dieta vegetariana non è poi così equilibrata e bilanciata come alcuni sostengono, se ha bisogno di integrazioni!

ALIMENTAZIONE VEGETARIANA NEL CANE SÌ: chi è a favore dell’alimentazione a base di proteine vegetali, escludendo completamente l’assunzione di carni, sostiene strenuamente che questa garantisca tutta una serie di benefici per la salute del cane. Anzitutto comporterebbe una sensibile riduzione nell’incidenza dei tumori; inoltre ridurrebbe l’insorgere di altre importanti malattie quali il diabete così come il rischio di sovrappeso e obesità.

I fautori della dieta vegetariana negano che questa porti a degli scompensi alimentari, ma al contrario sono convinti che il cane riceva tutti gli apporti nutritivi necessari al suo benessere, compreso quello di proteine, grazie ad una varietà di legumi e altri cibi, quali il germe di grano, che garantirebbe un abbondante dose di acidi grassi, vitamina E e zinco. Facendo riferimento ad alcune ricerche di settore statunitensi (PeTA), i filo-vegetariani affermano che il 77% dei cani che hanno abbandonato la dieta a base di carne, dopo 5 anni di dieta vegetariana, sarebbero in perfetta salute.

Alimentazione vegetariana nel cane

L’ ALIMENTAZIONE VEGETARIANA NEL CANE : UNA SOLUZIONE AD ALCUNE INTOLLERANZE

Alcuni cani hanno delle intolleranze gravi nei confronti delle carni, sia bianche che rosse, la cui assunzione provoca loro persistenti dermatiti, problemi intestinali e digestivi: in questi casi particolari può essere il veterinario stesso a consigliare una dieta vegetariana, a base di appositi mangimi o casalinga, sempre però tenendo sotto controllo le possibili carenze di vitamine e minerali.

Di contro, va detto che esistono cani che sono invece intolleranti ai cereali, quindi anche la dieta vegetariana può essere controindicata per alcuni soggetti. In ogni caso, l’importante è non improvvisare mai una dieta fai-da-te, ma se anche si vuole che il proprio cane diventi vegetariano, chiedere sempre consiglio ad un veterinario, che monitori periodicamente lo stato di salute del vostro amico a quattro zampe.

 

QUANDO LA DIETA SI FA ADDIRITTURA…VEGAN

Ci sono padroni che scelgono per i loro cani qualcosa di più dell’alimentazione vegetariana, optando addirittura per quella vegana,  che darebbe benefici ancora maggiori. Se è vero che c’è stata qualche ricerca (PeTA) secondo cui l’82% dei cani vegani, dopo 5 anni dall’inizio della dieta, godrebbe di ottima salute, va però sottolineato che non esiste al momento nessuna evidenza scientifica che dimostri ciò. Pertanto è importante che i padroni sappiano che le diete “estreme” possono provocare gravi danni alla salute del loro cane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here